di Agostino Navarro
 
Diversi mesi fa l'opposizione di molti dei titolari degli esercizi commerciali di via Roma aveva costretto l'Amministrazione Ricci, e precisamente il suo Assessorato alla viabilità, a
provvedere alla commissione di uno studio di fattibilità finalizzato alla riduzione dei marciapiedi con il relativo ampliamento della carreggiata che avrebbe da un lato permesso un maggiore scorrimento veicolare lungo la strada e dall'altro scongiurato l'istituzione di un unico senso di marcia. La soluzione alternativa al tanto osteggiato “senso unico” da parte dei commercianti sembra effettivamente improponibile dato che la zona in questione, in alcuni precisi tratti della carreggiata, non è proprio servita da marciapiedi ed a ciò va ad aggiungersi la sosta selvaggia dei clienti dei tanti negozi posti su via Roma che rende ancora più complicata e difficile la circolazione. In ultimo, ma non per ordine di importanza, a far prendere la decisione di rendere percorribile via Roma solo in un'unica direzione c'è una missiva dell'Azienda Napoletana Mobilità che avrebbe comunicato la volontà di procedere con una modifica alle tratte di percorrenza delle linee 172, 173 e 174 con la dovuta penalizzazione proprio di via Roma viste le troppe difficoltà per i mezzi pubblici nel percorrere il tratto di strada che collega Volla con Napoli.
Attualmente il servizio di trasporto pubblico nel provenire e nel dirigersi per Napoli attraversa proprio via Roma. Le preoccupazioni dell'Amministrazione vertono sul rischio che i cittadini possano perdere la possibilità di servirsi degli autobus dell'ANM nel centro della città, dovendosi nel caso recare sulle direttrici periferiche per usufruire del trasporto pubblico. La decisione, dopo l'avallo della Polizia Municipale, sembra ormai presa.