Proprio al centro del complesso residenziale Parco Vesuvio, si pensa alla piazza che la cittadinanza attende da decenni.

di Agostino Navarro

Riqualificare l'intera area del Parco Vesuvio con una più funzionale e ampia piazza centrale capace di ricoprire un capiente parcheggio sotterraneo che una volta realizzato contribuirà a risolvere il problema della penuria di posti-auto. Questo è uno dei prossimi obbiettivi dell'amministrazione Ricci che regge dal 2007 le sorti della cittadella annonaria. Tra la piazza e all'attuale viale Vesuvio che funge da porta di accesso al complesso residenziale, sarà realizzata una nuova strada che aprirà un varco su via Don Sturzo al fine di decongestionare il traffico del centro cittadino. Su questo e tanti altri progetti in cantiere si pronuncia l'assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Annone: «La settimana prossima inizierà la riqualificazione delle aree di via Einaudi, alle spalle della nuova palazzina comunale che abbiamo realizzato. Altri progetti che stiamo recuperando o semplicemente ottimizzando riguardano il recupero delle aree esterne di via Gramsci, Petrarca e Palazziello».
Nel Piano triennale delle opere pubbliche 2008-2010 sono molteplici le opere vincolate al prossimo Piano Urbanistico comunale, «in effetti tanti dei progetti previsti nel Piano triennale dovranno attendere il completarsi dell'iter del PUC che abbiamo varato e che per il momento è in attesa di completare tutti gli incartamenti necessari per poi passare al vaglio della Regione» sempre a detta dell'Assessore Annone. Intervento di notevole importanza è quello relativo alla realizzazione delle infrastrutture presso le aree produttive connesse al polo agroalimentare di Napoli in Volla per lo sviluppo manifatturiero con una spesa di 2milioni e 270mila euro che impegnerà anche e soprattutto fondi regionali. Non solo urbanistica quindi nei progetti della giunta del sindaco Salvatore Ricci ma anche valorizzazione artistica e recupero
delle radici storiche. Nel Piano triennale avrà un suo posto anche l'intervento per il recupero dell'antica Masseria Giordano. «Abbiamo preparato un progetto - ha aggiunto l'assessore Annone - per il recupero di tale importante residenza ottocentesca. Una spesa di 3milioni e 250mila euro, con l'intervento di fondi regionali, che riporterà all'antico splendore lo storico edificio di via Montoliveto».