(Documento del coordinamento provinciale contro il sindaco De Magistris)

Di ROSALIA GIGLIANO

Anche il P D si mobilita contro il sindaco De Magistris e questa volta lo fa attraverso un comunicato uscito anche su Face book.
A parlare è il coordinamento provinciale del P D di Napoli attraverso una semplice affermazione: "L a città è al collasso e serve una svolta".
In realtà il nesso dello scontro politico fra il P D e De Magistris è, ancora una volta) la questione Z T L. "La mobilità a Napoli sta assumendo contorni drammatici" – si legge dal comunicato.
In effetti, i dispositivi di traffico proposti dalla giunta De Magistris, hanno completamente rivoluzionato la mobilità cittadina, forse non tenendo conto, dall'altro lato, della grave crisi del trasporto su gomma e su ferro.
Ma cosa chiede il Partito Democratico? In primis "esprime un parere fortemente contrario a questa politica di mobilità, basata solo sull'esclusiva istituzione di enormi ed ingestibili Z T L"; in secondo luogo chiede "la sospensione di ogni ulteriore provvedimento di limitazione della mobilità e l'istituzione di un tavolo di confronto per immediati provvedimenti correttivi".
Le modifiche che chiede con forza il P D sono tutti per la Z T L, specie quella del Centro Antico (per ripristinare un collegamento fra la zona del Museo e di Piazza Dante) e quella del lungomare (da abolire, dopo le regate di Coppa America, per ripristinare il collegamento primario fra Piazza Sannazaro e Piazza Vittoria).
Il P D si adopererà in tutte le sedi istituzionali e, in caso di non risposta da parte del sindaco e dell'assessore alla Mobilità, si farà , addirittura, promotore di un referendum consultivo per dare la parola direttamente ai cittadini sulla questione, come prevede lo statuto del Comune di Napoli.