Home Politica Da Terra dei Fuochi a Terra delle Opportunità

Da Terra dei Fuochi a Terra delle Opportunità

di MoVimento5Stelle di Afragola - Sabato 15-Marzo-2014 presso l’Istituto Tecnico Superiore C. A. Dalla Chiesa di Afragola ha avuto luogo un Incontro/Dibattito tra gli studenti e la Senatrice della Repubblica Paola Nugnes sul dramma della Terra dei fuochi. L’evento di stamane ha evidenziato la volontà di voler cambiare il modo con cui i nostri rappresentanti in Parlamento si relazionano ai cittadini, ed in questo caso agli studenti…”le Future Generazioni”, veicolando un nuovo modo di intendere le Istituzioni e la Politica attiva attraverso una rivoluzione culturale che abbatte quella distanza che da sempre si percepisce nell’immaginario giovanile quando si parla di Stato e di rappresentanti parlamentari. La senatrice Paola Nugnes, capogruppo della Commissione Ambiente e Territorio, ha abbattuto tale distanza…almeno per poche ore... soprattutto quando è scesa dal palco interagendo, con il supporto di video foto e un linguaggio comprensibile ai ragazzi, il dramma della terra di fuochi, mischiandosi poi, alla platea studentesca per ascoltare le loro profonde  riflessioni e rispondere alle loro domande. Il risultato di questo evento è stato sorprendente grazie ad una platea attenta, presente e coinvolta che ha espresso con giudizi critici e acuti i punti di vista emersi rispetto a questo dramma, facendo emergere la consapevolezza che solo dalla loro coscienza e partecipazione civica dipenderà il futuro della nostra terra.  L’obiettivo di questo Incontro-Dibattito è stato duplice: il primo è stato quello di provare a spiegare la situazione drammatica in cui ci troviamo oggi, in seguito allo sversamento nelle nostre terre per anni di rifiuti tossici e inquinanti, il secondo quello di trasmettere un messaggio di speranza, attraverso il quale,diventiamo consapevoli di quanto accaduto e cominciare a capire che questa da “Terra dei Fuochi può diventare Terra di Opportunità”. L’incontro è iniziato con la proiezione del VideoReportage…dove i protagonisti sono gli stessi abitanti della Terra dei Fuochi che da anni denunciano la "mala gestio" di un intero sistema di imprese dove l’illecito ed il lecito si fondono a tal punto da rendere irriconoscibile il loro confine, determinando poi, quel silenzio assordante da parte delle Istituzioni violando uno dei principi cardini della Democrazia, cioè la Salute e la Sicurezza dei Cittadini. Al termine di tale proiezione è seguito l’intervento della Senatrice che ha parlato della proposta di legge approvata alla camera sui reati ambientali, sottolineando un elemento storico fondamentale, e cioè che per tutti i reati commessi in questi anni sul nostro territorio, il nostro ordinamento prevedeva solo sanzioni di tipo amministrativo. La Cittadina Paola Nugnes ha continuato ricordando alla platea che dal 1998 alla camera dei deputati non si discuteva dei delitti contro l’ambiente e solo vent’anni dopo, la Camera ha approvato il 26 febbraio scorso la proposta di legge del Movimento 5 Stelle a firma del Deputato Salvatore Micillo “Disposizioni in materia di delitti contro l’ambiente” prevedendo sanzioni penali per i reati ambientali. Il dibattito è poi proseguito con l’intervento di Lucio Iavarone portavoce del Coordinamento Comitato dei Fuochi che opera, senza scopo di lucro, per contrastare e sanare le devastazioni ambientali nei propri territori. Infine la parola è passata alla dott.ssa Francesca Scafuto, ricercatrice in psicologia della salute e prevenzione del rischio individuale e sociale - Dipartimento di Scienze politiche Università Federico II, incentrando il  suo intervento sul concetto di partecipazione intesa come “Cittadinanza Attiva”, che si realizza attraverso il contributo che ogni cittadino dà alla vita politica di un paese attraverso le sue diverse forme come: il voto, la protesta, la sottoscrizione di petizioni, la vita di partito, ma anche le attività di volontariato, di difesa dell’ambiente, dei diritti delle categorie più deboli e di altri comportamenti finalizzati ad incidere sulla costruzione sociale e culturale della propria comunità. Inoltre la Dott.ssa F. Scafuto ha agevolato, attraverso il suo ruolo di facilitatrice, gli interventi dei ragazzi sollecitandoli a diventare loro stessi protagonisti di proposte e soluzioni. Ne è conseguita un’esperienza nuova e coinvolgente dove i ragazzi, si sono dimostrati assolutamente all’altezza della situazione e tutto ciò accade, probabilmente, quando i giovani si sentono parte attiva di un processo di cambiamento insieme alle Istituzione, in questo caso rappresentate della Senatrice P. Nugnes, che abbandonando tutti i superflui formalismi del ruolo, ha fatto percepire la vicinanza dello Stato ai giovani Cittadini dando a loro una speranza e una consapevolezza che un futuro migliore può realizzarsi.

nano-tv