di Armando Brianese

Meraviglia e coinvolgimento. Forse sono proprio le uniche due parole che posso descrivere le emozioni provate dal pubblico che ha assistito al concerto dei Mono al Circolo degli Artisti. Giunti a Roma per presentare il loro nuovo album "Hymn to the immortal wind", il quartetto giapponese ha letteralmente avvolto gli ascoltatori in un vento magico e immortale. Partendo da una base post-rock associabile a band come Mogwai, Godspeed you! , ed i primi Sigur Ros, i Mono hanno saputo sviluppare un sound tutto loro , ricco di sfumature, quasi orchestrale(l'ultimo lavoro è registrato proprio con un'orchestra) ed in grado di portare dinamicamente, e con tempi lunghi, a volumi altissimi e intensi. Lo show , della durata di circa due ore, ha confermato una grande maturità e una grande cura dei dettagli sonori. Emozionanti. Segnaliamo il loro my space: http://www.myspace.com/monojp

Ultimo aggiornamento (Venerdì 06 Aprile 2012 08:15)