Home Politica

Politica

Volla. Problema allagamenti, Raffaele Montanino presenta la sua proposta all'Amministrazione

Già nel Consiglio Comunale del 20 luglio scorso era stato messo ai voti un emendamento per la realizzazione dei lavori straordinari.

di Agostino Navarro

Nella seduta del civico consesso cittadino vollese del 20 luglio scorso, in occasione dell'approvazione del bilancio previsionale di esercizio 2010, l'ex consigliere della Margherita oggi aderente al gruppo Indipendente, Raffaele Montanino, ha presentato un emendamento avente ad oggetto la realizzazione del collegamento fognario di via Montagnino col collettore di via Filichito. «Da ormai troppi anni soffriamo il problema degli allagamenti ed il manto stradale è stato più volte vittima di sprofondamento recando a noi cittadini disagi non indifferenti abitando in questa zona che è una delle più popolate di Volla» afferma F.M., cittadino residente a via Filichito. Il consigliere Montanino non è la prima volta che si esprime sulla questione e questa volta ha voluto farlo con una proposta a suo avviso fattibile. «Ho presentato un emendamento pochi mesi fa per la realizzazione di lavori straordinari finalizzati al compimento di un collegamento delle fogne della zona Montagnino col collettore che passa a via Filichito - dice
Montanino - prevedendo per questo intervento una spesa di circa diecimila euro stornabili da altri capitoli del bilancio».
I consiglieri comunali che reggono la maggioranza di centrodestra hanno votato contro l'emendamento proposto dal consigliere Montanino motivando tale scelta col fatto che l'intervento non possa essere eseguito dall'Ente di via Aldo Moro poiché non di sua competenza. «Se fosse stato così semplice il problema sarebbe stato risolto già due anni fa al momento del nostro insediamento. Il
consigliere Montanino, invece di fare demagogia e di porre la questione in maniera strumentale farebbe bene ad informarsi» dicono compatti i gruppi consiliari dai banchi della maggioranza. In effetti la competenza in materia di fornitura idrica, impianti di fognatura e depurazione spettano all'Ambito territoriale ottimale e quindi di conseguenza alla società Gori.
«Soltanto le competenze come la pulizia delle caditoie spetta ancora al nostro Comune» afferma il Sindaco Ricci che ha inoltre annunciato per i prossimi giorni la convocazione di una conferenza di servizi con la Gori per concordare tutta una serie di interventi che saranno effettuati in più zone del paese. Le zone che saranno coinvolte dagli interventi all'impianto fognario di Gori sono via Montagnino, via De Carolis, via Filichito, via De Filippo, via Romano. Entro la fine di settembre è stato assicurato ai cittadini si terrà l’inizio dei primi lavori di scavo e di sostituzione e realizzazione delle condutture fognarie.

 

Caserta. Festa della Legalità: arriva il Presidente Rosi Bindi

 
di Teresa Petrellese
 
 
Ad annunciarlo il presidente della commissione Trasparenza alla regione Campania on. Nicola Caputo

"Il Presidente del Partito Democratico, Rosi Bindi sarà presente a Caserta alla giornata di chiusura della Festa della Legalità prevista per il giorno 19 settembre". Lo ha reso noto Nicola Caputo, Consigliere regionale e Presidente della Commissione Trasparenza.
"La partecipazione del Presidente Bindi il 19 a Caserta è un segnale importante di attenzione del nostro Partito per i nostri territori e per la nostra regione". "In un momento difficile a pochi giorni dall'assassinio di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica che aveva avuto il coraggio di opporsi alle cosche locali, con Rosi Bindi ribadiremo che il Pd è al fianco di tutti coloro che in questa terra, e sono la maggioranza vivono e lavorano nel rispetto della legge". "Se non si debella questo cancro nelle nostre terre – spiega Caputo - non potremo mai creare sviluppo e lavoro per i nostri giovani.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 11 Marzo 2011 18:15)

Leggi tutto...

 

Uno alla volta: intervista a Ornella Paoli Rambelli

L'orologio, il tempo e ceramiche Raku. Tra il Giappone e la Toscana

di Roberta Valeriani

Camminando senza sapere l'ora, sapendo che gli orologi stradali a colonna, i cosi detti palo/orologi, non funzionano e passeggiando indossando orologi al polso spesso non sapendo di essere allergici al nichel contenuto nella meccanica, a volte ci si imbatte in un qualcosa che vorresti sempre vedere accanto a te, un segnale che ti dia l'ora esatta del tempo senza lederti come ad esempio le ceramiche Raku. Un'interessante ed unica esposizione di orologi artistici realizzati secondo la tecnica Raku la si può trovare al Pantheon a Roma. Una elaborazione con la quale ogni oggetto, estratto dal forno, viene posto, ancora incandescente, in recipienti metallici pieni di combustibile di vario tipo (segatura, paglia, foglie secche etc) e subito coperto al fine di ottenere una forte riduzione dovuta alla sottrazione di ossigeno.

Leggi tutto...

 

Parco Verde di Caivano: il rione del degrado

di Agostino Navarro
 
Il degrado, il cemento e la solitudine dei cittadini che abitano in un quartiere senza regole e abbandonato dalle Istituzioni. Questo è il Parco verde di Caivano.
Un posto in cui la legalità è solo una parola scritta sul libro di scuola di un bambino. Un rione di 6.000 abitanti, costruito nelle vecchie campagne dell'area nord per “periferizzare” le problematiche scaturite dal tragico terremoto degli anni ‘80. Un ammasso di palazzine verdi senza negozi, uffici comunali e aiuole ben tenute, dove furono esiliati tutti i componenti del sottoproletariato partenopeo, ovvero, tutta la gente senza lavoro e speranze. Persone che avevano perso tutto ed in primis, la propria casa.
I caivanesi del quartiere dipinto di verde si sentono cittadini bistrattati e subiscono violentemente la marginalità sociale procurata dall’inettitudine delle istituzioni. Questo scempio urbanistico, possibile grazie alla legge 219/81 per l'edilizia popolare, rappresenta il fallimento delle politiche di pianificazione territoriale che la regione Campania ha attuato negli ultimi 30 anni. Il parco Verde non fa notizia perché è fuori dal perimetro della periferia cittadina di Napoli ma la situazione in cui versa non è affatto lontana dalla più “famosa” Scampia. Il disinteresse degli abitanti del centro cittadino ed in modo particolare dell'Ente locale stesso, conducono ad un’amara conseguenza: tutto tace, nulla si muove e l'omertà regna assieme all'illegalità perché la Camorra ha bisogno del silenzio e del degrado per impiantare tutte quelle attività criminali che tendono a rendere inespugnabile il fortino del Parco verde di Caivano.
 

Orvieto: caso Gogol Bordello

All'Umbria Folk Festival concerto con polemica e bestemmia incriminata.

di Cinzia Catalucci

Si è chiusa lo scorso 24 agosto, a Orvieto, la quarta edizione dell'Umbria Folk Festival, rassegna di musica folk organizzata dalle associazioni Umbria Folk Festival e TeMa in collaborazione con Parametrica e con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Terni e del Comune di Orvieto. La manifestazione è ormai consolidata e con questa edizione è entrata a far parte di quegli eventi umbri che si sono conquistati una rilevanza nazionale. Sei giorni di concerti nella splendida cornice di Piazza del Popolo, nomi di fama nazionale e internazionale, uno speciale dedicato all'evento andato in onda su La7 e oltre 30 mila presenze complessive. Insomma, una manifestazione "da grandi", così grandi che la polemica che ne è nata, nel mondo politico e non, era prevedibile e preannunciata in una realtà non abituata a tali sconvolgimenti.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 06 Settembre 2010 15:04)

Leggi tutto...

 

Barbaramente ucciso il Sindaco di Pollica nel salernitano

 
di Teresa Petrellese
 
 
Solidarietà da Chiamparino presidente Anci e dal Sindaco Russo di Frattamaggiore. In molti fanno sentire la loro presenza tra questi i Giovani Democratici della Campania e Giuseppe Russo per il PD regionale

Il sindaco di Pollica, comune del Cilento (Salerno), è stato ucciso nella tarda serata di ieri in un agguato. Angelo Vassallo, 57 anni, è stato freddato da alcuni colpi d'arma da fuoco esplosi sia alla testa che al collo. Il cadavere del primo cittadino del piccolo comune reso noto in Italia per la bandiera blu assegnata da tempo alle acque del suo mare, è stato rinvenuto in una pozza di sangue, dal fratello all'interno della propria auto, un'Audi A4, dopo la segnalazione della moglie che non lo aveva visto rientrare. La vettura era in una strada isolata, in salita, sul percorso che conduce alla sua abitazione. I carabinieri, arrivati sul luogo del delitto intorno alle 2, hanno rinvenuto almeno nove colpi d'arma da fuoco. Indagini a tutto campo, non privilegiando alcuna pista, sia personale che politica. Secondo quanto si apprende, Vassallo non aveva alcun problema con la giustizia e si è sempre distinto per essere un sindaco «dinamico» che si batteva per la legalità e contro le ingiustizie.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 11 Marzo 2011 18:18)

Leggi tutto...

 

Napoli al centro dei progetti del nuovo Partito della Nazione

Giampiero Zinzi, coordinatore regionale:" Andremo da soli senza programmi e accordi seri tra le forze politiche"
di Armando Brianese

"La città di Napoli è centrale per il progetto del nuovo Partito della Nazione. Le prossime consultazioni per l'elezione del sindaco del capoluogo di Regione costituiscono un test importante per misurare il nostro consenso". A dichiararlo è il Commissario Regionale dell'Udc, Gianpiero Zinzi, intervenuto in occasione del seminario per l'apertura dell'anno politico dell'Unione di Centro, svoltosi stamani presso l'eremo dei Camaldoli a Visciano. "Alle prossime Comunali, sia a Napoli che negli altri tre capoluoghi di Provincia (Benevento, Caserta, Salerno) in cui si eleggerà il nuovo sindaco, – ha proseguito Zinzi - se non ci saranno accordi con altre forze politiche basati su programmi seri e su una squadra di qualità, l'Unione di Centro è disposta anche ad andare da sola".

Ultimo aggiornamento (Venerdì 06 Aprile 2012 08:53)

Leggi tutto...

 

Il centrosinistra Trentolese volterà pagina, a favore dei giovani? I Verdi fanno il primo passo.

Riceviamo e pubblichiamo.

In vista delle prossime comunali i verdi trentolesi hanno proposto alla coalzione del centrosinistra l'esponente VERDI, Salvatore Melillo, a candidato Sindaco.

"Nelle precedenti riunioni si è discusso molto sul candidato sindaco ed alla fine il centrosinistra ha deciso (forse) di trovare un candidato  all’interno della società civile, candidato che condivida le linee portanti del nostro programma.  L’idea tra noi non dispiace, ma se riusciremo a trovare un candidato giusto, forte a livello di attrazione politica ed elettorale, dobbiamo porci anche la domanda: siamo sicuri che questo candidato non tradisca il programma nostro e la coalizione di centrosinistra (l’esperienza insegna!). Dall'ultima riunione del centrosinistra fatta circa un mese fa, io  ho riflettuto molto su questa questione del Sindaco e vi dico che, se non riusciremo a trovare il candidato esterno ai partiti, io offro la mia candidatura. Non sono molto esperto, ma sono giovane, ho 27 anni e vorrei mostrare ai cittadini di Trentola-Ducenta che il centrosinistra ha anche idee e candidati giovani. Il mio, poi, è un volto giovane, un volto nuovo. Nel caso ci fosse bisogno, quindi, io non mi tiro indietro. Ripeto, mi candido a Sindaco. 

Ultimo aggiornamento (Sabato 04 Settembre 2010 19:25)

Leggi tutto...

 

Volla, nonostante le difficoltà di cassa, tante le iniziative positive per il terzo settore

di Agostino Navarro
 
Mentre molti Comuni della Regione Campania lamentano la carenza del trasferimento di fondi regionali e nazionali che li vede costretti a ridurre i servizi offerti alla cittadinanza, il Comune di Volla risulta uno dei pochi che continua ad erogare il servizio di Assistenza Domiciliare per anziani e disabili, garantendolo con fondi comunali. Inoltre a breve sarà pubblicato un bando per l’Assistenza specialistica agli alunni portatori di handicap nelle scuole del territorio e per il quale si conferma l’importo come lo scorso anno di Euro 150.000 nonostante le difficoltà di cassa che il Comune alle falde del Vesuvio sta gravemente vivendo. «Per quanto riguarda le Politiche Giovanili, il Servizio Civile Nazionale inizia ad essere una vera speranza per oltre 20 ragazzi del nostro territorio»
afferma l'Assessore alle Politiche Sociali e Giovanili di Volla Francesco Esposito. Con un Accordo di partenariato stipulato tra l’ANCI Campania, come Ente accreditato e capofila, ed il Comune di Volla come sede operativa, è stato presentato il progetto "Informa Città", approvato e presente nella graduatoria pubblicata a giorni dalla Regione Campania.
In ambito delle Politiche per la famiglia, è vicina l’apertura del primo Asilo nido comunale in località Caravita, frazione del Comune di Cercola, che accoglierà circa 20 bambini dai 12 ai 36 mesi offrendo così un servizio ai neo-genitori vollesi e cercolesi. Si è già partiti con un'analisi del territorio riscontrando un numero pari a 553 possibili utenti ai quali l’Amministrazione invierà apposito materiale informativo nei prossimi mesi.
In riferimento al servizio di Protezione civile comunale, a giorni sarà consegnata una Fiat Panda acquistata dal Comune di Volla per essere messa a disposizione in comodato d’uso gratuito dei volontari locali. «Infine – tiene a precisare l'Assessore Esposito - è stato presentato alla Regione Campania un progetto per l’acquisto di materiale ed attrezzature per la Protezione Civile, al fine di dare la possibilità ai volontari locali, sempre più disponibili e competenti, di svolgere i loro compiti in maniera puntuale ed efficiente. Siamo sicuri che anch'esso sarà approvato».
 

Moro parla con Cossiga nella sua ultima lettera

L'ultima lettera di Aldo Moro: Un disperato appello a Cossiga e un' atroce rassegnazione alla morte
di Armando Brianese

"Nonostante io sia la vittima prescelta di questo eterno caos della politica italiana,ringrazio la gente comune,la mia famiglia,mia moglie,dolcissima e malinconica,i miei figli,i sempre allegri i vicini di casa e tante altre sincere persone che ho conosciuto per la loro commovente partecipazione al mio martirio. Pacatamente direi a Cossiga che sono stato ucciso tre volte.Per insufficiente protezione,per rifiuto alla trattativa con terroristi e per la politica inconcludente ma che in questi terribili giorni ha eccitato l'animo di coloro che mi detengono.Tutti dovrebbero ripensare all'inutilità di questo lavoro e del mio sacrificio.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 06 Aprile 2012 08:51)

Leggi tutto...

 

nano-tv