Home Politica Elezioni Europee: Occupazione simbolica dei seggi elettorali di Acerra e Bagnoli

Elezioni Europee: Occupazione simbolica dei seggi elettorali di Acerra e Bagnoli

Azione contro l' “eurofarsa” dei centri sociali "Ex Macello" e "Uniti si Vince"

"Nessun voto a chi reprime, rende precario il lavoro, devasta i territori. Le elezioni europee servono solo a nascondere la dittatura del capitale, e la libertà di cui parlano è solo quella dei capitalisti, dei parassiti, dei ricchi che ci sfruttano e che ci opprimono". Queste le parole del volantino distribuito dai disoccupati e i precari dei centri sociali "Ex Macello" e "Uniti si Vince", che questa mattina hanno bloccato, in un'azione coordinata e sincrona, le sedi in cui si distribuiscono i certificati elettorali di Acerra e Bagnoli. I militanti hanno fatto irruzione negli uffici in entrambi i comuni intorno alle 10. Si è trattata in ogni caso di un'azione in larga misura simbolica, dal momento che la fine della protesta, durata alcune ore nel corso delle quali gli impiegati pubblici non hanno potuto rilasciare i certificati elettorali, è sopraggiunta poco prima delle due del pomeriggio, abbondantemente prima dell'apertura ufficiale dei seggi e in concomitanza con la conferenza stampa di Uniti si Vince, nell'edificio della municipalità di Bagnoli. L'azione contro quella che i dimostranti hanno chiamato “eurofarsa” è comunque il segnale di un malessere profondo e diffuso tra i tanti senza lavoro e precari dell'area napoletana.

nano-tv