Home

"La grande bellezza" di Paolo Sorrentino ha vinto l'Oscar per il miglior film straniero.

Sorrentino ritira il premio insieme all'attore protagonista, l'afragolese Toni Servillo

"Grazie alle mie fonti di ispirazione Federico Fellini, Martin Scorsese, Diego Armando Maradona, a Roma, a Napoli e alla mia più grande bellezza personale, Daniela, Anna e Carlo". Queste le prime parole di Paolo Sorrentino sul palco del Dolby Teathre dopo aver ricevuto l'Oscar per "La Grande Bellezza". L'Oscar torna in Italia dopo 15 anni. L'ultimo ad aver conquistato la statuetta era stato Roberto Benigni con "La vita è bella" nel 1999. Ad annunciare la vittoria della "Grande Bellezza" sono stati Ewan McGregor e Viola Dacis. Sorrentino ha ricevuto il premio insieme a un entusiasta Toni Servillo e il produttore Nicola Giuliano.

Leggi tutto...

 

Nel ricordo e nell’impegno di Dario Scherillo, vittima innocente di camorra

Il fratello Pasquale: “Che Dario sia un simbolo per Casavatore, vorrei gli s’intitolasse lo Stadio Comunale”. Al Sindaco piace l’idea.

di Angelo Vozzella - Dicembre 2013. C’è Striscia la Notizia a Casavatore, per l’iniziativa “facciamo un pacco alla camorra” e per il ricordo di Dario Scherillo, cui è già intitolata la sala consiliare. Una targa col suo nome fu scoperta dall’ex-sindaco Pasquale Sollo e l’auspicio di tutti è che essa non resti solo una targa... La necessità di sapere e ricordare ci fa, però, fare un passo indietro. 6 dicembre 2004. Un sicario distratto, un colpo sparato alla persona sbagliata, il giovane Dario diventa suo malgrado un eroe, una vittima innocente di camorra. Qualcuno l’ha già dimenticata, in troppi non l’hanno mai conosciuta, molti l’hanno usata per le proprie passerelle politiche, ma la storia di Dario Scherillo è anche la storia di Casavatore. Una storia che muore nell’oblio e che vive nella memoria e nel fare quotidiano. Vive il 21 marzo, nella giornata dedicata al ricordo delle vittime innocenti e all’impegno contro le mafie (quest’anno manifestazione nazionale a Latina). Vive il sei dicembre: quello del 2014 sarà il decennale e a quasi dieci anni dalla sua scomparsa c’è ancora tanta voglia di fare. La si legge negli occhi di Pasquale Scherillo, il fratello di Dario.

Leggi tutto...

 

BASSOLINO, “GUARDO CON SIMPATIA A RENZI MA NEL SUO DISCORSO NON C’È STATA ATTENZIONE VERSO IL MERIDIONE”.

di Rocco Sessa - Anche Antonio Bassolino interviene sulle vicende nazionali ed in particolare sul nuovo governo guidato da Matteo Renzi, lo fa come al solito, centellinando le parole, a margine di una delle presentazioni del suo libro, “Le dolomiti di Napoli”. “Guardo con simpatia a Renzi è un giovane che può smuovere le acque – spiega l’ex governatore della Campania”. Ricorda che è stato uno di quelli che alle primarie dello scorso dicembre gli ha dato il suo voto. Lo annunciò con un post su twitter, “la scelta più giusta che si possa fare è votare Renzi, - scrisse - perché solo il sindaco di Firenze riuscirà a instaurare una segreteria forte e autorevole”. Endorsment che destò non poche polemiche e forse qualche mal di pancia anche tra le fila dei renziani della prima ora.  Ora che Renzi è il nuovo premier, pur augurandosi che “faccia bene” non lesina qualche critica sul metodo con cui l’ex sindaco di Firenze e segretario del Pd è approdato a Palazzo Chigi, “avrei preferito – spiega – che arrivasse al governo in un altro modo, attraverso il voto degli elettori, lo avrebbe reso molto più forte. Ha scelto invece, questa strada più tortuosa, ma ormai è fatta”.

Leggi tutto...

 

Governo Renzi, Venerdì sarà il giorno decisivo

Quasi sicuri De Luca, Caputo e Alfano, in pole anche Ederoclite

Nonostante l’audacia che il Premier Renzi ha finora dimostrato la squadra di Governo non è ancora completa. Le nomine dei Viceministri e Sottosegretari non sono ancora arrivate. Martedì doveva essere il giorno decisivo, eppure fino ad ora pare non ci sia ancora l’accordo decisivo. Venerdì sarà però il giorno chiave. Le poltrone da assegnare saranno circa una cinquantina e 25 dovrebbero spettare al PD ammesso che riesca a sciogliere i suoi dubbi interni. I rappresentanti campani, rimasti fuori dalle nomine dei ministri dovrebbero essere presenti in maniera corposa.  Tra i nomi quasi certi c’è quello dell’ex Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, già vice ministro alle Infrastrutture senza delega del Governo Letta e di Gioacchino Alfano, anche lui già sottosegretario alla Difesa nel precedente Governo e fedelissimo del Ministro Lupi. I dubbi sono legati invece a Nicola Caputo, Valeria Valente e Teresa Armato uno dei tre dovrebbe sicuramente farcela (probabilmente la spunterà il Consigliere Regionale casertano) ma nelle ultime ore stanno circolando in maniera sempre più insistente voci su Pina Picierno e Francesco Nicodemo che però, dopo la sua nomina nella Segreteria Nazionale del PD, ha già dichiarato la sua volontà di dedicarsi unicamente al partito e per questo lascerebbe il suo posto al frattese Tommaso Ederoclite, esperto di politiche pubbliche per la digitalizzazione, uno dei temi principi del nuovo Governo Renzi.

Leggi tutto...

 

Cardito, finanziati 5 milioni di euro dalla Regione Campania per la riqualificazione urbana

Il Sindaco Cirillo: ”Questa è solo la prima parte della progettazione per cambiare il volto della città”

Parte la riqualificazione urbana della città di Cardito. La Regione Campania attraverso il decreto 70/2014 ha scelto di destinare al Comune 5.100.000 euro di fondi europei per il progetto di "Riqualificazione finalizzata allo sviluppo urbano e al recupero ambientale del territorio". Il fulcro dell'intervento sarà la riqualificazione di via P.Donadio (ex SS.87) e delle aree adiacenti mediante la rifunzionalizzazione delle reti infrastrutturali comunali con l'obiettivo prioritario di efficientare il sistema di collettamento, riducendo, anche indirettamente, le problematiche di allagamenti in p.zza Madonna delle Grazie. Inoltre sarà possibile un restauro delle aree annesse mediante azioni finalizzate alla riqualificazione del centro storico. Questi fondi vanno ad aggiungersi agli altri 800.000 euro richiesti per le opere di manutenzione straordinaria del Cimitero ed ai 544.889,70 euro di fondi PAES destinati al Consorzio di cui facciamo parte.Sono felice - commenta il Sindaco Giuseppe Cirillo - perché stiamo riuscendo a mantenere tutte le promesse fatte ai cittadini. Questo finanziamento infatti, è la dimostrazione che i nostri non sono proclami al vento ma fatti concreti. Fatti che evidenziano ancora di più l'impegno costante di tutte le competenze di questa amministrazione grazie alle quali siamo riusciti ad intercettare questi fondi della Comunità Europea che ci permetteranno di realizzare grandi opere senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini.

Leggi tutto...

 

Il potere del teatro e della cultura per la crescita del nostro paese. “E’ morta ‘a Festa?”, Casavatore risponde “no!”

Al nuovo Teatro De Curtis, ancora in scena “Il Girone degli Attori”
di Angelo Vozzella -  “Recitare è come il sesso, una volta provato non ne fai più a meno”. E’ teatrale anche nel parlare Armando Iodice della compagnia “Il girone degli attori”. Per lui e per gli oltre venti soci dell’associazione culturale, “il teatro è una passione coinvolgente, per questo una forte arma d’aggregazione, d’integrazione e di sviluppo sociale”. Casavatore ne ha davvero bisogno. Il percorso de “Il girone degli attori” dura ormai da otto anni, animato dalle stesse convinzioni e passioni: dal Sacro Cuore e il centro polivalente per anziani di Casavatore, ai grandi palcoscenici calcati in Puglia, in Calabria, a Roma e in mezza Napoli, per poi ritornare nel proprio paese, ribadendo che il teatro è un patrimonio di crescita collettiva.  E’ nata proprio da loro, unitamente ad altre compagnie teatrali (“Angeli in prosa” e “Le voci di dentro”, ndr), l’iniziativa di ristrutturare a proprie spese il fatiscente teatro della scuola “A. De Curtis” al Parco Acacie, per liberare lo spazio e restituirlo alla sua funzione sociale e aggregativa. La convenzione tra il Comune e la scuola prevede, così, una formula di libero utilizzo della struttura dopo le ore 18. Con le dovute autorizzazioni e verificata la disponibilità dello spazio, esso è tornato di recente a essere un luogo aperto e fruibile per i cittadini, a partire naturalmente da quelli che si cimentano nell’arte. Armando ci tiene a sottolineare che “oltre per il rimborso delle spese effettuate nella ristrutturazione, una parte del ricavato degli spettacoli è andato e andrà devoluto a scopi benefici”. Sarà così anche per l’imminente “E’ morta ‘a Festa?”, uno spettacolo in due atti su tutte le feste e le tradizioni, che emula liberamente il Raffaele Viviani di “A morte ‘e Carnevale” riproponendolo in versione natalizia e custodendone i valori e la storia che non devono perdersi, come neppure deve perdersi la “Festa”.

Leggi tutto...

 

IL TRENTINO SI COLORA D'AZZURRO

di Perla Romano - Dal 13 al 26 luglio a  Dimaro, località del Trentino,dove il Napoli effettuerà per il terzo anno consecutivo la preparazione estiva è tutto esaurito. Il Sindaco di Dimanro, Romedio Menghini,dice che quest'anno c'è stato un boom da parte dei tifosi del Napoli,la novità dell'allenatore probabilmente avrà creato quest'effetto perchè hanno ricevuto molte più prenotazioni rispetto alla stagione passata. Dimaro non è riuscita da sola a soddisfare le richieste di alloggio da parte dei tifosi che abbondano soprattutto dalla Svizzera e Germania, cosi molti sono stati sistemati nelle località vicine. Dimaro si sta organizzando al meglio , perchè con l'esperienza dei due anni precedenti, sta cercando di mettere i tifosi del Napoli il più possibile a loro agio con una degna ospitalità e serate all'insegna del divertimento.

Leggi tutto...

 

LA SCOMPARSA DI CORRADO CAPUTO, IMPRENDITORE VINICOLO TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE

di Rocco Sessa - Con la scomparsa di Corrado Caputo se ne va via un pezzo della storia vitivinicola della Terra di Lavoro e non solo. Corrado inizia la sua attività a Teverola dove giovanissimo prende in mano le redini dell’azienda di famiglia fondata nel 1890, portandola a successi anche internazionali. Dall’antica sede di Teverola, nella cantina scavata nelle grotte di tufo del settecentesco palazzo di proprietà della famiglia, dove viene prodotto, da oltre trenta anni, il Caputo Brut alla moderna azienda di Carinaro. Corrado che negli anni si avvale della preziosa collaborazione dei suoi figli, Nicola e Mario riesce rappresentare con i vini prodotti dalla “Capvto 1890” la sintesi tra il rispetto della tradizione enologica e l’adozione delle più moderne tecnologie, riuscendo così a concepire un prodotto di alta qualità che ha consentito all’azienda di ottenere importanti riconoscimenti in Italia ed all’estero. Fu il primo nel meridione ad utilizzare il metodo classico champenoise per spumantizzare. Grazie al pregio del suo Asprino d’Aversa ottiene ben presto la certificazione Doc. Nel 1992 realizza la nuova cantina di oltre 3500 mq coperti, dotata delle più moderne tecnologie, superando il milione di bottiglie prodotte in 1 anno ed ottenendo, primo in Campania la certificazione di qualità.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Febbraio 2014 17:37)

Leggi tutto...

 

PD CAMPANIA: FRANCESCO RUSSO NELLA SQUADRA DI TARTAGLIONE

Il Sindaco di Frattamaggiore si occuperà di valorizzazione delle autonomie locali.

di Rocco Sessa - Francesco Russo entra nella segreteria regionale del Pd per rappresentare il territorio e l’area nord di Napoli. Al sindaco di Frattamaggiore affidata la delega alla valorizzazione delle autonomie locali. Superati gli ultimi scogli a una settimana dalla vittoria delle primarie di domenica scorsa, si configurano i nuovi equilibri interni al Pd campano. La nuova segreteria regionale del Pd è composta da sedici membri, la metà dei quali sono donne. Oltre a Francesco Russo ci sono nella squadra di Tartaglione, Nello Masturzo, delfino di De Luca, a cui è stata affidata la delega all’ organizzazione e riforma territoriale del partito. Enti locali e circoli aDionigi Magliulo, comunicazione e responsabilità di programma a Luciano Crolla, Welfare e politiche per le persone a Nora Di Nocera, politiche di recupero del territorio a Mauro Colatoio, Crisi industriale e nuova occupazione a Loredana Raia, politiche agricole a Mario Rizzi, diritti e politiche di integrazione a Rosita Baia, beni culturali a Leo Annunziata, valorizzazione delle eccellenze campane a Monica Castaido, Trasporti a Giorgio Zinno, parchi a Emilia Longobardi, Turismo a Maria Ciocia, politiche dell'impresa a Antonella Oliveri del Castillo e riforme e federalismo a Paola Mazzina.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Febbraio 2014 13:50)

Leggi tutto...

 

Ad Afragola i dirigenti sono più forti della politica? Grave negazione di atti ai Consiglieri Comunali

A denunciare la posizione dei Dirigenti il consigliere dei Giovani Democratici Tuberosa, Presidente della III commissione deputata al controllo degli atti
"L'accesso agli atti riguardanti procedimenti gestionali non sono accessibili né a consiglieri e nè alla stessa commissione consiliare deputata proprio al controllo di tali". Questo quello che si legge sull'ultima comunicazione inviata alla III Commissione consiliare dal Dirigente del Settore tecnico, Nunzio Boccia, e controfirmata dal direttore dell'esecuzione Augusto Prisco e Responsabile Unico Procedimento, Giuseppe De Luca. Insomma il Dirigente ed i funzionari negano al Consigliere Tuberosa, Presidente della III Commissione Consiliare, gli atti previsti dal "capitolato d'appalto" riguardante la ditta deputata alla pulizia degli edifici pubblici. "Sono rimasto senza parole", - dichiara il giovane consigliere -  "siamo arrivati alla morte della politica che assume un ruolo sempre più residuale. A questo punto aboliamo le elezioni e diamo tutto in mano ai tecnici se la politica non può nemmeno assurgere alla propria funzione di controllo richiedendo atti previsti dallo stesso capitolato d'appalto", - continua in modo provocatorio Tuberosa, consigliere dei Giovani Democratici -  dall'11 Novembre con ben 3 richieste di atti, 2 relazioni ed una convocazione degli interessati si sta cercando di venire a capo ad alcune criticità riguardo l'appalto, criticità che hanno portato il personale dipendente in agitazione da mesi, i quali reclamano una verifica e il rispetto dei propri diritti. I dipendenti comunali interessati dopo tre mesi di silenzio, avallati dal dirigente hanno definitivamente negato, in modo ovviamente illegittimo, i documenti con cui il controllore, Augusto Prisco, dovrebbe verificare mese per mese il rispetto del Capitolato.

Leggi tutto...

 

nano-tv