Home

Sławomir Oder a Pompei per la terza edizione del premio Giovanni Paolo II

di Teresa Petrellese
Il postulatore della causa di beatificazione di Giovanni Paolo II ospite nella cittadina mariana per la terza edizione del premio a lui intitolato

Oltre 5mila i partecipanti. 73 i premiati, 11 i premi della presidenza. 4 le categorie (poesia, pittura, scultura, fotografia). 4 gli ospiti d'eccezione alla cerimonia di premiazione: la cantante Annalisa Martinisi, il tenore Enzo Tremante, l'Accademia del balletto classico diretta da Gennaro Carotenuto e soprattutto l'attesissimo monsignore Sławomir Oder, postulatore della causa di beatificazione di Karol Wojtyła. La serata conclusiva della terza edizione, condotta come sempre da Teresa Ciardi, affiancata da Ivana Fusco e Francesco Cicchella, si terrà al teatro Di Costanzo - Mattiello, presso il pontificio istituto Bartolo Longo, sabato 24 aprile.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 11 Marzo 2011 22:17)

Leggi tutto...

 

"NAPOLI. "EX VILLA ZAZA REALMENTE PER IL TERZO SETTORE O PER IL COMUNE ?"

"Siamo davvero allibiti di fronte alle proteste personali che l'Assessore alle politiche sociali del comune di Napoli Giulio Riccio sta portando avanti per ottenere la firma della Prefettura che, garantirebbe così all'amministrazione comunale, di ottenere la villa del defunto Boss Zaza. Lo scopo 'benefico' per cui Riccio chiede questo bene confiscato alla camorra, sarebbe quello di aprire un centro di accoglienza per minori disabili. Un obiettivo dai grandi ideali non c'è che dire, se non fosse che, proprio grazie alle politiche fallimentari della giunta Iervolino, tutte le strutture che a Napoli si occupano di minori a rischio, sono a loro volta e paradossalmente a rischio chiusura a causa dell'insolvenza del Comune", a dichiararlo la Presidente di Campania in Movimento -Chiara Giordano. "Nessuno - ha continuato il Presidente dell'Associazione- mi auguro dimentichi che, anche l'ultimo via libera dato dalla Regione, ad una tranche di fondi per il terzo settore vincolandola esplicitamente per le case famiglia e i semiconvitto,

Leggi tutto...

 

Energie rinnovabili: Perugia, presentato progetto Parco Solare

di Teresa Petrellese
E' stato presentato nella prima commissione del consiglio provinciale di Perugia il progetto preliminare del ''Parco solare fotovoltaico della Valnestore'', che sara' realizzato nel terreno dell'ex miniera di lignite in passato utilizzato per il funzionamento della centrale di Pietrafitta. Il progetto prevede la realizzazione di cinque impianti, sul terreno di proprieta' della Valnestore srl e della comunita' montana. La potenza complessiva sara' di circa 7 MegaWatt cosi' suddivisa: 3,990 MegaWatt Provincia di Perugia, 0,9975 Megawatt Comune di Piegaro, 0,6525 Megawatt Comune di Paciano, 0,6525 Megawatt comunita' montana e 0,65256 Megawatt Soc. Valnestore. A questo proposito le parti hanno firmato un protocollo d'intesa, designando la Provincia di Perugia come ente attuatore dell'intervento. La realizzazione del Parco fotovoltaico e' stato stimato portera' a un abbattimento dei costo dell'energia pagata all'Enel, per le utenze dei singoli soggetti, anche in considerazione degli incentivi oggi a disposizione dalla normativa vigente per tutti i soggetti che realizzano i suddetti impianti. ''Nello studio di fattibilita' e' stato anche verificato il basso impatto visivo attraverso sistemi informatizzati che ne hanno confermata la giusta localizzazione ? spiegano i tecnici della Provincia di Perugia.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 11 Marzo 2011 22:20)

Leggi tutto...

 

Falda acquifera minaccia la TAV e la stazione di Afragola

Ora le case «galleggiano» su una palude. Interrogazione dell'On. Elisabetta Zamparutti (PD) al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio

La questione è stata già ampiamente trattata dai giornali nazionali in questi giorni, stiamo parlando della decisione di costruire tre viadotti, il progetto della società rete ferroviaria italiana prevede la costruzione di tre viadotti passanti per il Comune di Casalnuovo. Uno di questi è destinato alle frecce ferroviarie della Tav e collegherà alla stazione di Napoli Afragola, mentre gli altri due fanno parte della linea per Battipaglia. I tecnici hanno infatti disposto la costruzione di alcuni piloni che dovrebbero sorreggere questa imponente struttura. Purtroppo, nonostante i rilevamenti di geologi che sconsigliavano di implementare il progetto, la costruzione dei viadotti è andata avanti. Al momento le conseguenze hanno reso un paludoso acquitrino la zona di Feneria.

Leggi tutto...

 

Elezioni Umbria: Catiuscia Marini eletta presidente con il 57,24% dei voti

di Armando Brianese

Con tutte le 1.028 sezioni scrutinate Catiuscia Marini, del centro sinistra, è stata eletta presidente della regione Umbria con il 57,24% dei voti. Nella sfida tutta femminile la candidata del centro destra, Fiammetta Modena, ha incassato il 37,70% dei favori elettorali. A Paola Binetti, migrata dal Pd all'Unione di Centro, vanno il 5,05% dei voti. Primo partito in regione è il Pd, con 36,16% dei voti, seguito a ruota dal Pdl, con il 32,36%. Per l'Italia dei Valori c'è l'8,33% dei voti mentre i tre partiti della sinistra (rif. com, sin. europea e com. italiani) prendono assieme il 6,86%. La Lega Nord piazza un 4,33%. Poco meglio l'Udc che, come lista, prende il 4,38%.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 06 Aprile 2012 08:24)

Leggi tutto...

 

É' Stefano Caldoro con il PDL+UDC il nuovo governatore della Campania

 

 

di Teresa Petrellese

 

Stefano Caldoro 54,25% - Vincenzo De Luca 43,04% - Paolo Ferrero 1,35% - Roberto Fico 1,34%. La lista di De Luca, Campania Libera scalza l'Api che non ottiene alcun seggio. L'onorevole Marrazzo (IDV) ritorna in consiglio, eletta anche la giovane Mafalda Amente (PDL), Fiorella Bilancio non entra in regione. Guarda la lista degli eletti in provincia di Napoli

 

Con trentotto consiglieri su sessanta, il centrodestra si appresta a guidare la Regione Campania. La nuova composizione del parlamentino regionale vede - stando sempre ai dati ufficiosi riportati sul sito ad hoc della regione per la tornata elettorale, dati che andranno confermati e resi ufficiale con la proclamazione degli eletti fatta dalla Corte d'Appello - il Pdl e' primo partito con 21 consiglieri. Nella compagine di maggioranza segue l'Udc con 6 consiglieri (forte dell'inossidabile De Mita che ha confermato il suo appeal in provincia di Avellino); la lista a quattro di Mpa, Nuovi Psi, Pri ed altri con 4 eletti. A quota due consiglieri si piazzano Liberta' e Autonomia NOI SUD e l'Udeur di Mastella che riporta in Consiglio Sandra Lonardo (eletta nel listino di Bassolino nella scorsa legislatura).
Un consigliere a testa guadagnano Alleanza di centro-Democrazia cristiana, Alleanza di Popolo e La Destra che entra per la prima volta in Consiglio con Carlo Aveta, giovane porticese uscito da An-Pdl. Sul fronte della nuova opposizione, il centrosinistra vede come primo partito il Pd con 14 eletti, 4 vanno all'Italia dei Valori, 2 a Sinistra Ecologia e Liberta', uno a Campania Libera. Proprio il partito che sin dall'inizio si era battuto per sostenere il sindaco di Salerno. Adesso l'esercito di cartomanti di cui la Campania certo non difetta, se ne uscirà dicendo che il titolo di «'o ministro» da queste parti porta bene. Almeno quando si tratta di conquistare posizioni politiche di primo piano. Fatto sta che Stefano Caldoro, figlio di ministro socialista e ministro a sua volta nel terzo governo guidato da Silvio Berlusconi, ha surclassato il candidato del centro-sinistra e per tre volte sindaco di Salerno Vincenzo De Luca. Una vittoria che chiude sedici anni di dominio incontrastato di Totonno Bassolino, ministro a sua volta tra il '98 e il '99, qualche anno prima di ascendere al soglio di palazzo Santa Lucia, sede della giunta regionale campana. È morto il vicerè, viva il vicerè, sarà il caso di dire.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 11 Marzo 2011 22:15)

Leggi tutto...

 

Il dramma del Calvario rievocato nelle terre d'Irpinia

venerdi-santo-di-pago-del-valloIl Venerdì Santo di Pago del Vallo di Lauro

di Modestino Annunziata

Il dramma del calvario che ha ispirato pittori, poeti ed artisti di ogni genere, "vive lungo le strade e le piazze dei paesi irpini, trasformando gli antichi e storici borghi della nostra provincia in un'altra Gerusalemme". Gli irpini di ogni ceto, perpetuando la tradizione ricevuta dai padri, danno vita a numerosissimi personaggi che partecipano alla rievocazione. La singolarità delle rappresentazioni itineranti e la compartecipazione degli spettatori all'azione drammatica, hanno dato a queste manifestazioni un carattere di unità. Fede, tradizione e folklore contribuiscono a garantire a questa secolare tradizione della nostra terrà una immutabile spontaneità, conferendole un aspetto solenne ed armonioso. La Via Crucis coinvolge tutti gli abitanti dei vari paesi della provincia di Avellino e porta in scena centinaia di figuranti, vestiti con i costumi dell'epoca, rigorosamente ricostruiti sulle immagini pervenute fino ai giorni nostri, dalla storia. Le rappresentazioni, sulla spinta del crescente apprezzamento della popolazione e del pubblico partecipe sempre più numeroso, sono state, da parte degli organizzatori, migliorate di anno in anno, con l'aggiunta di scene e di personaggi. Nella cura dei dettagli e, soprattutto, nell'aspetto interpretativo, con l'intento di coinvolgere lo spettacolo nelle emozioni forti, di chi rivive le ultime drammatiche ore di vita di Gesù Cristo. Superando, quindi la dimensione di spettacolo ed essere più compiutamente e cristianamente momento di meditazione e di fede.

Leggi tutto...

 

Più del 58% di Frattamaggiore per Francesco Russo

Vox news, pronta l'ultima copia - Clicca sull'immagine per scaricare il PDF. Ecco i dati del misterioso sondaggio. Granata 17%, Grimaldi 13%, indecisi 12%

di Arcangelo Munciguerra

Da giorni in città si vocifera di un misterioso sondaggio che riporta Russo vincitore al primo turno. Questo unico indizio è bastato per scatenare la guerra dei numeri all'ombra della canapina. Cifre e percentuali hanno iniziato a volare nell'aere tra un comitato elettorale e l'altro, al bar "Umberto" non si sarebbe andati al ballottaggio, al "Quid Art" invece Russo era solo al 45%, di sera al "Phoenix" si mescolavano di nuovo le carte in tavola. Qualcuno ha cominciato poi, a porre dubbi sulla sua esistenza ed invece, il sondaggio è reale, ed ha sorpreso notevolmente anche la nostra redazione quando ci è stato consegnato.
I dati statistici non lasciano spazio ad alcun dubbio, il dottor Francesco Russo dovrebbe conquistare nuovamente lo scranno di primo cittadino. La percentuale dei consensi infatti, va ben oltre il 50%. L'eleborazione realizzata mediante tecnologia CATI e secondo gli standard di qualità ASSIRM, indica che il Sindaco in pectore dovrebbe riuscirla a spuntare nuovamente con una percentuale del 58%. Al secondo posto Granata con il 16,5% e terzo Grimaldi con il 13,5%. L'altro 13% costituito dagli indecisi, sembrerebbe orientarsi proprio verso Francesco Russo, considerato che il 70% della popolazione si ritiene soddisfatta dell'operato della giunta. Potrebbe essere un vero e proprio plebiscito quindi, calcolando che il margine d'errore è del 2,8%.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 29 Marzo 2010 22:23)

Leggi tutto...

 

Regionali, a colloquio con l'on. Nicola Caputo

Nicola Caputo, capolista candidato per il Partito Democratico al Consiglio Regionale della Campania, accoglie Rosy Bindi a Caserta e le fa da guida in un breve tour nel territorio.


Ultimo aggiornamento (Giovedì 25 Marzo 2010 07:46)

 

Parla Stellato, candidato alla Presidenza della provincia di Caserta

Ultimo aggiornamento (Giovedì 25 Marzo 2010 07:46)

 

nano-tv