Home Sociale

Sociale

Nonni Vigili a Sant'Anastasia

In arrivo anche nel comune vesuviano il servizio previsto dalla L.R. 21/89

SANT'ANASTASIA – Approvato dalla giunta comunale, è in arrivo nei prossimi giorni il servizio dei “Nonni Vigili” a Sant'Anastasia. Nell’ottica di ridurre i pericoli per i minori, il servizio consiste nell’attività di vigilanza presso le scuole cittadine negli orari di entrata e di uscita degli scolari (in fase sperimentale per il mese di novembre e dicembre 2013). Durante il servizio i "nonni vigili", per essere facilmente riconoscibili, indossano giacche a vento o coprispalla gialli con striscia grigia. Il servizio stato approvato in recezione dell'articolo 8 della Legge Regionale 21/1989, che indica un programma di reinserimento delle persone anziane in attività socialmente utili. L’Ente comunale ha pubblicato a tal fine un apposito Bando rivolto ai pensionati residenti, di età compresa tra i 65 ed i 75 anni, per selezionare un numero totale di 12 unità di vigilanza. Tra i requisiti della selezione, il reddito ISEE e la prossimità della residenza rispetto al plesso scolastico. Sarà data precedenza agli anziani di età inferiore, il tutto per un compenso pro-capite simbolico di 10 euro al giorno. “E’ un servizio previsto in fase di approvazione del riequilibrio del bilancio e che vogliamo assicurare agli studenti impegnando i nostri cittadini pensionati, che tanto possono dare alla collettività. Partiamo con una fase sperimentale su tutti i plessi, con l’obiettivo – dice l’assessore al decentramento e periferie, Lucia Barra – anche di capire il grado di soddisfazione dell’utenza e degli stessi anziani che saranno impegnati come nonni vigili”.

 

Padre separato si uccide impiccandosi a Caserta

Sgomento a Caserta dove questa mattina un uomo di 40 anni circa si è tolto la vita impiccandosi nella propria abitazione. La tragedia è avvenuta in via Crispo Maddaloni a San Clemente, dove l'uomo (sposato con figli) era andato a vivere dopo la separazione dalla moglie. Non sono ancora chiare le cause che hanno spinto l'uomo al gesto disperato. Negli ultimi tempi stava lavorando presso il cementificio Moccia a San Clemente.Tutto questo mentre in parlamneto non si discute di altro che dei problemi relativi alla casta politica e di Berlusconi. Tagli alle politiche sociali e al supporto alle famiglie in difficoltà ormai sono all'ordine del giorno.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 30 Ottobre 2013 08:22)

Leggi tutto...

 

Madre di due bimbi mette in vendita un rene: "Devo pagare il mutuo"

"Vendo un rene per pagare il mutuo": questo annuncio pubblicato su Internet ha fatto in poche ore il giro della Spagna, perché racconta, meglio di ogni reportage o analisi giornalistica, le drammatiche conseguenze della crisi economica che sta facendo sprofondare il paese iberico verso nuove povertà. L'autrice dell'annuncio è una donna di Malaga, madre separata di due bambini di 9 e 5 anni e disoccupata, che, pur di evitare lo sfratto, si diceva di voler vedere il suo organo "per non meno di 30 o 40 mila euro". Un annuncio disperato, ma il fatto che sia stato ripreso dai mezzi di comunicazione le ha permesso di avere un colloquio di lavoro. Ma Remedios, questo il suo nome, è solo una delle persone che, prese dalla disperazione, arrivano a offrire organi non vitali in cambio di poter vivere, o almeno sopravvivere. Sono decine, riporta la stampa spagnola, i casi di annunci di questo tipo, spesso pubblicati da giovanissimi. Annunci che violano la legge spagnola, che punisce la compravendita di organi. Ma chi arriva a tanto non ha paura di finire in carcere. La loro preoccupazione è salvare la propria famiglia dalla fame, avere un tetto sopra la testa e un pasto a tavola. Questa è la situazione della Spagna nel 2013.

Leggi tutto...

 

Sesso: se non lo facciamo, voglio il divorzio

Secondo una recente ricerca dell’Associazione degli avvocati matrimonialisti, in Italia sempre più coppie non consumano rapporti sessuali, dopo pochi anni dal matrimonio. Ciò non costituisce soltanto un problema dal punto di vista sociopsicologico, ma anche degli equilibri giuridici delle coppie stesse. La questione può nascere sia dal lato femminile, il cosiddetto vaginismo, per cui una donna comincia a temere la penetrazione e perciò si rifiuta al partner, o dal lato maschile, con una perdita del desiderio. Il divorzio - Lo stesso codice civile, però, riconosce il valore dell’attività sessuale all’interno del matrimonio. Un rifiuto sistematico dell’atto giustifica la rottura del rapporto di matrimonio e vede addirittura riconosciuti, in maniera potenziale, i danni psicologici patiti dal partner rifiutato. Una sessualità piena e realizzata, d’altronde, è un diritto, e fa bene al corpo e alla mente.

Leggi tutto...

 

Convenzione Asl Napoli 2 e "I Pini": Formazione orientamento al lavoro

di Francesco Casalino - L'Asl Napoli 2 Nord con la collaborazione del parco commerciale "I Pini" di Casoria, ha stipulato una convenzione di tirocinio formazione ed orientamento al lavoro. Il progetto è stato ideato da Giuseppe Ferraro, direttore generale, da Agnese Iovino, direttore sanitario, e dal direttore Amministrativo Nicola Cantone. Il tirocinio, della durata di un anno, viene finanziato attraverso i fondi Cipe e prevede l'inserimento del paziente in attività lavorative adeguate alle proprie capacità cognitive e pratico-gestuali, sotto la supervisione ed affiancamento di una mini-equipe formata da un case-manager e due tutor del Centro di Salute Mentale di Afragola e dal direttore commerciale della struttura ospitante, Gaetano Graziano.  

Ultimo aggiornamento (Sabato 20 Luglio 2013 12:32)

Leggi tutto...

 

“FIGLI IN FAMIGLIA”, UNA POSITIVA REALTA’ A S.GIOVANNI

Quattro chiacchiere con gli operatori Massimo e Katia: “Il futuro di S.Giovanni parte dai bambini”
di ROSALIA GIGLIANO

Leggi tutto...

 

Marcianise, giornata di educazione ambientale all'Istituto "Sacro Cuore di Maria"

Le abitudini formate in gioventù, per lo più durano tutta la vita: se sono buone ci conducono alla virtù e ci danno morale certezza di salvarci. Al contrario guai a noi se ne prendiamo delle cattive (Don Bosco)

 

Al fine di avvicinare, fin dalle scuole primarie, i giovani al rispetto dell’ambiente e sensibilizzarli in tema di tutela del patrimonio boschivo ed arboreo, la Scuola Primaria Paritaria dell’ Istituto Salesiano “ Sacro Cuore di Maria”, gestita dal direttore gestore Don Franco Gallone, con la supervisione della Vicaria, Dott. ssa Mariarosaria Canzano e di tutto il corpo docente, ha organizzato, con il Laboratorio cittadino di Fareambiente di Marcianise, coordinato da Pasquale Colella, una giornata interamente dedicata all’educazione ambientale, grazie alla sensibilità dimostrata verso tali problematiche dalla direzione dell’Istituto ed alla disponibilità dei volontari del movimento ambientalista e del Corpo Forestale dello Stato che interverranno all’evento.

Ultimo aggiornamento (Domenica 07 Aprile 2013 07:30)

Leggi tutto...

 

Nola, continua la partnership tra Forum Giovani e Ass. La Nuova Nola con l'evento di domenica

NOLA - Dopo il successo della manifestazione Regala un sorriso dello scorso dicembre continua il binomio Forum Giovanile e Ass. La Nuova Nola. Questa volta  supportati dalla protezione Civile sez. di Polvica saranno impegnati nella centralissima Piazza Duomo del comune bruniano,  come volontari A. I. L. per la tradizionale vendita di uova pasquali  fino a domenica pomeriggio. Il ricavato andrà sostenere la ricerca scientifica e le tante iniziative dell'associazione AIL,  tra cui il finanziamento dei servizi di assistenza domiciliare e la realizzazione della Case Alloggio per i pazienti che devono lasciare la propria città di provenienza e raggiungere i Centri di Terapia. La manifestazione “Uova di Pasqua AIL”, sarà realizzata grazie all’impegno di tanti  volontari che offriranno un Uovo di Cioccolato a chi verserà un contributo minimo associativo di 12 euro , e che ha permesso in tutti questi anni di raccogliere fondi significativi destinati al finanziamento di progetti di Ricerca e Assistenza di alto valore scientifico e sociale e ha contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro le malattie del sangue. Un appuntamento, quello con le uova di Pasqua, che si rinnova da ben 18 anni con oltre 4.000 stand sparsi per tutto il territorio e anche quest’anno avrà un successo garantito grazie all’immensa disponibilità di tanti giovani volontari. I ragazzi del Forum unitamente a quelli dell’Associazione hanno così espresso il loro pensiero e la loro soddisfazione:” Abbiamo deciso di sostenere la campagna dell’AIL anche per dare un segno tangibile di continuità alla collaborazione nata con altre simili iniziative e che ci vedrà impegnati costantemente per dare un piccolo ma significativo aiuto a chi ne ha davvero bisogno. Ringraziamo le volontarie e i volontari della Protezione Civile sezione di Polvica ,la responsabile referente dell’AIL dott.ssa Rossella Marigliano e la dott. ssa  Lucia Moscati, responsabile Protezione Civile.”

Ultimo aggiornamento (Sabato 16 Marzo 2013 12:39)

Leggi tutto...

 

Progetto Stabia, "semaforo verde" per il WiFi gratuito

Progetto Stabia, "semaforo verde" per il WiFi gratuito
E' già attivo in villa comunale il servizio di copertura gratuita nel segno dell'innovazione e diffusione delle nuove tecnologie
di Armando Brianese - A Castellammare di Stabia arriva il Wifi gratuito. L'Associazione Progetto Stabia ha infatti pensato di offrire a tutti coloro frequentano il territorio cittadino l'accesso gratuito ad internet attraverso la rete WiFi. L'associazione ha già provveduto a fornire il servizio di copertura della rete WiFi nell'area della villa comunale stabiese. In un periodo in cui sul web 2.0 domina l'informazione e la comunicazione, lo staff del Progetto Stabia ha lanciato questa proposta fattiva sul territorio per favorire innovazione e tecnologizzazione. A breve saranno coperte dal servizio quartieri come l’Annunziatella, Schito, Pioppaino,parte del CMI, Savorito lato ovest, Moscarella, Rotonda Tavernola, Viale Europa, sino a comprendere tutto il territorio stabiese, compreso il suo "Centro Antico". L’Associazione Progetto Stabia, il giorno 22 marzo, ore 18.30 presso il Teatro Supercinema, esporrà dettagliatamente alla città altre iniziative, poste già in essere, al fine di migliorare la qualità della vita nel comprensorio stabiese.

E' già attivo in villa comunale il servizio di copertura gratuita nel segno dell'innovazione e diffusione delle nuove tecnologie

di Armando Brianese - A Castellammare di Stabia arriva il WiFi gratuito. L'Associazione Progetto Stabia ha infatti pensato di offrire a tutti coloro che frequentano il territorio cittadino l'accesso gratuito ad internet attraverso la rete WiFi. L'associazione ha già provveduto a fornire il servizio di copertura della rete WiFi nell'area della villa comunale stabiese. In un periodo in cui sul web 2.0 domina l'informazione e la comunicazione, lo staff del Progetto Stabia ha lanciato questa proposta fattiva sul territorio per favorire innovazione e tecnologizzazione. A breve saranno coperte dal servizio quartieri come l’Annunziatella, Schito, Pioppaino,parte del CMI, Savorito lato ovest, Moscarella, Rotonda Tavernola, Viale Europa, sino a comprendere tutto il territorio stabiese, compreso il suo "Centro Antico". La società ReXoLcom S.r.l., la quale ne ha studiato lo stato di fattibilità, ha opportunamente creato, come già in altre città, una rete intranet WiFi denominata Unirex. Tramite questa rete si avranno tutta una serie di servizi gratuiti per l'utente offerti all’internauta che localizza la rete nella zona di appartenenza. Tra questi: segnaletica cittadina, localizzazione di attività commerciali, farmacie di turno, distributori di carburante, geolocalizzazione di monumenti artistici di interesse nazionale guida turistica virtuale della città.

Insomma tutto quello di cui un cittadino o un turista necessiti una volta collegato alla rete intranet e successivamente a quella internet. Per navigare gratuitamente, l’utente ha bisogno di un ticket con username e password da ritirare, gratuitamente, presso la sede di Progetto Stabia in via Don Minzoni 8 III piano. L’Associazione Progetto Stabia, il giorno 22 marzo, ore 18.30 presso il Teatro Supercinema, esporrà dettagliatamente alla città altre iniziative, poste già in essere, al fine di migliorare la qualità della vita nel comprensorio stabiese.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 15 Marzo 2013 08:18)

Leggi tutto...

 

Città della Scienza. Gara di solidarietà per la ricostruzione. Guarda il video parla l'attore Patrizio Rispo

Patrizio Rispo: "Bisogna ripartire subito!". Clicca qui o sulla foto per accedere al filmato

di Armando Brianese - A margine della conferenza stampa indetta a Città della Scienza domenica 10 marzo 2013, sede di un dibattito pubblico per le strategie di rilancio del progetto, è intervenuto il noto attore della fiction “Un posto al sole” Patrizio Rispo, in rappresentanza della Rai e della categoria degli attori per testimoniare la voglia di ricostruire subito, ripartendo da Bagnoli. Di seguito quanto dichiarato da Rispo alle telecamere di NANO TV: “Siamo indignati e addolorati come cittadini ma anche come rappresentanti di quelle persone che vogliono vedere una rinascita di Napoli ma credo a questo punto una rinascita di tutta Europa, con una voglia di ritornare ai valori di onestà, di civiltà, di riacquistare la speranza. Non è più possibile subire tempi e situazioni dovuti solo alla corruzione, all’ingordigia, noi vogliamo altro, vogliamo tornare alla normalità. Questo era un segnale di rinascita che è rimasto isolato come lo era anche la voglia di restituire anche una certa immagine di Napoli che “Un posto al sole” ha fatto moltissimo per contribuire a diffonderla, ridando quel tipo di psicologia tipica dei napoletani e non quella che si vuol far passare.” L’attore napoletano ha poi aggiunto: “I bambini erano stimolati dalla presenza di Città della Scienza, è stata l’unica cosa realizzata e tempi che invece occorrono per la ribonifica alle spalle della struttura hanno consentito interessi di altro tipo da quelli immaginati e che hanno dato modo di subire questo attacco al quale dobbiamo rispondere con forza e immediatezza. Non a caso la cultura che è l’unica rivoluzione è stata tagliata nei fondi, è stata attaccata in questo come in altri episodi, non ultimo quello della biblioteca dei Girolamini. La cultura fa paura e questo fa riflettere. La soluzione immediata è unica: ripartire subito, la massa che noi vogliamo che ritorni compatta a combattere!”.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 29 Marzo 2013 08:29)

Leggi tutto...

 

nano-tv