Home Politica

Politica

BASSOLINO, “GUARDO CON SIMPATIA A RENZI MA NEL SUO DISCORSO NON C’È STATA ATTENZIONE VERSO IL MERIDIONE”.

di Rocco Sessa - Anche Antonio Bassolino interviene sulle vicende nazionali ed in particolare sul nuovo governo guidato da Matteo Renzi, lo fa come al solito, centellinando le parole, a margine di una delle presentazioni del suo libro, “Le dolomiti di Napoli”. “Guardo con simpatia a Renzi è un giovane che può smuovere le acque – spiega l’ex governatore della Campania”. Ricorda che è stato uno di quelli che alle primarie dello scorso dicembre gli ha dato il suo voto. Lo annunciò con un post su twitter, “la scelta più giusta che si possa fare è votare Renzi, - scrisse - perché solo il sindaco di Firenze riuscirà a instaurare una segreteria forte e autorevole”. Endorsment che destò non poche polemiche e forse qualche mal di pancia anche tra le fila dei renziani della prima ora.  Ora che Renzi è il nuovo premier, pur augurandosi che “faccia bene” non lesina qualche critica sul metodo con cui l’ex sindaco di Firenze e segretario del Pd è approdato a Palazzo Chigi, “avrei preferito – spiega – che arrivasse al governo in un altro modo, attraverso il voto degli elettori, lo avrebbe reso molto più forte. Ha scelto invece, questa strada più tortuosa, ma ormai è fatta”.

Leggi tutto...

 

Governo Renzi, Venerdì sarà il giorno decisivo

Quasi sicuri De Luca, Caputo e Alfano, in pole anche Ederoclite

Nonostante l’audacia che il Premier Renzi ha finora dimostrato la squadra di Governo non è ancora completa. Le nomine dei Viceministri e Sottosegretari non sono ancora arrivate. Martedì doveva essere il giorno decisivo, eppure fino ad ora pare non ci sia ancora l’accordo decisivo. Venerdì sarà però il giorno chiave. Le poltrone da assegnare saranno circa una cinquantina e 25 dovrebbero spettare al PD ammesso che riesca a sciogliere i suoi dubbi interni. I rappresentanti campani, rimasti fuori dalle nomine dei ministri dovrebbero essere presenti in maniera corposa.  Tra i nomi quasi certi c’è quello dell’ex Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, già vice ministro alle Infrastrutture senza delega del Governo Letta e di Gioacchino Alfano, anche lui già sottosegretario alla Difesa nel precedente Governo e fedelissimo del Ministro Lupi. I dubbi sono legati invece a Nicola Caputo, Valeria Valente e Teresa Armato uno dei tre dovrebbe sicuramente farcela (probabilmente la spunterà il Consigliere Regionale casertano) ma nelle ultime ore stanno circolando in maniera sempre più insistente voci su Pina Picierno e Francesco Nicodemo che però, dopo la sua nomina nella Segreteria Nazionale del PD, ha già dichiarato la sua volontà di dedicarsi unicamente al partito e per questo lascerebbe il suo posto al frattese Tommaso Ederoclite, esperto di politiche pubbliche per la digitalizzazione, uno dei temi principi del nuovo Governo Renzi.

Leggi tutto...

 

Cardito, finanziati 5 milioni di euro dalla Regione Campania per la riqualificazione urbana

Il Sindaco Cirillo: ”Questa è solo la prima parte della progettazione per cambiare il volto della città”

Parte la riqualificazione urbana della città di Cardito. La Regione Campania attraverso il decreto 70/2014 ha scelto di destinare al Comune 5.100.000 euro di fondi europei per il progetto di "Riqualificazione finalizzata allo sviluppo urbano e al recupero ambientale del territorio". Il fulcro dell'intervento sarà la riqualificazione di via P.Donadio (ex SS.87) e delle aree adiacenti mediante la rifunzionalizzazione delle reti infrastrutturali comunali con l'obiettivo prioritario di efficientare il sistema di collettamento, riducendo, anche indirettamente, le problematiche di allagamenti in p.zza Madonna delle Grazie. Inoltre sarà possibile un restauro delle aree annesse mediante azioni finalizzate alla riqualificazione del centro storico. Questi fondi vanno ad aggiungersi agli altri 800.000 euro richiesti per le opere di manutenzione straordinaria del Cimitero ed ai 544.889,70 euro di fondi PAES destinati al Consorzio di cui facciamo parte.Sono felice - commenta il Sindaco Giuseppe Cirillo - perché stiamo riuscendo a mantenere tutte le promesse fatte ai cittadini. Questo finanziamento infatti, è la dimostrazione che i nostri non sono proclami al vento ma fatti concreti. Fatti che evidenziano ancora di più l'impegno costante di tutte le competenze di questa amministrazione grazie alle quali siamo riusciti ad intercettare questi fondi della Comunità Europea che ci permetteranno di realizzare grandi opere senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini.

Leggi tutto...

 

PD CAMPANIA: FRANCESCO RUSSO NELLA SQUADRA DI TARTAGLIONE

Il Sindaco di Frattamaggiore si occuperà di valorizzazione delle autonomie locali.

di Rocco Sessa - Francesco Russo entra nella segreteria regionale del Pd per rappresentare il territorio e l’area nord di Napoli. Al sindaco di Frattamaggiore affidata la delega alla valorizzazione delle autonomie locali. Superati gli ultimi scogli a una settimana dalla vittoria delle primarie di domenica scorsa, si configurano i nuovi equilibri interni al Pd campano. La nuova segreteria regionale del Pd è composta da sedici membri, la metà dei quali sono donne. Oltre a Francesco Russo ci sono nella squadra di Tartaglione, Nello Masturzo, delfino di De Luca, a cui è stata affidata la delega all’ organizzazione e riforma territoriale del partito. Enti locali e circoli aDionigi Magliulo, comunicazione e responsabilità di programma a Luciano Crolla, Welfare e politiche per le persone a Nora Di Nocera, politiche di recupero del territorio a Mauro Colatoio, Crisi industriale e nuova occupazione a Loredana Raia, politiche agricole a Mario Rizzi, diritti e politiche di integrazione a Rosita Baia, beni culturali a Leo Annunziata, valorizzazione delle eccellenze campane a Monica Castaido, Trasporti a Giorgio Zinno, parchi a Emilia Longobardi, Turismo a Maria Ciocia, politiche dell'impresa a Antonella Oliveri del Castillo e riforme e federalismo a Paola Mazzina.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Febbraio 2014 13:50)

Leggi tutto...

 

Ad Afragola i dirigenti sono più forti della politica? Grave negazione di atti ai Consiglieri Comunali

A denunciare la posizione dei Dirigenti il consigliere dei Giovani Democratici Tuberosa, Presidente della III commissione deputata al controllo degli atti
"L'accesso agli atti riguardanti procedimenti gestionali non sono accessibili né a consiglieri e nè alla stessa commissione consiliare deputata proprio al controllo di tali". Questo quello che si legge sull'ultima comunicazione inviata alla III Commissione consiliare dal Dirigente del Settore tecnico, Nunzio Boccia, e controfirmata dal direttore dell'esecuzione Augusto Prisco e Responsabile Unico Procedimento, Giuseppe De Luca. Insomma il Dirigente ed i funzionari negano al Consigliere Tuberosa, Presidente della III Commissione Consiliare, gli atti previsti dal "capitolato d'appalto" riguardante la ditta deputata alla pulizia degli edifici pubblici. "Sono rimasto senza parole", - dichiara il giovane consigliere -  "siamo arrivati alla morte della politica che assume un ruolo sempre più residuale. A questo punto aboliamo le elezioni e diamo tutto in mano ai tecnici se la politica non può nemmeno assurgere alla propria funzione di controllo richiedendo atti previsti dallo stesso capitolato d'appalto", - continua in modo provocatorio Tuberosa, consigliere dei Giovani Democratici -  dall'11 Novembre con ben 3 richieste di atti, 2 relazioni ed una convocazione degli interessati si sta cercando di venire a capo ad alcune criticità riguardo l'appalto, criticità che hanno portato il personale dipendente in agitazione da mesi, i quali reclamano una verifica e il rispetto dei propri diritti. I dipendenti comunali interessati dopo tre mesi di silenzio, avallati dal dirigente hanno definitivamente negato, in modo ovviamente illegittimo, i documenti con cui il controllore, Augusto Prisco, dovrebbe verificare mese per mese il rispetto del Capitolato.

Leggi tutto...

 

Casoria. "Falso allarme", crisi rientrata si riparte con un nuovo assessore

Le deleghe di Politiche sociali e Polizia municipale avocate al sindaco
Il Sindaco Vincenzo Carfora ha di fatto chiuso la crisi, aperta qualche settimana fa. Sono state redistribuite alcune deleghe, con una new entry, l’Avvocato Sergio Marchetti che si occuperà di bilancio e avvocatura. Il resto della squadra rimane intatto. Vice Sindaco con delega ai lavori pubblici resta Sergio D’Anna, all’Urbanistica Tommaso Casillo e all’Ambiente Pasquale Tignola. Il personale andrà a Mariano Marino che continuerà ad avere anche la delega al Patrimonio Comunale. All’unica donna rimasta in squadra, dopo l’uscita di Valeria Esposito, Luisa Marro andranno, pari opportunità, pubblica istruzione, protezione civile e cultura e tempo libero. L’assessore Antonio Lanzano si occuperà di attività produttive, sport e zone franche urbane. Il Sindaco ha deciso di avocare a se due deleghe, ossia la polizia municipale e le politiche sociali. "Ringrazio la dott.ssa Valeria Esposito per aver dato il suo prezioso contributo in questi mesi, - afferma il sindaco Carfora - adesso è tempo di lavorare alacremente per portare a termine ciò che è stato programmato in questi due anni e mezzo. L’obbiettivo è arrivare alla scadenza naturale del mandato per realizzare i tanti progetti messi in campo. PIU Europa, piano Operativo del PUC, zone franche urbane e intercettazione dei fondi comunitari presenti nella nuova agenda 2014/2021, sono solo alcuni dei temi che sono e saranno oggetto del programma da mettere in atto nei prossimi mesi".

Leggi tutto...

 

In seguito al suicidio del panettiere di Casalnuovo, Giovanni Nappi capogruppo del PD cittadino scrive a Matteo Renzi:" Noi amministratori locali non possiamo fare grandi cose, tu si. Spero utilizzerai il tuo coraggio per cambiare questo paese".


ì"Caro Matteo, ti scrivo perché oggi è stata per me e per l’intera comunità in cui vivo una giornata triste. Credo tu abbia appreso dai giornali la notizia che ha riguardato un commerciante della mia città, Casalnuovo di Napoli: si è suicidato perché avrebbe dovuto pagare una multa, stando a quanto si apprende dalla stampa, di duemila euro. Una cifra da trovare entro poche ore, al fine di evitare aggravio nella sanzione inflittagli ed ulteriori conseguenze (tra cui, probabilmente, la sospensione dell’attività o, persino, sanzioni di tipo penale). È proprio così caro Matteo. Tu sei il mio segretario. Ti accingi a formare un governo. Tu devi sapere! Tu devi conoscere qual è la reale situazione, in certi casi, dell’ordinamento giuridico italiano. L’Italia è il paese in cui se degli ispettori del lavoro (che fanno il loro mestiere, per carità!) riscontrano, in un’azienda, l’impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al venti per cento del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro adottano un provvedimento di sospensione dell’attività (ai sensi dell’art. 14 del D.lgs. 81/2008 e s.m.i.).

Ultimo aggiornamento (Venerdì 21 Febbraio 2014 14:08)

Leggi tutto...

 

Arzano. Lavoratori, associazioni e opposizione contro la liquidazione dell’Artianum

Ricorso al TAR per l’acqua bene comune

 

di Angelo Vozzella - Sarà presentato un ricorso al TAR, per fermare la delibera che apre alla privatizzazione del servizio idrico, ora gestito dalla società pubblica “Artianum”. Le associazioni del territorio e quasi tutti i partiti d’opposizione, uniti nel Comitato AcquaBeneComune, si costituiranno parte civile per difendere “Artianum” dalla liquidazione e con essa il valore etico dell’acqua pubblica. Riuniti nella sala consiliare mercoledì 19 febbraio, con i lavoratori della società, si sono detti pronti a un’aspra battaglia. Sperano di fermare un provvedimento che, oltre ad essere impopolare (causa l’aumento delle bollette) e a mettere a rischio il lavoro dei quattordici dipendenti dell’Artianum, è in controtendenza, forse anche legislativa, con gli esiti referendari del 2011, quando gli italiani si espressero per la salvaguardia dell’acqua pubblica. Nel post-referendum, sia Berlusconi che Monti hanno tentato, fermati poi dalla Corte Costituzionale, di sovvertire l’esito delle urne. Hanno passato, quindi, la palla alle Regioni, molte delle quali, tra cui la Campania, hanno legiferato in barba al volere popolare, consentendo ai Comuni deroghe sulla questione. Arzano ha giocato, addirittura, d’anticipo e senza valutare altre soluzioni proposte anche in Consiglio Comunale con una mozione d’ordine, come la ricapitalizzazione e l’eventualità di consorziarsi con l’ABC di Napoli. Senza esito positivo del ricorso, si andrà dunque verso una gestione privata del servizio idrico.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 20 Febbraio 2014 10:15)

Leggi tutto...

 

Edilizia scolastica, Domani conferenza stampa Pd per denunciare blocco dei fondi

Intervengono Topo, Carpentieri e Cortese

“Intendiamo denunciare – dichiara il consigliere regionale del Pd Angela Cortese - una situazione molto grave che stanno subendo molti Comuni della Regione e, in particolare, il blocco dei fondi per l'edilizia scolastica fermati da una sconcertante iniziativa del Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che ha impugnato tutta la graduatoria. Per questo abbiamo convocato una conferenza stampa in Consiglio”. Domani, martedì 18 febbraio, alle ore 12, a Napoli, presso la sede del Consiglio regionale della Campania, Centro Direzionale, Isola f13, primo piano, il gruppo regionale Pd terrà una conferenza stampa. Insieme ad Angela Cortese , consigliere regionale e segretario della commissione Istruzione del Consiglio regionale, interverranno Raffaele Topo , capogruppo del Pd in Regione Campania, Venanzio Carpentieri , segretario del Pd di Napoli, Giuseppe Ferrandino, Carmine Monti, Pantaleone Annunziata, Giuseppe Cirillo , Antimo Silvestre, Vincenzo Caso e Antonio Falcone rispettivamente Sindaci dei comuni di Ischia, Lacco Ameno, Poggiomarino, Cardito, Casandrino, Frattaminore e San Vitaliano.

Ultimo aggiornamento (Martedì 18 Febbraio 2014 16:36)

Leggi tutto...

 

Primarie PD: Oggi si elegge il Segretario Regionale

Mentre Renzi, dopo aver vinto le primarie nazionali, si accinge a diventare Primo Ministro, in Campania è di nuovo tempo di primarie. Stavolta si elegge il Segretario Regionale. Dalle 8 di stamattina fino alle 20 sarà possibile votare per decidere il successore di Enzo Amendola ed i 243 membri della nuova assemblea regionale. I competitors sono tre: Assunta Tartaglione, Guglielmo Vaccaro e Michele Grimaldi. Il Segretario Regionale, verrà eletto solo se raggiungerà il 50% più 1 dei consensi. Se così non dovesse essere, toccherà decidere alla stessa segreteria regionale, con la stessa soglia (50% + 1). Le liste sono divise per collegi: 6 a Napoli, 1 per la provincia di Benevento, 1 per la provincia di Avellino, 3 per la provincia di Caserta (Aversa, Santa Maria Capua Vetere, Caserta), 4 per a provincia di Salerno (Agropoli, Battipaglia, Salerno citta’ e Nocera Inferiore). I non iscritti al Pd per votare saranno tenuti al versamento di 2 euro.

Leggi tutto...

 

nano-tv