Verdi Ecologisti: " non siamo d' accordo prioritarie sono le vittime dei criminali come gli abitanti della Terra dei Fuochi".

Il Capo dello Stato sceglie Napoli ed il carcere di Poggioreale per dire parole significative ed attese sulla giustizia. «Insieme al Parlamento, il cui consenso occorre, meditiamo su un provvedimento di clemenza, indulto e amnistia». "Noi ci saremmo aspettati - dichiarano il leader regionale dei Verdi EcologistiFrancesco Emilio Borrelli ed il responsabile dei Giovani Verdi della Campania Marco Gaudini - una visita nella cosiddetta terra dei fuochi da parte del Presidente Napolitano ed in ogni caso a nostro avviso indulto, clemenza e amnistia non sono le priorità del paese. I delinquenti devono pagare per le loro colpe e bisogna soprattutto esprimere solidarietà ed essere vicini alle vittime dei loro crimini mentre oggi ci si dedica quasi esclusivamente ai diritti, certamente importanti, dei carcerati che nella stragrande maggiornaza dei casi sono in galera per ragioni più che valide. Riformare la giustizia aumentando il numeri dei casi in cui prevedere gli arresti domiciliari per i reati minori e depenalizzarne alcuni può essere la giusta via. L' indulto però come l' amninstia come si è già dimostrato in passato non risolve il problema e la gran parte dei delinquenti sentendosi impuniti torna a commettere reati. Per questo noi chiediamo al Capo dello Stato di dedicare le sue attenzioni soprattutto ai drammi veri del paese e alle vittime dei criminali come gli abitanti della terra dei Fuochi".

 

Ultimo aggiornamento (Lunedì 30 Settembre 2013 07:14)