Home

Casavatore, Non ti scordar di me!

NON_TI_SCORDAR_DI_MEEducazione, piante e cura degli spazi con i bambini del Parco d.Acacie.  L’iniziativa presso la scuola “De Curtis”, promossa da Legambiente Casavatore, in collaborazione con la protezione civile Sigma.

 Di Angelo Vozzella – Piantare un fiore è simbolo di speranza, ma l’iniziativa “Non ti scordar di me” di oggi, lunedì 14 aprile ’14, è andata ben oltre il valore simbolico. Quando cento bambini, armati di guanti e di curiosità, interrano decine di piantine e curano i giardini della propria scuola, si può dire compiuta e reale la missione educativa dell’evento. Organizzata dal circolo di Legambiente Casavatore (responsabile per il progetto è stato il socio Fabio Machiella), in collaborazione con i ragazzi della protezione civile Sigma, la giornata di didattica alternativa ha entusiasmato tutti, maestre e alunni. D’ora in poi, tutti pronti ad aver cura della propria pianta, “adottata” per rendere viva la terra e vivibile il proprio luogo di lavoro e d’istruzione: la scuola “Antonio De Curtis” del Parco delle Acacie.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 14 Aprile 2014 18:33)

Leggi tutto...

 

AD ORTA DI ATELLA PARTE LA RASSEGNA D’ARTE CONTEMPORANEA "FLORETE FLORES"

di Enza Angela Massaro - È stata presenta lo scorso sabato, nel Castello di Casapozzano ad Orta di Atella, la rassegna d’arte contemporanea “Florete Flores”, permanente fino al 26 Aprile. Si tratta dell’ennesima esposizione tenuta al Castello, che ormai è entrato prepotentemente nel circuito delle grandi mostre tenute in Campania. Questa edizione, curata dal Prof. Angelo Calabrese e dal Direttore artistico del Castello, Giorgio Andrea Trovatello, ha come tema i fiori, visti in un’ampia dimensione sia letterale che simbolica e metaforica. Il simbolo della fioritura per una nuova vita, è il messaggio principale che gli artisti che hanno fatto parte dell'esposizione, hanno voluto trasmettere al pubblico. Tra questi, hanno partecipato anche dei giovani allievi del Liceo Artistico di S. Maria Capua Vetere, chiamati ad affrontare il tema in tutte le sue sfaccettature. Naturalmente, il cuore della rassegna è stato rappresentato da affermati pittori, scultori e fotografi campani come Raffaele Bocchetti, Raffaele Amato, Carlo De Gregorio, Giuseppe De Michele, Carmela Garofalo, Assunta Improta, Olga Marciano, Claudia Mazzitelli, Antonio Notari, Anna Ruggiero, Pierfelice Trapassi, Vincenzo Vavuso.

Leggi tutto...

 

Joe Strummer, i Clash e quel raid nella Casbah napoletana

E' davvero una puntata molto intensa, e personale, quella di "Vacalebrico" in onda lunedì, 14 aprile, alle ore 22 su Europhone Radio (www.europhoneradio.it). Nel suo programma di storie rock, Federico Vacalebre non poteva far mancare il racconto dei "suoi" Clash, il gruppo a cui, appena diciottenne, ha dedicato il primo libro della sua carriera, ma soprattutto il "suo" Joe Strummer, zio Joe lo chiama a volte, ricordando gli incontri londinesi proprio nell'anno dell'esplosione del punk, ma anche un'anomala visita guidata a Napoli del punk che sulla sua chitarra aveva scritto, come Woody Guthrie, "this machine kills fascists". I Clash, o quel che restava di loro, suonavano a Cava de' Tirreni il mesto repertorio di "Cut the crap" e il nostro giornalista-narratore ne approfittò per far fare un giro in Vespa per Napoli all'uomo che voleva una rivolta bianca degna di quelle nere scandite a ritmo di reggae: lo portò a vedere i Quartieri Spagnoli, il museo Nazionale... Ma non sveliamo troppi particolari: questa puntata la dovete ascoltare, almeno se avete un cuore rock.

Leggi tutto...

 

“Art on the wall”, Wi-art Zone organizza un corso di pittura murale

art_zoneDi Angelo Vozzella – Se ami l’arte, e in particolare la street-art, “Wi-art Zone” organizza un corso per insegnare le tecniche e per far acquisire l’uso degli strumenti e degli elementi principali della pittura murale.
L'Associazione culturale Wi-Art Zone, con sede legale a Casandrino, è nata da un gruppo unito dall'amore per l'arte, intesa nella sua accezione più ampia e nelle sue molteplici forme (pittura, scultura, fotografia, musica, danza, letteratura, performance, teatro, videoarte), concepiti sia come strumento di formazione e arricchimento umano e culturale, sia come momento d'incontro e interazione tra le persone. Scopo dell'Associazione è promuovere, sviluppare, coordinare, iniziative di carattere sociale, di volontariato, di promozione turistica, culturale, artistico, artigianale, didattico e educativo.
Dopo varie attività e iniziative molto interessanti, come il concorso  di disegno “Dai forma ai tuoi sogni” rivolto ai bambini e “Soul and Movement, quando l’arte prende vita”, l’associazione organizza “Art on the wall”, in collaborazione con il teatro Area Nord di Piscinola.

Leggi tutto...

 

Sigma-Protezione Civile a Casavatore, “Servono più strumenti e più spazi”

Parla il presidente Antonio Fiorillo: “Continua il nostro impegno per il bene di Casavatore, importante collaborare con le altre associazioni, ma serve maggiore apertura”

sigmaaDi Angelo Vozzella – Sono quelli sempre presenti. Sono quelli che da ventuno anni “danno una mano”, “collaborano”, “s’impegnano”. Quelli che in ogni iniziativa organizzata a Casavatore prestano servizio di protezione e prevenzione. Quelli che lo fanno per puro spirito di volontariato, per migliorare la propria città. Quelli “sotto al palco”, quelli dietro ai gigli durante la festa, quelli all’ingresso della biblioteca, del Comune, in piazza, per strada, fuori al cimitero, ai banchetti per promuovere raccolte di beneficenza con l’Ail o con l’Aism, o in rete con tutte le associazioni del territorio , quelli che distribuiscono materiale informativo, quelli che sacrificano tanto tempo per il bene collettivo. Sono quelli che con qualsiasi amministrazione non si sono mai schierati, ma hanno sempre ricercato sostegno e cooperazione. Sono sempre loro. Sono quelli che si sono sempre accontentati dei ringraziamenti, delle pacche sulle spalle, delle targhe. Ma sono anche quelli che, evidentemente, meritano di più: più spazi, più strumenti, più apertura.  Lo richiede l’obiettiva legittimità che questi giovani hanno sul territorio, e lo sanno tutti. A fare notizia è che lo richiede a gran voce anche il loro presidente, Antonio Fiorillo. “Confidiamo in una maggiore collaborazione con l’amministrazione comunale per la progettualità messa in campo per il bene collettivo”, ci dice e aggiunge: “Speriamo di essere gratificati maggiormente e di costruire sempre più iniziative e  attività utili per i cittadini, per la sicurezza e per la vivibilità del territorio”. Uno dei progetti che Antonio Fiorillo spera di realizzare presto è nelle scuole cittadine, con il proposito di fare educazione civica e costituire un simbolico corpo di “piccoli della protezione civile”. Intanto, si lavora con le associazioni del territorio: “Sigma-protezione civile di Casavatore è ben lieta di aver conosciuto tante realtà associative che operano costruttivamente in città, come Legambiente e tante altre, è per noi importante unire le forze e continuare sulla strada che ormai da anni abbiamo intrapreso”.sigma

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 09 Aprile 2014 01:39)

Leggi tutto...

 

Cardito, tentato furto al comune

L'hinterland napoletano è già tristemente noto per gli episodi di criminalità che si verificano quotidianamente. Stavolta però l'avvenimento è davvero singoalre, il bersaglio di un gruppo di malviventi non è una casa comune, bensì la casa comunale. Alcuni malviventi, nella notte tra martedì e mercoledì, sono entrati nel municipio di Cardito e hanno provato a scassinare la cassaforte dell'ufficio economato, ma non vi sono riusciti. Tutti gli indizi fanno pensare che a tentare il furto non sia stata una sola persona, vicino la cassaforte è stata infatti ritrovato un borsone con delle bombole di gas con una fiamma ossidrica e il peso del borsone ha subito fattointuire che i malviventi fossero più di uno. Pare che gli stessi si siano arrampicati fino al primo piano e siano entrati proprio da lì dopo aver forzato la porta. Dopo essere entrati nell'ufficio economato, hanno spostato la cassaforte fino al corridoio intermedio tra l'ufficio staff e quello finanziario, ma apparentemente non pare vi siano segni di effrazione vicino alla stessa e seppure fossero riusciti a scassinarla, l'esito li avrebbe delusi non poco. Come afferma l'ufficio economato, in quella cassaforte, vi sono solo carte, solo atti amministrativi e sim telefoniche.

Leggi tutto...

 

“Un uovo in cambio di un sorriso”, io sono perché noi siamo.

Casoria e Casavatore: iniziativa di solidarietà organizzata per Pasqua dai giovani de “La Mescolanza”

uovaDi Angelo Vozzella – “Io sono perché noi siamo”. Dall’Africa sub-sahariana alle strade di Casoria e Casavatore, la filosofia “ubuntu” unisce e s’iscrive sui visi degli uomini, si esprime nella solidarietà e nell’impegno di volontariato di un gruppo di giovani, nei luoghi del disagio, dell’emarginazione, del degrado sociale ed economico. Tutto questo è “La Mescolanza”, attiva già da tempo nell’area a nord di Napoli su tante tematiche e in numerose iniziative di sostegno alla povertà e di lotta all’esclusione sociale. Corsi d’italiano per gli immigrati, doposcuola e volontariato con i bambini a rischio della città, attività d’informazione e sensibilizzazione sui temi dell’antirazzismo, dell’ambiente, dell’anticamorra e tanto altro. La prossima iniziativa, “per restare ancora umani e per condividere un sorriso con chi non ne ha le possibilità”, è la raccolta di uova di cioccolato per le imminenti festività pasquali. L’obiettivo dell’edizionemescolanza 2014 di “Un uovo in cambio di un sorriso” è quello di raccogliere cinquanta uova di pasqua: “Secondo i calcoli”, ci spiegano Bruna, Alberto, Ester e gli altri volontari, “ne servono almeno cinquanta per coinvolgere nell’iniziativa di beneficenza i bambini del nostro progetto di recupero scolastico, quelli delle famiglie di Casavatore e Casoria da noi seguite, i figli dei membri del Movimento dei disoccupati di Casoria e gli anziani ospiti della casa di riposo del Madrinato San Placido”.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 09 Aprile 2014 07:05)

Leggi tutto...

 

Vacalebrico, storie di fratelli-banditi del rock and roll

Lunedì 7 aprile, alle 22, torna su Europhone radio (www.europhoneradio.it)  "Vacalebrico", il programma di storie di musiche narrate da Federico Vacalebre, giornalista, scrittore, musicofilo, appassionato e del tutto appassionante. Dai suoi block notes, cartacei e digitali, ha tirato fuori per noi la storia di due fratelli banditi del rock and roll, Nikki Sudden e Epic Soundtrack, inseguendoli sin dai giorni seminali degli Swell Maps, sino alle loro carriere soliste, la loro morte, la tragica fine di una importante collezione di dischi. Profeti del post punk, oggi venerati da pochi quanto dimenticati dai più, i due fratelli-banditi rivivono per noi sulle cattive strade del rock. Vacalebricamente raccontati con gusto per il particolare, la citazione, il 45 perduto, il blues che abbiamo tutti da piangere. Si replica come sempre il sabato successivo, 12 aprile, alle ore 17. I podcast di tutte le puntate di Federico Vacalebre per Europhone Radio sono disponibili sul sito al menù "Programmazione", nella sezione "Vacalebrico". Streaming su www.europhoneradio.it

Ultimo aggiornamento (Sabato 05 Aprile 2014 17:46)

Leggi tutto...

 

Casavatore. Viaggio a Disney in cambio di un appalto. Esclusiva, parla il Sindaco Sannino

sanninoDi Angelo Vozzella - Un viaggio a "Disneyland Paris" per la famiglia, in cambio d’informazioni dettagliate per un appalto. Sarebbe questa l'accusa mossa dai PM Woodcock, Loreto e Carrano al Sindaco di Casavatore, Salvatore Sannino, ora indagato per corruzione. I carabinieri lo hanno raggiunto ieri mattina, seguendo le tracce di un filone investigativo e giudiziario che vede coinvolto un commercialista napoletano, Giovanni De Vita. Il tutto nascerebbe da un’intercettazione telefonica sospetta. Le indagini sono soltanto agli inizi, ma hanno subito destato stupore e preoccupazione nel Sindaco Sannino e in tutti gli addetti ai lavori del Comune, come hanno scosso l’ambiente cittadino. Il fantasma della corruzione, passato da Arzano con la vicenda Fuschino proprio qualche settimana fa, prende piede anche a Casavatore.

Leggi tutto...

 

NOTTETEMPO, UN NOIR DI FRANCESCO PRISCO

di Marco Trotta - Esce nelle sale il 3 aprile il primo lungometraggio del giovane napoletano Francesco Prisco: NOTTETEMPO con Giorgio Pasotti, Nina Torresi, Gianfelice Imparato, Esther Elisha ed Antonio Milo.
Un incidente, un autobus che si rovescia, farà si che l’unica sopravvissuta Assia (Nina Torresi)   una ragazza sempre alla ricerca del vero amore, incroci la sua vita con Matteo (Giorgio Pasotti), poliziotto e giocatore di rugby, primo ad arrivare sul luogo dell’incidente, e con un cabarettista, Enrico (Gianfelice Imparato), ormai incapace di ridere e che in quella tragica notte ha perso qualcosa di molto importante. Tre vite, una sola notte. Una spirale di odio, amore e vendetta, che si attorcigliano con ritmi frenetici.
Ci ha raccontato molto del suo film e dei suoi personaggi Francesco Prisco:
Ciao Francesco, questa è la tua opera prima per il cinema. Qual è stato finora il tuo mondo?
Vengo dal mondo dei cortometraggi. Ne ho realizzati una mezza dozzina e devo dire che tutti mi hanno regalato delle grandi soddisfazioni, collezionando alcuni tra i maggiori riconoscimenti nazionali: un Nastro d’Argento, una nomination ai David di Donatello, il Grifone d’oro al Giffoni Film Festival e tantissimi altri. Mi sono divertito a girare qualche spot sociale ed istituzionale, quello più riuscito, secondo me, è stato lo spot per Città della Scienza, ancora oggi lo guardo e mi emoziona.
Cosa avviene in NOTTETEMPO?
Dalla notte si parte e alla notte si ritorna. Un movimento circolare di inquietudine che si completa in quello che mi piace pensare come un “viaggio al contrario” del protagonista, un ritorno al proprio passato, alla ricerca di una vita da recuperare. Obiettivo ineccepibile, se non fosse per i modi con i quali Matteo (Giorgio Pasotti) decide di riprendersi la sua vita. Lui è un personaggio istintivo e solitario, che pone al centro i suoi bisogni senza dare molto peso alle conseguenze. Sono proprio le sue azioni a indirizzare la storia verso un percorso noir. A fare da contrappunto al suo viaggio di ritorno alle origini, però, c’è quello della giovane Assia (Nina Torresi) che ne intraprende uno verso un amore immaginifico, ancora tutto da vivere. Il viaggio la porta oltre i propri confini e per la prima volta si addentra nel territorio minaccioso delle vite degli adulti. Enrico (Gianfelice Imparato) la accompagna e asseconda il suo desiderio di raggiungere Matteo, ma non è solo per uno slancio di benevolenza che decide di farlo, il suo bisogno è quello di chiudere una partita con il dolore. Attraversando l’Italia i tre personaggi seguono la stessa traiettoria di viaggio ma ognuno con uno scopo diverso. Quello che li accomuna è che si mettono in viaggio d’impulso, con l’urgenza di una decisione presa nottetempo

Ultimo aggiornamento (Sabato 29 Marzo 2014 09:10)

Leggi tutto...

 

nano-tv