Home Politica

Politica

Volla: A scuola con la Protezione Civile

Al via il progetto "Inform-Azione" con incontri tra gli operatori della Protezione Civile ed i ragazzi degli istituti cittadini.

di Agostino Navarro

Fortemente voluto ed organizzato dall'Assessore alla Protezione Civile Esposito in collaborazione con l'Associazione comunale di Protezione Civile "Antares", il progetto si articola inuna serie di incontri presso tutti gli istituti scolastici del territorio per informare gli alunni di cos'è, di cosa fa e di come lavora la Protezione Civile sia a Volla che sull'intero territorio nazionale. «Sono convinto riferisce l'Assessore Esposito che i ragazzi delle scuole del nostro territorio sono una risorsa da coltivare e formare».
Il progetto, nello specifico, intende dare ai ragazzi delle nozioni di base rispetto al volontariato ed alla Protezione Civile in particolare, anche mediante la proiezione di cartoni animati realizzati e raccontati dal dr. Vincenzo Viola, docente della Scuola regionale di Protezione Civile, con il supporto dell'assistente sociale del Comune di Volla, la sig.ra Erminia Scaprato che mostra tutto il suo entusiasmo e la sua soddisfazione per questa lodevole iniziativa a favore dei più giovani e del loro approccio con tutte le realtà del volontariato. «I giovani sono sia il futuro dei nostri territori - continua la dott.essa Erminia Scaprato - che il miglior mezzo per veicolare nozioni importanti a casa e verso i loro familiari, per cui come Ufficio Politiche sociali e formative intendo mettere in campo tutte le azioni possibili per poter garantire loro la migliore educazione civica. Voglio ringraziare inoltre tutti i Dirigenti Scolastici per la disponibilità e la preziosa collaborazione senza la quale oggi non saremmo potuti essere qui».

 

Volla, il secco no del centrosinistra all'attuale proposta di PUC

Nella sezione del Pd di Volla in via Alighieri una conferenza stampa per spiegare le ragioni del diniego a votare a favore del nuovo strumento urbanistico.
 
di Agostino Navarro
 
Una lunga conferenza stampa per ribadire le ragioni del voto contrario al Piano Urbanistico comunale approvato dall'Amministrazione Ricci pochi giorni fa. Nella sede del Partito Democratico di Volla diverse le personalità presenti, del territorio e non solo. Oltre al gruppo dei consiglieri comunali della minoranza quasi al completo, anche il capogruppo del Pd alla Regione Campania Peppe Russo, quello alla Provincia Pino Capasso, il rappresentante al comune di Napoli dei Socialisti Democratici Ciro Fiola e il segretario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, a testimonianza non solo di un netto e comune rifiuto al Piano Urbanistico approvato a Volla la scorsa settimana, ma anche della portata della vicenda, che travalica i confini della città dell’area ovest di Napoli. Significativa la presenza oltre a quella dei politici, di Rosanna Praticò rappresentante del commercio di vicinato vollese e quella di Luciano Manferlotti dell’unione degli imprenditori territoriale. «Circa 4000 nuove abitazioni, nuovi centri commerciali, verde ridotto e dimensioni delle industrie raddoppiate – esordisce il Capogruppo del Pd locale, Angelo Guadagno – il tutto senza il necessario corredo di infrastrutture: il territorio, semplicemente, non sarà in grado di sopportare quest’impatto». A fargli eco le parole di Francesco Borrelli, che si domanda se con questo PUC varrà la pena in futuro di
vivere a Volla: «Credo che il piano di sviluppo proposto dal sindaco Ricci e dalla sua Amministrazione si rifaccia a Casalnuovo, che non rappresenta certo un modello dal punto di vista urbanistico». Sulla stessa linea anche Pino Capasso che sottolinea come un PUC redatto di questi tempi «dovrebbe partire dalla consapevolezza che i sistemi presenti sono sbagliati e quindi cercare di allontanarsene, mentre nel PUC dell’Amministrazione Ricci c’è solo uno stanco ricalcare di ciò che già è stato fatto». Un piano urbanistico che non piace proprio, insomma, e per il quale si prospetta una battaglia in Provincia, l’Ente che deve dare il definitivo “ok” al documento. Il travagliato iter del PUC vollese non sembra essere prossimo ad un approdo tranquillo, quindi. «Il problema – sottolinea Peppe Russo, capogruppo del Pd alla Regione – è che non bisogna accondiscendere a interessi circoscritti, che hanno ricadute negative sull’intero comune e abbassano il tenore di vita». Oltre ad una diminuzione della qualità della vita «ci sarà anche una generale perdita d’identità del territorio» paventa Ciro Fiola. Ed è anche per questo che l’Opposizione di centro-sinistra a Volla ha votato contro il documento: «non siamo in generale avversi al PUC, ma siamo contrari a questo PUC» sottolineano tutti i consiglieri comunali che hanno dato il loro secco “no” al Piano in Consiglio Comunale e che promettono di continuare a far battaglia al PUC nelle sedi politiche, anche perché, come ha ironicamente sottolineato il Capogruppo dello SDI a Volla, Maria Rosaria Buonocore: «se il PUC dovesse entrare in vigore bisognerà chiedere alle donne di indossare qualcosa di verde, per ricordare il Verde a Volla che non ci sarà più».
 

NANO TV. Campania:Enzo Amendola, segretario regionale del PD "Nespoli, fatti da parte, dimettiti"


Il segretario del Partito Democratico della Campania chiede le immediate dimissioni di Nespoli: "Doppio incarico e malaffare della politica". Guarda la videointervista rilasciata alle telecamere di Nano Tv poche ore fà. Guarda l'intervista su Napolinord.it ( http://www.napolinord.info/index.php?option=com_content&task=view&id=4306&Itemid=1 )

Ultimo aggiornamento (Domenica 30 Maggio 2010 15:33)

 

Il liceo Calamandrei inaugura il “Forum universale delle culture”

Volla presenta la mostra "La pace tra i popoli in area metropolitana".

di Agostino Navarro

Il 7 maggio scorso, l'aula polifunzionale del liceo Calamandrei ha ospitato il progetto "L'eredità di Diceopoli", frutto di un lavoro di squadra che ha visto impegnati più di cento studenti e un team laborioso di docenti. Il progetto presentato è nato come contributo al "Forum universale delle culture", iniziativa itinerante partorita dalla città di Barcellona nel 1996 e riproposta negli anni successivi. L'evento, che si terrà a Napoli nel 2013, affonda le radici nell'intento di promuovere il dialogo e il confronto delle culture tra i popoli, e di affrontare le grandi problematiche che ha distribuito la nota globalizzazione.
Il Calamandrei è una delle tante scuole impegnate nel progetto, finalizzato all'esaltazione della Pace e del confronto linguistico. «Attraverso il dialogo - ha dichiarato Gennaro Zuccoli, Assessore alla cultura della VI Municipalità del Comune di Napoli presente alla mostra - si accorciano le distanze e si risolvono le guerre, anche quelle personali».
Ospiti dell'evento sono stati il dottor Egidio Perna, ideatore di "Guantino", testimonial e mascotte del progetto; la professoressa Elvira Picciola, direttrice del giornalino a tema, e la rappresentante del consiglio d'istituto Rosanna Praticò.
La mostra, coordinata dal dirigente scolastico Sebastiano Pesce e moderata dalla Prof. Brunella De Porcellinis, referente d'Istituto, si è articolata attraverso la presentazione dei lavori degli studenti, con l'aggiunta di intermezzi musicali.
I video, le foto, le poesie, il giornalino on-line, l'apertura di un blog, sono tutte manifestazioni di un grido emesso contro la povertà e la violenza che dominano silenziosamente e insistentemente la nostra realtà. La creatività degli alunni si incrocia poi con il sapere formativo e la cultura letteraria: ne è stata dimostrazione la messa in scena de "L'arco dell'esilio", presentata dal Prof. Luigi La Ragione, e professionalmente recitata dagli allievi dell'istituto e dal Prof. Raffaele Marzullo, nelle vesti di Dante Alighieri.
Il tutto si è concluso con la proiezione del trailer del film "I nemici hanno avvelenato i pozzi", prodotto dagli studenti e dal Prof. Nazario Malandrino, che occuperà prossimamente "le sale" del Liceo Calamandrei.

 

CHIANESE UDC: "ORA ATTENZIONE AI GIOVANI"

Angelo Chianese chiede piu attenzione per i giovani campani

di Maurizio Cerbone

"La nuova giunta guidata da Stefano Caldoro coniuga il pragmatismo dei politici all'esperienza dei tecnici, e vede una forte e autorevole rappresentanza dell'Udc. Ora è il momento di cominciare a dare risposte ai tanti problemi che attanagliano la nostra regione e soprattutto le giovani generazioni: aiuti concreti alle giovani coppie, attenzione ai temi dell'università e della ricerca. Tanti giovani sono stati costretti, in questi anni di malgoverno della sinistra, ad abbandonare la propria terra e a non veder realizzato il sogno di creare una famiglia perchè non vi sono stati interventi tesi a creare le opportune occasioni di sviluppo. Il nuovo governo regionale, anche con il qualificato contributo dei nostri rappresentanti farà si che il bassolinismo, che tanto ha penalizzato anche i giovani, resti un vecchio e brutto ricordo" Lo dichiara in una nota il Coordinatore Regionale dei Giovani udc della Campania, Angelo Chianese

Ultimo aggiornamento (Venerdì 01 Giugno 2012 09:46)

Leggi tutto...

 

Campania nuova giunta. Linea politica tecnica. Caserta e Benevento restano alla finestra. All'UDC la vicepresidenza con il nipote di De Mita. Il PDL avellinese non viene accontentato

di Armando Brianese


La Regione Campania ha il suo nuovo esecutivo. Il presidente Caldoro ha firmato nella tarda serata di ieri i decreti con i quali ha assegnato le deleghe. Accordo raggiunto. Sono due i consiglieri che entrano a far parte della nuova squadra che dovrà guidare la Regione seguendo la "politica del fare" alla quale auspica lo stesso neopresidente


E' stata annunciata attraverso una nota stampa, alle 23:40 di ieri sera. Per la costituzione della Giunta Caldoro aveva ancora dieci giorni a disposizione dopo l'ultimo consiglio ma con sette giorni di anticipo e con un comunicato stampa a tre giorni dal primo consiglio si è dato il via al governo che sembra essere targato Cosentino-Alemanno. Due i nomi per l'UDC, innanzitutto il vicepresidente, l'avv. Giuseppe De Mita, nipote del ex presidente Ciriaco, vicepresidente anche della Provincia di Avellino. A lui vanno Turismo e Beni Culturali. E' nato a Nusco (AV) il 26/10/1959, Laureato in Giurisprudenza all'Università Cattolica di Milano

Ultimo aggiornamento (Venerdì 06 Aprile 2012 08:38)

Leggi tutto...

 

Afragola (Napoli). Vicenda richiesta arresti senatore Nespoli: il PDL fa quadrato intorno al sindaco afragolese. Il coordinatore del PD chiede le dimissioni

Cicchitto e Gasparri scendono in difesa del senatore. Dal comune il vicesindaco Antonio Pannone si lancia in una difesa a spada tratta. Il coordinatore del PD afragolese, Espero, interviene sulla vicenda e rilascia un'untervista nella nostra redazione a poche ore dalla diffusione della notizia. Guarda la videointervista a Gennaro Espero su NANO TV

di Armando Brianese

Ormai sono passate alcune ore dalla diffusione della notizia della richiesta di arresti al senatore Nespoli che i PM hanno inviato al presidente del senato Renato Schifani. La giunta per le immunità si riunirà martedi prossimo alle 11,00 con all'ordine del giorno la domanda di autorizzazione all'esecuzione dell'ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari per Nespoli. La notizia che si è diffusa intorno alle 13,30 di ieri 14 maggio 2010, ha gettato nello sconcerto la classe politica afragolese. In molti ad intervenire e ad interrogarsi sugli scenari futuri di questa vicenda che vede coinvolte altre sette persone, 8 persone per un totale di otto richieste di arresto, concessi solo per il senatore Nespoli anche in presenza di gravi indizi di colpevolezza per gli altri indagati, il Gip al momento non ha ritenuto necessaria la misura cautelare per gli altre sette indagati.

Sulla vicenda interviene il coordinatore del PD cittadino Gennaro Espero

Ultimo aggiornamento (Venerdì 06 Aprile 2012 08:32)

Leggi tutto...

 

Campania. Concluso il primo consiglio regionale, all'esterno protesta dei disoccupati

Eletto Paolo Romano a presidente del Consiglio. La prossima settimana il secondo. Guarda alcune foto scattate oggi

di Armando Brianese

Si è appena concluso il primo consiglio regionale della Campania. Eletto il presidente del Consiglio, sarà Paolo Romano, esponente della maggioranza ma che ha raccolto largo consenso anche tra la minoranza. Centinaia di giornalisti e fotografi a questo primo appuntamento hanno affollato il salone antistante la sala del consiglio al centro direzionale di Napoli. All'esterno invece il palazzo del consiglio completamente cinturato da centinaia di poliziotti e carabinieri per arginare la protesta di centinaia di disoccupati che con Imagestriscioni bandiere e megafoni non hanno fatto mancare la loro presenza. Un consiglio che ha visto la partecipazione della consigliera-ministro Mara Carfagna arrivata con la scorta. A questo primo appuntamento si è vista la presenza anche di alcuni politici dell'area a Nord di Napoli tra cui il presidenre della Provincia Luigi Cesaro e il sindaco di Casoria Stefano Ferrara.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 06 Aprile 2012 08:29)

Leggi tutto...

 

AVERSA: 200 AMMINISTRATORI INCONTRANO IL CONSIGLERE REGIONALE NICOLA CAPUTO

di Maurizio Cerbone
"Bisogna ricostruire  un nuovo volto, una nuova identità per  il Partito Democratico, partendo dagli uomini, dai territori. C'è una nuova generazione che vuole proporsi che deve necessariamente confrontarsi e coniugarsi con gli eletti e il Partito stesso".
Con queste parole il Consigliere regionale, Nicola Caputo ha accolto i circa duecento amministratori, Sindaci, Assessori, Consiglieri comunali,  dirigenti politici e semplici simpatizzanti del Pd casertano, ieri all'Hotel del Sole di Aversa. L'incontro era stato sollecitato dagli stessi amministratori al Consigliere Caputo per fare il punto sullo stato del partito dopo il risultato non esaltante di regionali e amministrative ma anche in prospettiva del prossimo congresso provinciale. "Voglio decidere insieme a voi – spiega Caputo - il percorso da seguire d'ora in avanti. Il prossimo congresso provinciale sarà un momento importante per dimostrare le capacità di rinnovamento e innovazione della proposta politica del Pd. Noi vi parteciperemo con convinzione e da protagonisti"
"Il nuovo segretario provinciale – aggiunge Nicola Caputo - dovrà essere lontano dai vecchi schemi dovrà essere una figura che rappresenti tutte le anime del partito e non solo una parte. Abbiamo perso troppo tempo e troppe energie sono state sprecate"

Ultimo aggiornamento (Venerdì 01 Giugno 2012 09:57)

Leggi tutto...

 

Volla, droga dal Marocco trovata stipata in un tir

Duemila kg di droga proveniente dal Marocco e dalla Penisola iberica.
 
di Agostino Navarro
 
Ieri mattina all’ingresso del centro agroalimentare di Volla, all’interno di un camion autoarticolato di targa spagnola, gli uomini della “Benemerita” dopo un pedinamento iniziato all’uscita del casello autostradale di Napoli, hanno messo le mani su quello che doveva essere il rifornimento di marijuana per la stagione primaverile di tutto l'hinterland napoletano. La droga, conservata in sacchi e buste, era celata all’interno di
un carico di ortaggi, che è stato accertato non era diretto in maniera più assoluta ai mercati d'ingrosso e di vicinato locali. Gli ortaggi – precisa il presidente del consorzio ortofrutticolo Francesco Solina – infatti, erano di qualità scadente e non vendibili all’interno della struttura mercatale C.a.a.n, di Volla. L’autista del tir Fernandez Rodrighuez, quarantenne di nazionalità portoghese, è stato tratto in arresto per traffico internazionale di droga. Continuano intanto dopo il sequestro, le indagini per risalire ai clan che hanno commissionato l'ingente quantitativo di stupefacenti provenienti dal Marocco e dalla penisola iberica. Ci sarebbero gli elementi per presumere che la cabina di regia di questo spostamento internazionale di sostanze stupefacenti non stia nella mani di un solo clan ma bensì di veri e propri consorzi di famiglie criminali. Ancora un nuovo grande successo per i Carabinieri diretti dal tenente Russo del nucleo operativo della Caserma Pastrengo che con questo sequestro di droga hanno dato una vera e propria stangata ai fornitori di droga di tutta Napoli e provincia.
 

nano-tv