Home Politica

Politica

Tribunale da Marano ad Aversa. Palladino: “Carenza di amministratori locali in grado di incidere in sede parlamentare”

“Una mozione parlamentare presentata a luglio 2012 dal Senatore Di Nardo (Idv) su mia indicazione era un buon inizio – spiega Michele Palladino, candidato sindaco alle scorse elezioni per il centrosinistra a Marano - La mozione riguardava l'Ufficio del Giudice di Pace in correlazione con la questione della sezione distaccata del Tribunale di Napoli ospitata, con mille traversie, dal Comune di Marano in questi anni. Uno start importante affinchè il governo sostenesse l'idea che Marano è un territorioadatto per essere sede del Tribunale dell'Area Nord di Napoli e per la creazione di una grande cittadella giudiziaria. Purtroppo quello che sta accadendo testimonia che il nostro territorio ha carenza di politici di riferimento di ordine sovracomunale. Già da consigliere comunale personalmente ed anche dopo le dimissioni dell'ex sindaco di Marano – continua Palladino - mi sono fatto carico di sollecitare i miei parlamentari di riferimento per portare il problema all'attenzione del governo centrale. Sono battaglie che vanno condotte con insistenza e nei luoghi preposti.

Leggi tutto...

 

PONTICELLI / BARRA / S. GIOVANNI: CONSIGLIO DI MUNICIPALITA' IN BILICO

Ultimo aggiornamento (Giovedì 27 Giugno 2013 14:50)

Leggi tutto...

 

Il fenomeno dell’ Osservatorio Politico Territoriale Atellano

Ma chi si nasconde dietro questo Osservatorio che con i suoi binocoli è capace di entrare fin nelle profondità dei palazzi e vedere cose che ad altri sono abilmente nascoste?

Le strade del nostro paese (SUCCIVO) sono state tappezzate da moltissimi Manifesti di protesta verso la neonata amministrazione, che secondo il vocio delle persone, non si starebbe comportando in modo lineare ed adeguato al proprio ruolo,  ma nelle ultime settimana sono comparsi per le strade dei manifesti davvero diverso dai soliti e soprattutto molto pesanti e dettagliati (come quelli nella foto) che hanno come firma “Osservatorio Politico Territoriale Atellano” che sta facendo dell’ignoto un’arma per dire ciò che non si riesce liberamente perchè costretti in silenzio ad accettare forse l’invisibile oppressione che si vive in paese. PDL, PD NOSTALGICI PC, CINQUE STELLE è certo che qualcosa stà cambiando, la gente è stufa di questi palazzinari che continuano a tartassare e sfruttare chi lavora anche a nero per esigenza. Quindi questo fenomeno dell’ O.P.T.A., nasce sicuramente come movimento di opinione attento a tutte le problematiche che stà generando l’amministrazione statica ed incapace, tanto volenterosa all’inizio come tutti, ma inconcludente alla fine quasi ad affermare il coito interrotto che rappresenta.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 19 Giugno 2013 13:48)

Leggi tutto...

 

CASAPESENNA, MARCIA CONTRO LA CHIUSURA DEL POSTO DI POLIZIA. SOLINO LIBERA, “E’ LA PRIMA VOLTA CHE QUI SI MANIFESTA A FAVORE DELLA POLIZIA”

di Rocco Sessa - Erano qualche centinaio i manifestanti che hanno marciato contro la chiusura del posto fisso di Polizia a Casapesenna in provincia di Caserta, sugli striscioni c’era scritto, “non chiudiamo il posto di Polizia chiudiamo la camorra”. La decisione di chiudere il presidio che serve i comuni di Casal di Principe, Casapesenna, San Cipriano d’Aversa e Villa Liternoè stata presa nell’ambito della riorganizzazione su base territoriale dei presidi di polizia. “E’ la prima volta che la gente qui si mobilita per tenere aperto un posto di polizia, è il segno che le cose stanno davvero cambiando” spiega Gianni Solino di Libera Caserta. Il presidio che fu istituito nel 1996 per fronteggiare i clan presenti sul territorio, si trova a 500 metri dall’abitazione del’ex boss Michele Zagaria e a qualche centinaio di metri dal covo dove invece, fu catturato nel 2011.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 20 Giugno 2013 09:57)

Leggi tutto...

 

CAMPANIA: IL CONSIGLIO REGIONALE APPROVA UNA MOZIONE PER LO STABILIMENTO INDESIT

INDESIT: CAPUTO, NON BASTA SOLO LA SOLIDARIETA’. ORA LE ISTITUZIONI DIMOSTRINO DI ESSERE DALLA PARTE DEI LAVORATORI - Guarda il video clicca quì o sulla foto a lato
di Rocco Sessa - Il Consiglio regonale della Campania ha approvato all'unanimita' una mozione per mettere in campo iniziative tese alla  salvaguardia dei livelli occupazionali dell'Indesit. Lo scorso 4 giugno, l'azienda ha comuinicato un piano di razionalizzazione che che portera' 1425 esuberi occupazionali sul piano nazionale e  540 nello stabilimento produttivo di Teverola, del quale e' prevista la chiusura. La mozione impegna il presidente della Giunta regionale, Stefano Caldoro, e gli assessori delegati in materia, Fulvio Martusciello e Severino  Nappi, che hanno partecipato alla seduta odierna, a provvedere alla modifica degli ambiti di intervento per la Ricerca, lo Sviluppo, l'Innovazione e l'ICT, individuando mirati interventi, coerenti con gli obiettivi del Por  Fesr2007/2013, a sostegno e al potenziamento della produzione innovativa dello Stabilimento Indesit di Teverola.

Leggi tutto...

 

VIOLENTA AGGRESSIONE VERBALE NEI CONFRONTI DELLA COZZINO

Un cittadino del quartiere di Barra inveisce contro la presidente della 6^ Municipalità

di ROSALIA GIGLIANO

 

Ultimo aggiornamento (Giovedì 04 Luglio 2013 15:10)

Leggi tutto...

 

IL PD DELLA SESTA MUNICIPALITA' BARCOLLA SUL DECRETO SCUOLE

 

Ultimo aggiornamento (Sabato 29 Giugno 2013 10:13)

Leggi tutto...

 

BALLOTTAGGIO NEL CENTROSINISTRA A CERCOLA

Affluenza alle urne in aumento in Campania

di ROSALIA  GIGLIANO

Com'era prevedibile: nella maggior parte dei comuni campani andati alle urne il 26 e il 27 maggio, ci saranno i ballottaggi.
Afragola, Cercola, Portici solo per citarne alcuni, ritorneranno alle urne fra 15 giorni, il 9 giugno.
Un'attenzione particolare è da porsi sui dati di voto relativi ai comuni prima citati: nessuno dei candidati delle due coalizioni maggiori (PD e PDL)
ha avuto il boom dei voti che ci si aspettava. Flop anche per il Movimento 5 stelle di Grillo.
Ma...scendendo nello specifico:

1) a Cercola troviamo un caso particolare: due candidati del centrosinistra al ballottaggio:
       FIENGO (Centro Democratico - SEL - Socialisti) : 27,55%
       GRILLO (PD) : 22,74%

2) ad Afragola scontro aperto PD/PDL:
       PANNONE (PDL) : 41,58%
       TUCCILLO (PD) : 35,98%

3) a Portici ballottaggio fra l'UDC e il PD:
       MARRONE (UDC - SEL - Verdi) : 41,06%
       IACONE (PD) : 40,79%

Nessun candidato del Movimento 5 stelle arriva al ballottaggio. Un altro dato importante da segnalare è l'affluenza alle urne: in Campania ha votato
oltre il 72% degli aventi diritto, in aumento rispetto al resto d'Italia.

 

Palladino chiude la campagna elettorale "Marano Bene Comune" con il sostegno dei politici nazionali

Il centrosinistra fa quadrato intorno al proprio candidato Sindaco Michele Palladino: Di Pietro, Formisano, Ferrara, Amendola a Marano domani sera giovedi 23 maggio per chiudere la campagna di Palladino e della coalizione che lo sostiene.

Marano - Tanti politici nazionali a sostegno di Michele Palladino: da Di Pietro a Formisano, da Ferrara ad Amendola. Tutti i partiti della coalizione Marano Bene Comune, insomma, impegnati al massimo per il rush finale nel comizio di chiusura, domani 23 maggio alle 19:30 in Piazza della Pace. Una campagna elettorale ricca di eventi, di confronti con i cittadini con un messaggio ben preciso: cambia tutto. “Poche ore ci distanziano dal momento cruciale del votospiega Palladino - i cittadini sono stati vittime per anni di una politica sporca a loro danno ed ora hanno la possibilità di dare un contributo reale peril futuro dei propri figli. Cambiamo tutto e ricostruiamo una città a misura vera del cittadino. Grande è il senso di sfiducia nei confronti della politica ed a giusta ragione: adesso, però, è il momento di voltare pagina. Spero che questa magnifica città potrà accordarmi la propria fiducia, senza cadere nel tranello di ritornare ad esprimere consenso a coloro che hanno massacrato questa città. Potere mascherato con false buone intenzioni, ma in realtà è sempre lo stesso”. Parole chiare, quelle di Palladino, che fanno punto della situazione mirato: cambiare tutto è la salvezza per la città.
All'evento di chiusura interverranno, come annunciato, Enzo Amendola, parlamentare e segretario regionale del Pd, Cicco Ferrara, parlamentare e coordinatore nazionale Sel, Nello Formisano, parlamentare e capogruppo alla camera Cd ed infine presente in piazza Antonio Di Pietro, già parlamentare e fondatore dell'Italia dei Valori.

Leggi tutto...

 

SI RIEMPIONO LE CASSE DEL COMUNE DI NAPOLI

In arrivo 300 milioni di euro per i servizi

di ROSALIA GIGLIANO

"Abbiamo restituito dignità e credibilità alla città, grazie all'arrivo di nuova liquidità nelle casse del comune". Sono queste fiduciose e felici del sindaco di Napoli
De Magistris, dopo la conferma dell'arrivo di 300 milioni di euro dalla cassa Depositi e Prestiti.
"La notizia" - prosegue De Magistris - "è la conferma del nostro duro lavoro e della nostra pazienza. il Governo ci ha ritenuto credibili e, per questo motivo, ci ha
erogato questa somma. Questi 300 milioni di euro serviranno per pagare le imprese creditrici col Comune e per incominciare a pianificare il futuro, per cercare di migliorare
i servizi per i nostri cittadini".
Una buona nuova per il governo cittadino di De Magistris: riuscirà il sindaco a riacquistare la fiducia dei suoi cittadini?

 

nano-tv