Home

Casavatore. “Frammenti di un discorso umoristico”

21 febbraio 2014. Nella biblioteca “B. Perrotta”, uno degli “AppuntaMenti col Libro”, presente anche la pittrice Stefania Ianniciello
di Angelo Vozzella – E’ stato il turno dello scrittore Gabriele Aprea a presentare la sua opera nell’ambito della rassegna “AppuntaMenti col libro” organizzata dall’associazione Clarae Musae, in collaborazione con Legambiente e il Comune di Casavatore. “Frammenti di un discorso umoristico” è stato il primo libro comico presentato, ma non il meno serio. La professoressa Vittoria Caso, presidente “Clarae Musae”, aprendo la presentazione, ha sottolineato l’importanza del sorriso e del riflettere sulle difficoltà quotidiane tramite l’ironia. C’è riuscito molto bene l’autore, anche dal vivo, raccontando aneddoti sarcastici e divertenti, rendendo più che mai ilare l’atmosfera in biblioteca, scherzando anche sulla sua malattia, il Parkinson. Gabriele Aprea, che scrive da dieci anni e ha pubblicato con la casa editrice “Centoautori”, è stato appoggiato nella sua allegra presentazione dall’attore Giuseppe Loffredo, con l’interpretazione dei “frammenti” tramite simpatiche performance teatrali. Il libro, caratterizzato da un periodare sciolto e una lettura gradevole, è composto di otto racconti più o meno brevi, unificati da una forte ironia e dalla traduzione sarcastica della protesta quotidiana di ognuno di noi verso i mille ostacoli della vita. “I racconti nascono da un atto d’amore, come tra uomo e donna, tra il foglio e la penna” – ha raccontato Aprea. “Mentre tra uomo e donna è possibile invertire i ruoli, uno sopra e uno sotto o viceversa… tra foglio e penna, è sconsigliabile mettere il foglio sopra e la penna sotto”.  Durante la presentazione, tra i sorrisi e gli applausi generali, era invece assorta nel suo lavoro Stefania Ianniello, ventiquattrenne artista di Afragola, spesso al seguito delle iniziative di Clarae Musae e della sua ex professoressa di greco, Caso. Stefania ha terminato la triennale in grafica d'arte per illustrazione a ventidue anni, dopo di che il corso d’illustrazione alla scuola italiana di Comix.

Leggi tutto...

 

Casoria. "Falso allarme", crisi rientrata si riparte con un nuovo assessore

Le deleghe di Politiche sociali e Polizia municipale avocate al sindaco
Il Sindaco Vincenzo Carfora ha di fatto chiuso la crisi, aperta qualche settimana fa. Sono state redistribuite alcune deleghe, con una new entry, l’Avvocato Sergio Marchetti che si occuperà di bilancio e avvocatura. Il resto della squadra rimane intatto. Vice Sindaco con delega ai lavori pubblici resta Sergio D’Anna, all’Urbanistica Tommaso Casillo e all’Ambiente Pasquale Tignola. Il personale andrà a Mariano Marino che continuerà ad avere anche la delega al Patrimonio Comunale. All’unica donna rimasta in squadra, dopo l’uscita di Valeria Esposito, Luisa Marro andranno, pari opportunità, pubblica istruzione, protezione civile e cultura e tempo libero. L’assessore Antonio Lanzano si occuperà di attività produttive, sport e zone franche urbane. Il Sindaco ha deciso di avocare a se due deleghe, ossia la polizia municipale e le politiche sociali. "Ringrazio la dott.ssa Valeria Esposito per aver dato il suo prezioso contributo in questi mesi, - afferma il sindaco Carfora - adesso è tempo di lavorare alacremente per portare a termine ciò che è stato programmato in questi due anni e mezzo. L’obbiettivo è arrivare alla scadenza naturale del mandato per realizzare i tanti progetti messi in campo. PIU Europa, piano Operativo del PUC, zone franche urbane e intercettazione dei fondi comunitari presenti nella nuova agenda 2014/2021, sono solo alcuni dei temi che sono e saranno oggetto del programma da mettere in atto nei prossimi mesi".

Leggi tutto...

 

In seguito al suicidio del panettiere di Casalnuovo, Giovanni Nappi capogruppo del PD cittadino scrive a Matteo Renzi:" Noi amministratori locali non possiamo fare grandi cose, tu si. Spero utilizzerai il tuo coraggio per cambiare questo paese".


ì"Caro Matteo, ti scrivo perché oggi è stata per me e per l’intera comunità in cui vivo una giornata triste. Credo tu abbia appreso dai giornali la notizia che ha riguardato un commerciante della mia città, Casalnuovo di Napoli: si è suicidato perché avrebbe dovuto pagare una multa, stando a quanto si apprende dalla stampa, di duemila euro. Una cifra da trovare entro poche ore, al fine di evitare aggravio nella sanzione inflittagli ed ulteriori conseguenze (tra cui, probabilmente, la sospensione dell’attività o, persino, sanzioni di tipo penale). È proprio così caro Matteo. Tu sei il mio segretario. Ti accingi a formare un governo. Tu devi sapere! Tu devi conoscere qual è la reale situazione, in certi casi, dell’ordinamento giuridico italiano. L’Italia è il paese in cui se degli ispettori del lavoro (che fanno il loro mestiere, per carità!) riscontrano, in un’azienda, l’impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al venti per cento del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro adottano un provvedimento di sospensione dell’attività (ai sensi dell’art. 14 del D.lgs. 81/2008 e s.m.i.).

Ultimo aggiornamento (Venerdì 21 Febbraio 2014 14:08)

Leggi tutto...

 

Arzano. Lavoratori, associazioni e opposizione contro la liquidazione dell’Artianum

Ricorso al TAR per l’acqua bene comune

 

di Angelo Vozzella - Sarà presentato un ricorso al TAR, per fermare la delibera che apre alla privatizzazione del servizio idrico, ora gestito dalla società pubblica “Artianum”. Le associazioni del territorio e quasi tutti i partiti d’opposizione, uniti nel Comitato AcquaBeneComune, si costituiranno parte civile per difendere “Artianum” dalla liquidazione e con essa il valore etico dell’acqua pubblica. Riuniti nella sala consiliare mercoledì 19 febbraio, con i lavoratori della società, si sono detti pronti a un’aspra battaglia. Sperano di fermare un provvedimento che, oltre ad essere impopolare (causa l’aumento delle bollette) e a mettere a rischio il lavoro dei quattordici dipendenti dell’Artianum, è in controtendenza, forse anche legislativa, con gli esiti referendari del 2011, quando gli italiani si espressero per la salvaguardia dell’acqua pubblica. Nel post-referendum, sia Berlusconi che Monti hanno tentato, fermati poi dalla Corte Costituzionale, di sovvertire l’esito delle urne. Hanno passato, quindi, la palla alle Regioni, molte delle quali, tra cui la Campania, hanno legiferato in barba al volere popolare, consentendo ai Comuni deroghe sulla questione. Arzano ha giocato, addirittura, d’anticipo e senza valutare altre soluzioni proposte anche in Consiglio Comunale con una mozione d’ordine, come la ricapitalizzazione e l’eventualità di consorziarsi con l’ABC di Napoli. Senza esito positivo del ricorso, si andrà dunque verso una gestione privata del servizio idrico.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 20 Febbraio 2014 10:15)

Leggi tutto...

 

Il Comune di Napoli “blocca” 18 milioni di fondi strutturali

Il Sindaco Cirillo: “de Magistris ha garantito solo la sua città, vanno rivisti i criteri per l'elezione del Sindaco Metropolitano”

Il decreto del fare ha assegnato alla Campania 18 milioni di euro per l'edilizia scolastica. Sono stati finanziati ben 31 progetti (su 345 istanze) di cui 3 per il Comune di Napoli, dato il limite previsto dallo stesso bando che non permetteva di presentare più di 3 istanze. Nonostante il suddetto regolamento, la città di Napoli ha presentato ben 8 progetti con delibera di giunta e 5 li ha fatti presentare alle municipalità, anche se queste non sono enti pubblici. Non avendo ottenuto i fondi per tutti i progetti presentati, ha deciso di impugnare la graduatoria, che quindi è stata bloccata dal Tar Campania, il quale si pronuncerà il 13 Marzo. Nei fatti, l'atteggiamento del Comune di Napoli ha bloccato lo stanziamento dei fondi per tutti quei comuni che diligentemente avevano partecipato e vinto il bando: Cardito, Casandrino, Frattaminore, Giugliano, Ischia, Lacco Ameno, Pimonte, Poggiomarino , San Vitaliano e Terzigno.

Leggi tutto...

 

FRATTAMAGGIORE. ORGANIZZAZIONI EUROPEE SI CONFRONTANO SULL'EDUCAZIONE PER L'INCLUSIONE SOCIALE

SESTO INCONTRO INTERNAZIONALE 20-23 Febbraio 2014, Centro Il Cantiere, Frattamaggiore

Dal 20 al 23 febbraio 2014, Cantiere Giovani ospita a Frattamaggiore il sesto incontro multilaterale del progetto EPAEMSI (European Partnership on Adult Education and Mobility for Social Inclusion).
Il progetto co-finanziato dalla Commissione Europea tramite il Programma di Apprendimento Permanente ha lo scopo di sfruttare l’esperienza delle sette organizzazioni partner (Italia, Spagna, Malta, Romania, Polonia, Slovenia e Regno Unito) per confrontare metodologie educative a livello europeo. L’esperienza verrà raccolta in un documento di sintesi sul ruolo dell’educazione non-formale e la mobilità internazionale nell’educazione continua degli adulti, e sull’efficacia di queste metodologie relativamente all’inclusione sociale di soggetti svantaggiati.

Leggi tutto...

 

Primarie PD: Oggi si elegge il Segretario Regionale

Mentre Renzi, dopo aver vinto le primarie nazionali, si accinge a diventare Primo Ministro, in Campania è di nuovo tempo di primarie. Stavolta si elegge il Segretario Regionale. Dalle 8 di stamattina fino alle 20 sarà possibile votare per decidere il successore di Enzo Amendola ed i 243 membri della nuova assemblea regionale. I competitors sono tre: Assunta Tartaglione, Guglielmo Vaccaro e Michele Grimaldi. Il Segretario Regionale, verrà eletto solo se raggiungerà il 50% più 1 dei consensi. Se così non dovesse essere, toccherà decidere alla stessa segreteria regionale, con la stessa soglia (50% + 1). Le liste sono divise per collegi: 6 a Napoli, 1 per la provincia di Benevento, 1 per la provincia di Avellino, 3 per la provincia di Caserta (Aversa, Santa Maria Capua Vetere, Caserta), 4 per a provincia di Salerno (Agropoli, Battipaglia, Salerno citta’ e Nocera Inferiore). I non iscritti al Pd per votare saranno tenuti al versamento di 2 euro.

Leggi tutto...

 

SI E’ SPENTO ANTONIO BORRELLI, SCULTORE ORAFO E DISEGNATORE TRA L’ORIENTE E NAPOLI

di Rocco Sessa - Si è spento a Napoli lo scultore, orafo e disegnatore Antonio Borrelli, classe 1928, aveva attraversato con passione tutti i fermenti artistici e politici del 900. A darne l’annuncio il figlio Francesco Emilio, i funerali con rito laico si terranno questo pomeriggio, mercoledì 12 febbraio alle ore 16.30 presso il complesso monumentale di Piazza Santa Maria La Nova. Una vita tra l’arte, l’insegnamento all’Accademia di Belle Arti di Napoli e lo slancio etico per la politica. Non ancora ventenne, subito dopo la guerra, aveva cominciato la sua avventura in Cina come disegnatore e decoratore tornato a Napoli continua la sua formazione  all’istituto d’Arte  Palizzi  prima come allievo,  poi come maestro orafo e scultore  e successivamente con la cattedra all’Accademia di Belle Arti dove ha insegnato per 21 anni. Tra le sue opere gli Arredi per S. Maria della Consolazione a Posillipo (oggi completamente smantellata) e, nel 1976/77, una grande scultura per il Circolo Didattico Villanova a Napoli, e opere di amore per l’Arte antica, quali il restauro del Tabernacolo del ‘600 della Basilica di Piedigrotta e la fusione in bronzo delle piastrelle di avorio del Duomo di Salerno (di cui aveva fatto i calchi negli anni giovanili), altri lavori pubblici, alla cattedrale di Venosa (1989-90) e per il Palazzo di Giustizia di Palmi (1997) Borrelli conduce anche un’attività di medaglista oltre che di orafo (tra gli altri, l’incarico nel 1961 per una medaglia celebrativa in onore di Amedeo Maiuri e, nel 1992, per una medaglia al Pontefice Giovanni Paolo II).

Leggi tutto...

 

PD CAMPANIA, RESPINTO IL RICORSO ORA SI PARTE CON LE PRIMARIE

di Rocco Sessa - Respinto il ricorso presentato da Michele Grimaldi uno dei tre candidati alla segreteria regionale del Pd, la decisione è stata presa dalla Commissione nazionale di garanzia Il caso era stato sollevato dopo che due candidati su tre avevano presentato le proprie liste oltre l'orario che era stato stabilito per le 20 di sabato scorso. Ora si procede per la celebrazione delle primarie per eleggere il segretario regionale e i 243 membri della nuova assemblea regionale, come nel resto del Paese, si vota domenica dalle 8 alle 20. Per essere eletto il nuovo segretario dovrà ottenere il 50% più 1 dei consensi. Qualora la soglia non dovesse essere superata a quel punto toccherà all'assemblea eleggere il segretario con la stessa maggioranza richiesta. Le liste sono divise per collegi: 6 a Napoli, 1 per la provincia di Benevento, 1 per la provincia di Avellino, 3 per la provincia di Caserta (Aversa, Santa Maria Capua Vetere, Caserta), 4 per a provincia di Salerno (Agropoli, Battipaglia, Salerno città e Nocera Inferiore). I non iscritti al Pd per votare saranno tenuti al versamento di 2 euro. Le primarie campane, infatti, sono precipitate nel caos dopo che due candidati su tre hanno presentato le proprie liste oltre l'orario che era stabilito per le 20 di sabato scorso.

Leggi tutto...

 

Cardito. Mostra d'Arte a Palazzo Mastrilli. Antonio Raucci: "La Forma Più Vera"

Cardito, Palazzo Mastrilli piazza Garibaldi dal 10 al 27 febbraio 2014

Antonio Raucci conosce quella lingua segreta delle cose con cui esse a volte si fanno presenti alla coscienza, e gli basta assai poco per tradurla in forma sensibile tale da potersi recepire a prima vista. E' come se le cose tal volta lo chiamassero, aspettandosi dalla sua straordinaria abilità (manualità) di essere restituite alla loro più vera dimensione estetica. L'universale discorso delle cose del mondo si leva in un immane vocio nel quale Raucci distingue ed elegge singole voci a sua preferenza. Egli pertanto finisce con l'essere il frequentatore di strani assembramenti di cose vocianti, cose possibilmente già manufatte, recanti in maniera vistosa le impronte del vissuto, gli aspetti di loro funzionalità pregresse. Le modalità sotto cui tali impronte ed aspetti si presentano sono esse stesse a suggerire la propria recondita valenza sensibile a cui vogliono essere restituite definitivamente:oggetti di legno, cartone, metallo, o altro ancora, carte e scritture, vecchie foto, usi e gesti inenarrati e inenarrabili. L'atelier di Raucci è una gremita bottega delle meraviglie, nella quale sono favorite le congiunzioni più impensabili, secondo il classico esempio dell'incontro di un ombrello con un ferro da stiro su una tavola operatoria: vecchie radio, attrezzi surclassati, vetraglie intere e ceramiche anche in cocci. Ogni cosa nelle sue mani viene riportata alla propria forma definitiva, sia che si tratti di statuine di presepio napoletano, sia di oggetti, o parti di oggetti neppure più riconoscibili quanto ai loro usi e provenienze. L'intervento di Raucci è sempre tale da rendere il senso primigenio di ogni oggetto su cui operi.

 

Ultimo aggiornamento (Martedì 11 Febbraio 2014 14:33)

Leggi tutto...

 

nano-tv