Home Scuola

Scuola

La scuola chiama, le istituzioni rispondono.

della prof.ssa Imma Russo - Nell’aula Magna del ITS “Sereni” si è svolta l’ attesissima manifestazione, “La scuola di Afragola: nuovi indirizzi, nuove opportunità”, allietata dalla presenza dell’assessore provinciale all’ “Edilizia scolastica e politiche scolastiche”, dott.re  M. Moschetti che, con  eleganza e  competenza, ha salutato la folta platea di dirigenti scolastici delle scuole afragolesi, docenti, genitori, alunni e personale ATA.
Parte attiva del convegno sono stati il sindaco di Cardito, dott.re Giuseppe Cirillo; l’ assessore alla P.I di Cardito, dott.ssa  Albertina     Impagliato; Assessore alla P.I. di Afragola, dott.re  Alessandro Salzano; prof.re Antonio Pannone ; il presidente dell’UCIM Luigi Boemio.
Il D.S, prof.re  Luigi Sibilio,  da buon “padrone di casa”, ha aperto il dibattito ponendo al centro dell’ attenzione la scuola.
Giovani e adulti, studenti e docenti sono chiamati a rinsaldare un patto per il futuro. Un patto educativo che richiede confronto, collaborazione con enti locali e provinciali, partecipazione attiva per far crescere la scuola come luogo educativo, di formazione, di relazioni e di amicizie. Un investimento da ribadire con convizione nei confronti dei nostri figli e della città afragolese.
Bisogna sostenere la scuola, sviluppare nuove esperienze, nuove opportunità progetti comuni.
“Siamo convinti, ha ribadito il DS, che la scuola e la città di Afragola siano il naturale laboratorio  per le nuove generazioni e nostro compito è quello di  formare cittadini consapevoli, responsabili della propria comunità”.
Grazie a tutti coloro che, mettendo competenze e passione a servizio della scuola, restituiscono piena dignità a questa fondamentale istituzione.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 04 Aprile 2014 08:51)

Leggi tutto...

 

Cardito. Semaforo verde per la ristrutturazione delle scuole “Leonardo Da Vinci” e “Siani”. 700mila euro l'importo dei lavori

Il Sindaco Cirillo: “Continueremo a prodigarci per migliorare le nostre scuole”

Giovedì 20 marzo, sono cominciati i lavori di manutenzione straordinaria finalizzati alla messa in sicurezza ed alla prevenzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi anche non strutturali degli edifici scolastici interessanti il liceo artistico di Cardito “Leonardo Da Vinci” e la scuola materna ed elementare “Siani”. La consegna dei lavori è avvenuta in presenza degli organi comunali: il Sindaco Giuseppe Cirillo, l’Assessore ai Lavori Pubblici Vincenzo Arciprete e l'Assessore alla Pubblica Istruzione Albertina Impagliato; e di quelli provinciali: l' Architetto Strazzullo Responsabile Unico del Procedimento e l'Ingegnere Amato, Progettista e Direttore dei lavori. I lavori, che sono stati finanziati attraverso i fondi dell'Amministrazione Provinciale e del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, avranno un costo complessivo di 689.689,92 euro e la ditta che li esegue, la DI MARIA Costruzioni Generali ha offerto un ribasso di circa il 23%. L'opera verrà completata entro un anno e cambierà il volto dell'intero polo scolastico, verrà infatti rinnovata la facciata e la pavimentazione esterna del Liceo Artistico, inoltre verranno rimodernate le aule ed i bagni.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 21 Marzo 2014 07:49)

Leggi tutto...

 

Il Comune di Napoli “blocca” 18 milioni di fondi strutturali

Il Sindaco Cirillo: “de Magistris ha garantito solo la sua città, vanno rivisti i criteri per l'elezione del Sindaco Metropolitano”

Il decreto del fare ha assegnato alla Campania 18 milioni di euro per l'edilizia scolastica. Sono stati finanziati ben 31 progetti (su 345 istanze) di cui 3 per il Comune di Napoli, dato il limite previsto dallo stesso bando che non permetteva di presentare più di 3 istanze. Nonostante il suddetto regolamento, la città di Napoli ha presentato ben 8 progetti con delibera di giunta e 5 li ha fatti presentare alle municipalità, anche se queste non sono enti pubblici. Non avendo ottenuto i fondi per tutti i progetti presentati, ha deciso di impugnare la graduatoria, che quindi è stata bloccata dal Tar Campania, il quale si pronuncerà il 13 Marzo. Nei fatti, l'atteggiamento del Comune di Napoli ha bloccato lo stanziamento dei fondi per tutti quei comuni che diligentemente avevano partecipato e vinto il bando: Cardito, Casandrino, Frattaminore, Giugliano, Ischia, Lacco Ameno, Pimonte, Poggiomarino , San Vitaliano e Terzigno.

Leggi tutto...

 

Il Senatore Accademico, Tommaso Petito, risponde alla provocazione del gruppo Listagram.

di Fortuna Quaranta - Assodato che la situazione dei vari Atenei in Campania non è delle migliori , compresa la Federico II , in questo periodo storico-economico, la situazione dell'Università Parthenope è la seguente: Presso l'Adisu Parthenope sono stati indirizzati al Presidente e al Dirigente due avvisi di garanzia, in seguito ad un blitz della Guardia di Finanza al Consiglio di Amministrazione e all'inchiesta in corso per le "Consulenze d'oro" e per quantoriguarda la costruzione della Residenza Universitaria; Nel Senato Accademico della Parthenope del giorno 4 Dicembre 2013 si è discussi in merito alla ricerca di risorse economiche per l'assunzione futura di nuovi Docenti e Ricercatori, per evitare possibili scandali futuri. Il Senatore Accademico Tommaso Petito , al riguardo , precisa col dire : “ sia Federico II e la  Parthenope contano su un ottimo insegnamento e i cui studenti sono meritevoli, c'è bisogno di risposte concrete dal Ministero della Pubblica Istruzione e menti coscienziose negli organi di governo (CDA e Senato Accademico) .

Leggi tutto...

 

ELEZIONI CNSU2013: MINISTRO PROFUMO CONTESTATO. CONFEDERAZIONE: LA FINTA INFORMATIZZAZIONE DELL' UNIVERSITA'!

In questi giorni è in fase di stesura il decreto d' indizione dell' elezioni del CNSU per il triennio 2013-2016. Il parlamentino studentesco è un organo consultivo del MIUR e rappresenta la massima espressione della Rappresentanza Studentesca Italiana. Fanno discutere le dichiarazioni del Ministro Profumo nelle quali esprime la ferma volontà che tali consultazioni avvengano in maniera telematica. Insorgono le Organizzazioni studentesche: "siamo di fronte ad una scelta scellerata e sprecona che compromette gravemente il diritto di voto degli studenti universitari italiani oltre ad arrecare un ingente danno economico" dichiara il Presidente Nazionale della Confederazione degli Studenti; Marcello Framondi. Infatti, secondo quanto previsto dal ministero, le operazioni di voto telematico, avverrebbero attraverso degli appositi pc, utilizzabili solo ed esclusivamente per le operazioni di voto. "Siamo davanti ad un paradosso: si crede di informatizzare l'Università pubblica, attraverso frasi ad effetto e sulla pelle dei diritti degli Studenti. Riteniamo, tale scelta, uno spreco di risorse superfluo ed inutile: che cosa se ne faranno gli Studenti di pc che dopo il voto andranno riposti in cantina?

Ultimo aggiornamento (Lunedì 10 Dicembre 2012 19:55)

Leggi tutto...

 

Napoli, Università Federico II. Prof. Fortunato Musella: "la vera sfida è integrare i diversi media online e offline"

Clicca quì o sulla foto per accedere al filmato

"La rete ha un'importanza estrema in campagna elettorale". Grillo è la grande novità del panorama politico italiano ed eserciterà un peso importante nel prossimo esecutivo"

di Armando Brianese - A margine dell’incontro sul tema “La Politica tra Social Media e Nuove Forme di Comunicazione – La Campagna Presidenziale “US2012”, svoltosi Giovedì 6 dicembre 2012 presso l’Aula Magna della Facoltà di Sociologia, abbiamo incontrato il Prof. Fortunato Musella, docente della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Federico II, che si è concesso alle telecamere di NanoTv. Ospite d’eccezione Michael Slaby, Capo dell’Ufficio Integrazione e Innovazione “Obama For America”, esperto di media online, social media e consulenza politica, che ha collaborato alla campagna presidenziale di Obama nel 2008 e nelle ultime elezioni del 2012. Col Prof. Musella sono stati trattati i punti salienti di questo interessantissimo incontro che ha coinvolto non solo il Dipartimento di Sociologia, con la Prof. Rosanna De Rosa tra i promotori attivi dell’iniziativa, ma studenti ed esperti dell’intero Ateneo, in collaborazione con il Consolato Generale degli Stati Uniti a Napoli, presente all’evento al fine di una maggior interazione con la città, con il mondo accademico e per “ampliare” la percezione degli Usa nella società italiana, nell’ambito della nuova campagna di valorizzazione culturale e sociale di tutto ciò che gravita intorno all’universo “Usa”, partendo ovviamente dall’Ente Consolato, storica presenza sul territorio partenopeo. Di seguito alcuni spunti tratti dalla videointervista, nel quale il Prof. Musella sottolinea che "È stato un incontro molto interessante. Il primo punto da sottolineare è l’importanza estrema della rete in campagna elettorale, quelle americane ma anche in quelle italiane più recenti. Questo è un punto che è stato estremamente sottovalutato". Passando ad un esempio pratico di utilizzazione dei social media (Facebook e Twitter su tutti, ci l'attenzione è passata poi al M5S, dove il Prof. Musella si focalizza sul leader "Grillo è la grande novità del panorama politico italiano. Il successo nelle ultime elezioni siciliane lo prova”.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 26 Dicembre 2012 11:01)

Leggi tutto...

 

Napoli, Michael Slaby ospite di "lusso" all'Università Federico II

Giovedì 6 Dicembre (11:00/12:30) seminario sul tema "La Politica tra Social Media e Nuove Forme di Comunicazione - La Campagna Presidenziale "US2012" presso l'Aula Magna della Facoltà di Sociologia che vedrà protagonista il Capo dell'Ufficio Integrazione e Innovazione "Obama For America"

di Armando Brianese - Grande evento all'Università Federico II di Napoli, organizzato dalla Facoltà di Sociologia in collaborazione con il Consolato Generale degli Stati Uniti a Napoli. Giovedì 6 Dicembre, nell'Aula Magna della Facoltà di Sociologia - dalle ore 11:00/12:30 - si svolgerà infatti il seminario sul tema "La Politica tra Social Media e Nuove Forme di Comunicazione - La Campagna Presidenziale #US2012". Saranno evidenziate le nuove tecniche di comunicazione e i mezzi digitali utilizzati per le campagne elettorali da parte dei consulenti politici che negli USA sono devi "veri" e propri professionisti, con un'occhio all'attuale rapporto tra questa disciplina e il contesto politico italiano e un'analisi dello scenario del momento, e delle prospettive future. Un evento di importanza cruciale - soprattutto per studiosi, accademici, studenti,ma anche per i semplici appassionati della Comunicazione Politica, una disciplina che, partendo dagli Stati Uniti d'America, è arrivata da qualche anno in Italia e si sta imponendo sempre con maggiore interesse ed efficacia nel contesto politico del Bel Paese, soprattutto nel momento di crisi profonda che attraversano i partiti, con una mancanza di iniziative propositive, innovative, contenuti e dialogo all'interno delle stesse organizzazioni e la sfiducia della stragrande maggioranza degli elettori che ha prodotto l'"antipolitica" e un sempre maggior ricorso al cosidetto "voto di protesta".

 Sul social media "Twitter" - restando in tema - è possibile seguire l'evento all'hashtag#ChangingPolitics.

Ultimo aggiornamento (Domenica 09 Dicembre 2012 08:49)

Leggi tutto...

 

Gli studenti del Liceo Miranda di Frattamaggiore attualmente occupato tornano a riflettere sull'occupazione della propria scuola


Gli studenti del Liceo Scientifico “Carlo Miranda” di Frattamaggiore
"conosciamo la situazione politica e sociale nella quale ci troviamo costretti a vivere, che ha spinto tutti noi a protestare attivamente e consapevolmente, prendendoci anche la responsabilità di esercitare forme di dissenso estreme. Siamo stanchi di vedere vanificati gli sforzi impiegati nelle manifestazioni alle quali abbiamo preso parte. Non è più tempo di tacere. Non è più tempo di subire ed essere omertosi. Non è più tempo di lasciare che i nostri diritti vengano espropriati del loro valore e della loro sostanza. Quindi, non c’è da stupirsi se noi e la stragrande maggioranza degli istituti scolastici italiani ci siamo sentiti costretti a ricorrere a una forma estrema di protesta, quale l’occupazione. Occupare vuole dire, dunque, aprire gli occhi, prendere coscienza di se stessi, del proprio ruolo, del proprio potere e delle proprie azioni. Infatti, non vogliamo che agli occhi dei più essa appaia come un mezzo per sottrarsi ai propri doveri scolastici, bensì un’occasione utile per informarsi ed informare meglio, per lanciare un forte messaggio a chi, nonostante tutto, si è costantemente mostrato sordo alle nostre urla. Una voce che si erge contro il sapere incatenato e soggiogato, un grido che dice NO ai tagli scolastici, NO al disegno di legge Aprea e al suo tentativo di privatizzazione della scuola pubblica, NO agli “studenti-burattini”, al tentativo di manovrarci e renderci dipendenti ed inferzabili, NO ad un tipo di insegnamento regolarizzato e dettato da esterni, NO alla mancata tutela del nostro presente e del nostro futuro, NO a uno Stato che non ci ascolta e che non ci rappresenta.

Leggi tutto...

 

Napoli, occupati edifici dismessi alla Federico II

L'iniziativa è partita la scorsa notte per mano degli attivisti di "Napoli Choosy Side"

di Armando Brianese - Tempo di proteste studentesche all'Ateneo Federico II di Napoli. Schizzonosi si, ma per una giusta causa. Nel cuore dell'Università napoletana è scattata infatti - la scorsa notte la mobilitazione che ha visto i ragazzi di due centri sociali ("Insurgencia" e "D.A.D.A") occupare la struttura di via Mezzocannone, 12. L'edificio - recentemente ristrutturato ma riaperto solo per un breve periodo - si presenta strutturalmente in buone condizioni dopo i lavori di manutenzione portati a termine negli scorsi anni ma - allo stato attuale - versa in condizioni di totale abbandono e degrado con polvere ovunque, intonaco a tratti distaccato, computer nuovi e mai utilizzati (ma ormai obsoleti), armadi ancora da montare e incurie varie segnate dal trascorrere del tempo. Un tempo l'edificio ospitava gli uffici amministrativi. L'obiettivo degli occupanti è quello di riappriopriarsi di spazi per cui sono stati spesi fior di milioni di euro di fondi pubblici e restituirli agli studenti e al welfare sociale, condizioni difficilmente attuabili nell'Italia neoliberista, dove il welfare state si è ormai tramutato nella "welfare society", con tutti i disagi del caso verificabili giorno per giorno in ogni parte della Penisola. Di seguito le dichiarazioni degli occupanti: ''Lo stato di abbandono della palazzina dimostra la quantita' impressionante di stabili in disuso sottratti agli studenti mentre la carenza di spazi sociali, di ricerca e' diventata una emergenza''. Sulla stessa via Mezzocannone - a pochi metri dall'edificio di cui sopra - sono stati occupate anche la mensa di Ateneo - attiva e funzionante solo grazie agli studenti improvvisatisi cuochi che offrono il pranzo alla cifra simbolica di 1 euro e desiderosi di estendere - a breve - il servizio a tutto il quartiere ed alle fascie sociali più disagiate - e l'Auditorium, struttura soggetta al noleggio ma pressochè lasciata fine a se stessa per le ingenti cifre richieste dall'A.D.I.S.U. , ente responsabile della gestione del locale. Un patrimonio collettivo inestimabile letteralmente "lasciato" nel dimenticatoio.

Ultimo aggiornamento (Martedì 27 Novembre 2012 04:58)

Leggi tutto...

 

Università Federico II - Venerdì il 3° incontro di "Sulle spalle dei giganti"

Università Federico II di Napoli - Facolta di Sociologia. Venerdì 23 Novembre il 3° incontro del ciclo di Seminari "Sulle spalle dei giganti" - i classici della sociologia. Interverranno il dott. Adolfo Fattori sul tema "La nascita della borghesia mercantile" e il dott. Enrico Sacco riguardo "Il Capitale e la Teoria del Valore Lavoro". L'appuntamento è fissato per il 23 Novembre - dalle ore 15:00 alle ore 18:00 - presso il cinema Astra.

Ultimo aggiornamento (Martedì 20 Novembre 2012 17:16)

Leggi tutto...

 

nano-tv