Home Politica

Politica

PD CAMPANIA, RESPINTO IL RICORSO ORA SI PARTE CON LE PRIMARIE

di Rocco Sessa - Respinto il ricorso presentato da Michele Grimaldi uno dei tre candidati alla segreteria regionale del Pd, la decisione è stata presa dalla Commissione nazionale di garanzia Il caso era stato sollevato dopo che due candidati su tre avevano presentato le proprie liste oltre l'orario che era stato stabilito per le 20 di sabato scorso. Ora si procede per la celebrazione delle primarie per eleggere il segretario regionale e i 243 membri della nuova assemblea regionale, come nel resto del Paese, si vota domenica dalle 8 alle 20. Per essere eletto il nuovo segretario dovrà ottenere il 50% più 1 dei consensi. Qualora la soglia non dovesse essere superata a quel punto toccherà all'assemblea eleggere il segretario con la stessa maggioranza richiesta. Le liste sono divise per collegi: 6 a Napoli, 1 per la provincia di Benevento, 1 per la provincia di Avellino, 3 per la provincia di Caserta (Aversa, Santa Maria Capua Vetere, Caserta), 4 per a provincia di Salerno (Agropoli, Battipaglia, Salerno città e Nocera Inferiore). I non iscritti al Pd per votare saranno tenuti al versamento di 2 euro. Le primarie campane, infatti, sono precipitate nel caos dopo che due candidati su tre hanno presentato le proprie liste oltre l'orario che era stabilito per le 20 di sabato scorso.

Leggi tutto...

 

Rc auto, il Parlamento discute sulle proposte della Federconsumatori Campania

È sotto gli occhi di tutti il fallimento delle norme attualmente in vigore in Italia. In Campania si paga la Rc Auto più alta d'Europa ed in vaste zone d'Italia si pagano polizze con premi esorbitanti rispetto al resto del paese. Un neo patentato del Nord paga 400 euro, uno di Napoli circa 1800. E mentre i sinistri restano gli stessi, diminuisce il numero degli assicurati ed ovviamente il costo complessivo ricade su chi l'assicurazione continua a pagarla. E' per questomotivo che quasi un anno fa, il 15 Marzo 2013 si è costituito il comitato "Rc Auto: dalle proteste alle proposte!", con lo scopo di promuovere delle iniziative concrete volte ad una riforma della Rc Auto in Italia. Da allora la Federconsumatori Campania si è fatta carico di promuovere due azioni: la diffusione di una Petizione, rivolta al Parlamento Italiano, presentata da Confedercontribuenti, in cui si chiede un intervento urgente per riformare il settore; ed il sostegno alle sei proposte di Legge presentate da Nodisdetta e Federconsumatori Campania, attraverso un appello ai candidati campani, chiedendo a tutti i nuovi Parlamentari di discuterle nel merito.

Leggi tutto...

 

“Il centrosinistra crispanese conferma la buona amministrazione, ma più largo ai giovani”

Parla il segretario Pd Sossio Vitale: "la gente ci ha sempre preferiti perché siamo sempre vicini alle loro esigenze"

di Armando Muto - Crispano è uno dei pochi comuni amministrati ininterrottamente da oltre 15 anni dal centrosinistra e dal Pd in particolare. Perché i crispanesi vi danno sempre la fiducia?

“Non voglio dire che abbiamo radicalmente cambiato la città perché non amo fare demagogia, ma sicuramente le giunte di centrosinistra di Crispano hanno assicurato molti servizi e vivibilità, venendo incontro ai bisogni della gente. In altre paesi qui vicini, anche amministrazioni di centrosinistra hanno fallito nell’obiettivo di governare ed infatti sono state punite dagli elettori mentre noi, non a caso, come dicevate vinciamo sempre, e con una larga maggioranza”.

La gente è sempre più sfiduciata verso la politica che, oltre ad essere protagonista di ruberie quotidiane, oltretutto non riesce a dare soluzioni alle vere problematiche: lavoro, inquinamento, ecc… Secondo te cosa bisognerebbe fare per riconquistare un minimo di fiducia da parte dei cittadini?

“Innanzitutto bisogna cambiare questa legge elettorale e tagliare poltrone, stipendi, benefit e stipendi e pensioni d’oro, dirottando questi fondi verso i ceti medi e poveri, che sono la maggioranza in Italia, e dare un bonus alle coppie in procinto di sposarsi e alle famiglie numerose.

Così facendo si riacquista la fiducia della gente – se lo avessimo fatto primo 5 Stelle avrebbero ricevuto percentuali da prefisso telefonico – ed, oltretutto, si consente a questi ceti che rappresentano la maggioranza degli italiani di poter spendere di più. Un maggiore consumo significa anche rilancio del settore agricolo, commerciale ed industriale della nazione, tuttora in crisi”

 

Credi che il tuo partito – dopo aver sostenuto i governi Monti e Letta, fra i meno simpatici agli italiani perché puzzano tanto d’inciucio – possa risentire di una flessione a livello locale?

Ultimo aggiornamento (Sabato 22 Febbraio 2014 06:12)

Leggi tutto...

 

Canoni idrici e stadio. Palladino: “A Marano la soluzione non si è voluta vedere”.

La mozione dell'idv approvata all'unanimità è il “preso impegno” amministrativo.

«Persino su un bene pubblico affidato in gestione ai privati in periodo di commissariamento, come lo stadio comunale, non sono stati capaci di controllare la definizione del contratto e non hanno provveduto al passaggio di voltura del contatore dell'acqua dall'Ente al privato concessionario che lo gestisce, lasciando gravare i costi sulla collettività: figurarsi comparare le liste di utenza elettrica a quelle dell'acqua per scovare abusi. La soluzione è questa ed era semplice, ora l'Amministrazione dovrà impegnarsi a farlo dopo la nostra mozione». Così commenta l'ex candidato sindaco Michele Palladino e questo è il tema della mozione a firma Italia dei Valori presentata ieri e approvata nel corso della seduta di Consiglio Comunale. La mozione è stata approvata all'unanimità con un emendamento del proponente Michele Palladino che impegna l'amministrazione a valutare la comparazione delle liste idriche con quelle delle utenze elettriche in una modalità da definirsi. Irrisolto ancora caldo, nel corso degli anni, quello dei canoni idrici.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 31 Gennaio 2014 14:32)

Leggi tutto...

 

Torna in aula il "Registro dei Tumori" a quasi due anni dalla bocciatura della Consulta

di Rocco Sessa - Oggi il Consiglio regionale della Campania discuterà e, forse, approverà, la  legge sul registro dei tumori di popolazione della Regione Campania. Attesa e invocata da associazioni e comitati la legge fu varata il 10 luglio 2012 ma subito impugnata dal governo nazionale e qualche mese dopo dichiarata incostituzionale ( in alcune sue parti) dalla Consulta. Nonostante la gravissima crisi ambientale e l’emergenza Terra dei fuochi la Campania non ha chiuso ancora la pratica sul registro tumori come richiesto a gran voce da cittadini e associazioni in questi ultimi mesi. Alla notizia della bocciatura per incostituzionalità il dott. Antonio Marfella medico del Pascale ed uno degli animatori dell’associazione Medici per l’ambiente definì il blocco della Legge “un’esplicita dichiarazione di guerra di sterminio per sei milioni di cittadini campani”. Ne segui un decreto varato dalla Giunta Campana che tentava di porre rimedio alla decisione della consulta. Negli ultimi giorni si sono intensificate le richieste di riproporre una legge istitutiva del Registro dei tumori in Campania, corretta con le prescrizioni della Consulta. “Si è perso già troppo tempo, - spiegano i consiglieri del Pd riuniti nella commissione trasparenza presieduta da Nicola Caputo  - in mancanza di un Registro Tumori efficiente e completo, è impossibile stabilire l’eventuale nesso tra l’incremento delle patologie tumorali e il sempre più precario degrado dell’ecosistema ambientale, facendo così venir meno la tutela della salute dei cittadini”. 

Leggi tutto...

 

Testimonianze da Aushwitz

di Fortuna Quaranta - Un giovane studente universitario, volontario dell’associazione “Ozanam” realizza un documentario che farà tappa in diversi comuni. Il documentario è ambientato nei campi di concentramento nazisti di Auschwitz e Birkenau. La prima proiezione si è svolta ieri mattina, a Napoli, nella scuola media “S.Alfonso dei Liguori”, con la collaborazione dell’associazione “La Fenicia Campania”. Nel pomeriggio è stato proiettato questo documentario a Cardito, nella chiesa di San Biagio. In seguito , il Lunedì  il video è protagonista di un evento nella sala consiliare del comune di Melito, con la collaborazione del comune e della Pro-Loco. Nel fine settimana dedicato alla celebrazione de” Il giorno della memoria”, il 27 gennaio 1945, quando l’ingresso dell’Armata Russa nei campi di concentramento in Polonia svelò al mondo, in maniera inequivocabile, gli orrori perpetrati dai nazisti sugli ebrei, sarà riproposto il documentario presentato a S.Antimo, nella chiesa dello Spirito Santo, lo scorso 28 maggio.

Leggi tutto...

 

“La Città Metropolitana, nuove prospettive di sviluppo per l’area a nord di Napoli”

Venerdì 22 Gennaio, alle ore 17, presso la sala consiliare del comune di Cardito, si terrà il convegno “La Città Metropolitana, nuove prospettive di sviluppo per l’area a nord di Napoli”. Sarà una importante occasione attraverso la quale i Sindaci dei comuni a nord di Napoli potranno discutere in maniera trasparente ed analizzare le conseguenze che il disegno di legge costituzionale, a firma del ministro per le Autonomie locali del Governo Letta, Graziano Delrio, potrà comportare per la provincia a nord di Napoli. “Un convegno per fare luce sulle opportunità di sviluppo per il nostro territorio – afferma il Sindaco di Cardito, Giuseppe Cirillo – per capire gli sviluppi della legge ed offrire risposte concrete ad un’area afflitta da diverse problematiche”. Il convegno è organizzato dall’Associazione Komunitas, con il patrocinio morale del Comune di Cardito. Al tavolo di lavoro prenderanno parte Francesco Nicodemo (responsabile nazionale Partito Democratico), Venanzio Carpentieri (segretario provinciale Partito Democratico), Giuseppe Cirillo (sindaco di Cardito), Vincenzo Brasiello (sindaco di Grumo Nevano), Vincenzo Carfora (sindaco di Casoria), Vincenzo Caso (sindaco di Frattaminore), Carlo Esposito (sindaco di Crispano), Antonio Falco (sindaco di Caivano), Francesco Russo (sindaco di Frattamaggiore), Salvatore Sannino (sindaco di Casavatore), Antimo Silvestre (sindaco di Casandrino), Domenico Tuccillo (sindaco di Afragola). Apre i lavori Pasquale Barra (presidente del Consiglio Comunale di Cardito), modera Tommaso Ederoclite (responsabile proviciale Partito Democratico) e presiede il giornalista Arcangelo Munciguerra (portavoce Comune di Cardito).

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 22 Gennaio 2014 18:34)

Leggi tutto...

 

TERRA DEI FUOCHI: SINDACI E COMITATI IN REGIONE PER MIGLIORARE IL DECRETO DEL GOVERNO.

di Rocco Sessa - Sindaci e comitati in regione per discutere le proposte per migliorare il Decreto Legge sulla Terra dei Fuochi, in corso di conversione in Parlamento, e la verifica dello stato di attuazione della legge regionale che detta misure straordinarie per la prevenzione e la lotta al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti. La commissione speciale Bonifiche presieduta da Antonio Amato del Pd che aveva convocato l’incontro si trasforma così in una assemblea  a cui prendono parte tra l’altro l’assessore all’ambiente Giovanni Romano e quello all’agricoltura Daniela Nugnes. Una occasione rara di confronto tra tutti i soggetti in campo nella vicenda drammatica della terra dei fuochi. Per i comitati bene la configurazione del reato ambientale legato ai roghi dei rifiuti, ma sono emerse perplessità sulla presenza dell’esercito sul territorio. Non sono mancati neppure i rilievi e le contestazioni alla formulazione del decreto, perplessità espresse dai rappresentanti dei comitati,  dai Medici per l’Ambiente e da molti degli amministratori presenti e addirittura dallo stesso assessore Romano che ammette che, “la problematica fondamentale è che non si mette a disposizione nemmeno un centesimo per la Terra dei Fuochi.C’è bisogno di risorse per fare le diverse tipologie di bonifica, - spiega - da quelle strutturali a quelle con metodiche alternative. Potremmo fare la migliore legge di questo mondo ma se le Regioni non hanno risorse sarà difficilmente attuabile".

Ultimo aggiornamento (Martedì 21 Gennaio 2014 20:05)

Leggi tutto...

 

Quindici milioni di euro per il Comune di Cardito

"Riqualificazione finalizzata allo sviluppo urbano e al recupero ambientale del territorio", questo è l'obiettivo del piano redatto dal Servizio dei Lavori Pubblici della Città di Cardito. Un progetto che ha un importo complessivo di 5.100.000 euro da finanziare attraverso i fondi FESR. Gli interventi previsti sono finalizzati a garantire il risanamento ambientale e il miglioramento delle condizioni igienico-sanitario del territorio. Il fulcro dell'intervento sarà la riqualificazione di via P.Donadio (ex SS.87) e delle aree adiacenti mediante la rifunzionalizzazione delle reti infrastrutturali comunali con l'obiettivo prioritario di efficientare il sistema di collettamento, riducendo, anche indirettamente, le problematiche di allagamenti in p.zza Madonna delle Grazie. Inoltre sarà possibile un restauro del palazzo Mastrilli e delle areeannesse mediante azioni finalizzate alla riqualificazione del centro storico. “Miglioreremo il contesto urbanistico della città, dandole un volto del tutto nuovo – sostiene il Sindaco Giuseppe Cirillo -  migliorando così anche le prospettive economiche delle aree commerciali presenti in città”. Oltre questi 5 milioni potrebbero arrivarne altri 9 circa, attraverso “la Città del Fare”.

Leggi tutto...

 

Marano. Scadenza IMU del prossimo 24 gennaio: "ci pensiamo noi ad informare i cittadini"

"Se il Comune non fa informazione sull'IMU, la facciamo noi con spirito di servizio e insieme alle associazioni" Intervengono così i consiglieri Michele Palladino, Pasquale Coppola e Marco Tagliaferri a pochi giorni dalla scadenza del pagamento dell'imposta.

“La politica - spiega Palladino - diviene servizio serio quando i rappresentanti eletti cooperano con le forze associative culturali e politiche di un territorio. E di fatto i nostri tentativi inascoltati di impegnare l'amministrazione comunale in una efficiente campagna informativa, in vista dell'imminente scadenza del pagamento IMU, sono stati riconosciuti e accolti dall'associazione PIÙ. Per questo motivo sono stato invitato ad una iniziativa pubblica già in programma, promossa da Crescenzo Coppola, responsabile organizzativo dell'associazione, nelle sedi in via Mallardo a Marano, proprio per far chiarezza su questo problema e ho avuto modo ancora una volta di acclarare i dubbi in cui riversano i cittadini quando c'è divario e distanza con le istituzioni. Il 24 gennaio scade il termine per il pagamento dell'IMU, individuare l'importo dell'imposta è un problema. Abbiamo deciso di mettere in campo due iniziative, tra politica e associazionismo – conclude l'ex candidato sindaco di Marano Bene Comune - per sciogliere ogni dubbio ai cittadini”.

Leggi tutto...

 

nano-tv