Home Musica

Musica

Nello Fiorillo parla del suo nuovo singolo “ Fuori tempo “

di Fortuna Quaranta“ Di cosa parla il tuo singolo “ fuori tempo ? , qual è la tematica principale ? “ – “ Fuori tempo racconta di un amore sofferente, che tutto sopporta, tutto perdona, e tutto sacrifica. – spiega Nello -  ognuno di noi è unico e irripetibile, e nessuno merita di vivere "fuori tempo", anche se in gioco c’è un sentimento nobile quale l’amore.  A mio parere chi ti vuole diverso, non vuole te! “ . “ Quindi presenti l’amore sotto una luce diversa , non la solita storia “ rose e fiori “ giusto? Hai lavorato da solo alla realizzazione di questo singolo? “ – Sì esatto un po’ è così , io e Jo Carbonaro , il coautore del brano , abbiamo voluto provare a raccontare  l'altra faccia dell'amore: Il disagio, nel vivere una storia  affinchè questa non finisca “.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 11 Settembre 2013 15:00)

Leggi tutto...

 

LA MUSICA NERA DEI BLACK SAND BOYS

di Marco Trotta - Direttamente dalle coste vesuviane, con le loro spiagge di sabbia nera, arrivano i Black Sand Boys, progetto molto interessante nato da una costola del gruppo rap FUNKY PUSHERTZ.
Il progetto dei Black Sand Boys prende corpo con “Back to the future Volume I” che ha visto far uscire sul canale internet Youtube il 26 luglio due release  "Quello che sei tu" e "I Believe" con la possibilità di poterle scaricare fino al 2 settembre, e che hanno catturato l’attenzione dei naviganti della rete ma anche degli addetti ai lavori. I Black Sand Boys sono Kayaman e Mastu Nzò, rispettivamente, voce e produttore di beat di questo progetto di soul music napoletana. La curiosità di poter uscire dalla rigidità vocali  rapper e di poter dare maggior spazio alle grandi potenzialità di Kayaman, hanno fatto si che questi due artisti dessero spazio, tramite la proficua capacità Mastu Nzò di creare Beat avvolgenti dalle musicalità fresche, ad un nuovo “duo” soul napoletano.

Leggi tutto...

 

SE NON LO “FAI” SEI UNO STRONZO: LA VERA STORIA DI UNA GIOVANE ETICHETTA

di Marco Trotta - Alcune idee nascono così, tra una chiacchierata e qualche birra tra amici. L’argomento è la musica, si discute su quello che c’è, su come il mainstream ormai sia ovunque e per suonare c’è bisogno della spinta di uno e dello sponsor di quell’altra. Non va. C’è bisogno di qualcosa, c’è bisogno di fare. Di uscire da questa logica, di coinvolgere le persone, il pubblico, ricordare quello che è la musica. Questo è FALLODISCHI. Un’etichetta nuova, fresca, che ha già all’attivo diverse pubblicazioni di gruppi come L’AMO, VACANZA, CULTURE WARS, NASOV, e altri se non li ha fatti li sta per fare, ma li farà di certo. Sempre tutto confezionato in casa, perché è così che funziona FALLODISCHI. L’essenziale è la musica.
RAGAZZI COME NASCE L’IDEA DI FALLODISCHI?
Tutto è partito una sera sul tetto di Officina99, c'erano Alessio e Mario, c'era la festa per "You Have No Control", il tributo napoletano ai Fugazi e sul tetto proiettavano "Instrument". Era il maggio del 2010, poi dopo un anno e mezzo è arrivato Michele,tutto è stato un attimo. L'idea era che alla base non dovesse esserci alcuna idea, ma solo gesti, fatti, dischi, concerti. Che i dischi parlino, non le parole. Le parole sono noiose e soprattutto vuote; le idee quasi sempre non sono recepite come si dovrebbe. Al contrario i dischi, invece, sono pieni, inequivocabili e di per sé eloquenti, a meno che non siano stampati male  Fino ad arrivare al presente, tre anni dopo. Oggi non sappiamo più dire chi è o cos'è FalloDischi. Ci sono un mare di amici che ci danno più che una mano, ognuno a modo suo, chi facendo video, chi prestandoci l'amplificatore, chi comprandosi tutti i dischi che stampiamo. Era, forse, quello che intimamente desideravamo, ma che non sapevamo esprimere.
COSA È PER VOI LA FALLODISCHI?
La famiglia. Non quella che ti capita, ma quella che ti scegli.

Leggi tutto...

 

Singer Inside, il primo casting parte da Casoria

Giovedì 25 aprile, dalle 10 alle 18,  presso i Pini Parco Commerciale (Strada Statale Sannitica 87, Km. 9) di Casoria, parte il primo casting di Singer Inside,  un  progetto accademico  rivolto a coloro che vogliono intraprendere la strada della musica e del canto con serie possibilità di crescita professionale e culturale.

Ogni partecipante avrà la possibilità di seguire  corsi  tenuti da docenti di grande spessore e di esibirsi all’interno di contest serali che  andranno  in onda su Rai News, media partner ufficiale di Singer Inside Academy.

I finalisti saranno suddivisi nelle seguenti modalità:  canto moderno, canto lirico, canto jazz.
I primi classificati per ogni categoria saranno i vincitori di Singer Inside ed avranno diritto ai seguenti premi:
Il
1° Classificato categoria Pop realizzerà un Album prodotto e distribuito in collaborazione con Universal Music

Il 1° Classificato categoria Lirica realizzerà un Album eseguito da Orchestra in collaborazione con Universal Music

Il 1° Classificato categoria Jazz realizzerà un Album in collaborazione con i migliori musicisti della scena Jazz Italiana ed Internazionale ed in collaborazione con Universal Music.

Leggi tutto...

 

L'11 aprile al teatro Lendi Gianluca Capozzi presenta il suo ultimo singolo

di LELE VOTTIS - Comincia la carriera artistica a 17 anni come cantante da piano bar. Nel 1994 esce il suo primo album intitolato tra musica e poesia. Nel 1996, appoggiato dalla casa discografica ZEUS RECORD, decide di realizzare il suo primo disco da cantautore intitolato A spasso nell'anima, che raggiunge buoni risultati nel mercato campano vendendo 10.000 copie in pochi mesi. Gli esiti del progetto discografico gettano le basi per il terzo album, che si concretizza nel 1998, con l'uscita dell'album "SONO COME SONO ", disco che non tradisce le attese e supera in vendite il precedente album raggiungendo le 15.000 copie nei primi sei mesi. Gianluca Capozzi e il concerto della sua carriera, che si terrà l’11 Aprile 2013 ore 21 al Teatro Lendi. Gianluca Capozzi è attualmente in rotazione radiofonica con il nuovo singolo “Cade” e proporrà durante il concerto tutti i grandi successi della sua lunga carriera.

Leggi tutto...

 

Bruno Bavota alla Royal Albert Hall di Londra

Il giovane pianista e compositore partenopeo si esibirà nel prestigioso teatro britannico per il Galà di presentazione dell’Accidental Festival. Verrà presentato il suo ultimo lavoro “La casa sulla Luna”, viaggio nei luoghi dell’anima attraverso dieci brani di musica contemporanea.

Martedì 2 aprile Bruno Bavota si esibirà alla Royal Albert Hall di Londra. L’occasione è il Galà di presentazione dell’Accidental Festival. Il giovane compositore partenopeo è stato selezionato tra migliaia di artisti per intrattenere il parterre di altissimo livello tra professionisti del settore, stampa e supporter del festival. Il suo pianoforte sarà la colonna sonora di tutta la serata che culminerà in un momento di presentazione dell’artista e del suo ultimo lavoro discografico “La casa sulla luna”.

 

IL FESTIVAL – L’Accidental Festival è una piattaforma per artisti emergenti che consente loro di presentare i propri lavori nella Roundhouse, casa per i musicisti e i performer più raffinati al mondo, situata nel quartiere Camden, cuore pulsante di Londra. Giunto alla sua ottava edizione, l’Accidental si svolgerà dal 9 al 12 maggio. Per ulteriori informazioni: http://www.accidentalfestival.co.uk/

IL DISCO“La casa sulla Luna” è il secondo album di Bruno Bavota. Dopo il successo de "Il pozzo d'amor" il compositore, nato a Napoli 29 anni fa, torna a far parlare il suo pianoforte. Dotato di una cifra stilistica che rende la sua musica paragonabile a quella del Maestro Ludovico Einaudi, Bavota prosegue il suo viaggio in luoghi non terreni, luoghi dell’anima.  “La casa sulla Luna” è un contenitore di sogni, speranze e amore, un luogo lontano dalla Terra ma anche così vicino, così da poterne ammirare tutta la sua bellezza. Una “casa” dove poter essere più vicino alle stelle, convinto che la vita umana non ha uno scopo ma un'esistenza, semplice e necessaria come il brillare delle stelle.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 27 Marzo 2013 06:01)

Leggi tutto...

 

Il giovanissimo Antonio Di Somma debutta alla Festa dei Gigli 2013

Per l'occasione il Giglio del Panettiere ha inciso un disco con la sua voce

NOLA - In occasione del debutto da cantante per il giovanissimo Antonio Di Somma i maestri di festa del giglio del Panettiere 2013 Felice e Venanzio Dante Mercogliano hanno prodotto un disco contenente molti pezzi storici della Festa, con la voce del ragazzo. Per la registrazione, avvenuta presso la GERK STUDIO di Emanuele Marseglia, hanno collaborato la Cappelluccio's band, la voce storica del Panettiere, Tino Simonetti, e il fratello del cantante, Paolino Di Somma. Il lavoro si intitola "Tra suonn e realtà", che è anche il titolo del primo brano inedito.

Il cantante è figlio d'arte. Si tratta infatti di una famiglia, i Di Somma, che ha da lungo tempo dimostrato attaccamento alla kermesse e che ha “sfornato” nel corso degli anni i cantanti Giovanni Di Somma, padre di Antonio, e Felice Di Somma, zio del ragazzo.

La prima esibizione del giovane avvenne in una serata del 2007 del "Venerdì delle cene" in piazza Paolo Maggio, insieme ad una band di suoi coetanei, la Russo's band. Dal 2009 al 2011 Antonio ha cantato su alcuni mini gigli realizzati dal circolo "FUORI FESTA" di Nola, ed ha partecipato anche a qualche evento al di fuori della Festa dei gigli di Nola, come a Cisterna, a Brusciano, luogo in cui peraltro esordì la prima volta come cantante su un giglio. A giugno di quest’anno il cantante è stato ingaggiato a far parte dello staff canoro del giglio per la Festa 2013 insieme alla Manco's, divisione musicale barrese. Insieme a lui sul palco del Panettiere sarà presente lo storico maestro Tino Simonetti, e suo fratello, Paolino.

“Io penso che affinchè una festa si concluda alla perfezione, deve esserci la partecipazione di tutti”, ci riferisce il cantante, “Divisione musicale, cantanti, costruttore, impiantista dell'audio e tanto altro, quasi definirla come una partita di calcio facendo un goal ciascuno e alla fine tirando le somme si può sapere se abbiamo vinto la partita”. Questionato sulla sua giovane età, Antonio risponde che ovviamente bisogna dare “tempo al tempo, deve esserci passione annessa allo studio, e bisogna saper restare coi piedi per terra”. Il prossimo maggio, dunque, la Festa dei Gigli si arricchirà di una nuova, giovanissima voce.

 

I Bufalo Kill aprono il live di Patty Smith!

La band casertana, vincitrice del contest "destinazione Neapolis" riscalda il palco alla poetessa del rock.
di Francesca Crispino

Una band dell’Alto Casertano aprirà il concerto di Patti Smith, icona del rock di New York. L’appuntamento è fissato per il prossimo diciannove luglio, nell’ambito dalla rassegna Neapolis Festival, nello stadio comunale di Giffoni Valle Piana.  I Bufalo Kill, Alfred K Parolino , Gianni Vessellas e Tony Franzini , ha infatti vinto la selezione di Destinazione Neapolis, il contest che permette alle band vincitrici di entrare direttamente nella line up del Neapolis , che anche quest’anno si pregia di ospitare grandissimi ospiti nazionali e internazionali.  I Bufalo Kill, si sono classificati primi alle selezioni che si sono tenute il sette giugno presso l’Università degli Studi di Salerno. Il festival, che si svolgerà dal 14 al 20 luglio presso lo stadio comunale di Giffoni Valle Piana, vedrà oltre alla partecipazione di Patti Smith, anche quella di altre importanti band come Dinosaur Jr, Blonde Redhead, Teatro degli Orrori, Pino Daniele, Caparezza. Una vetrina importante per I Bufalo Kill che infuocheranno coln il loro sound le migliaia di spettatori che ogni anno affollano il Neapolis Festival.

Leggi tutto...

 

Cos'è la musica?

 

di Carmela Fiorentino


Ma cosa e' "tecnicamente" la musica. Certo è che le musica è un qualcosa di fondamentale nella vita di ciascuno, sere a colorare le nostre giornate, a rendere perfette quelle già belle e a migliorare di gran lunga quelle più tristi.

 

Le tre branche principali che la compongono sono dunque il ritmo, la melodia ed infine l'armonia. Ma cosa sono nello specifico?

 

Il ritmo non e' altro che una misurazione legata al tempo attraverso cui si misura lo scorrere del tempo stesso. Il tempo e' un qualcosa in continuo movimento ed il motivo per il quale spesse volte non ce ne accorgiamo e' perche' noi siamo totalmente in esso stesso, che scorre e va veloce mentre noi siamo fermi.

Per capire meglio questo concetto possiamo fare un esempio molto semplice: immaginiamo di essere seduti sulla riva di un fiume...cosa notiamo? Il fiume scorre e noi lo osserviamo, il fiume di cui parliamo e' il tempo. Non siamo schiavi del tempo perche' lo vediamo proseguire, ma ne siamo allo stesso tempo prigionieri.

 

Il ritmo e' la frequenza con cui registriamo un evento quando siamo seduti, lo possiamo fare perche' siamo dotati di un metronomo incorporato il cuore, il metronomo base grazie al quale siamo giunti alla scansione del tempo.

Il ritmo percepito diventa cosi' un tempo espressivo. Ci deve essere una durata del ritmo attraverso il tempo altrimenti sarebbe noioso sentire sempre le stesse cose.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 08 Giugno 2012 12:30)

Leggi tutto...

 

La canzone spaziale


di Carmela Fiorentino


Imagine there's no heaven...

Ultimo aggiornamento (Martedì 12 Giugno 2012 13:03)

Leggi tutto...

 

nano-tv