Home

Terremoto di magnitudo 4.9. Gente per le strade a Napoli e provincia, tanta paura ai piani alti.

Tanta paura, gente in strada e qualche danno soprattutto ad alcune chiese del Casertano. Alle 18.08 la terra ha tremato tra le province di Caserta e Benevento, nella zona a ridosso del Matese, seminando il panico però anche in pieno centro a Napoli dove il terremoto si è avvertito distintamente essendo stato un evento superficiale, a 10,5 chilometri di profondità: in tanti, ai piani alti, hanno pensato con terrore al Vesuvio o a una riedizione del terribile sisma del novembre '80 che colpì la Campania e la Basilicata. Il sisma ha avuto una magnitudo di 4.9 ed è stato preceduto poco prima da un'altra scossa di magnitudo 2.7. I comuni più vicini all'epicentro sono stati Castello del Matese, Gioia Sannitica, Piedimonte Matese, San Gregorio Matese, San Potito Sannitico in provincia di Caserta e Cusano Mutri in quella di Benevento. Il Presidente del Consiglio Letta ha seguito l'evolversi della situazione attraverso il Dipartimento della Protezione civile. Muri e lampadari hanno 'ballato', mentre nel Vesuviano chi abita ai piani alti ha visto cadere l'albero di Natale a terra. Verifiche e sopralluoghi attivati subito dopo il sisma hanno consentito di accertare che i danni sono stati abbastanza limitati, in particolare concentrati in alcune chiese di Piedimonte Matese (dove si è registrata anche la caduta di alcuni cornicioni), Alife e San Gregorio Matese.

Ultimo aggiornamento (Domenica 29 Dicembre 2013 22:36)

Leggi tutto...

 

RENZI IN TOUR NELLA TERRA DEI FUOCHI. NON RILASCIA DICHIARAZIONI MA INSISTE PER PAGARE IL CONTO AL BAR

Dalle ecoballe alla casa di don Diana passando per la Nco e finendo con un caffe

di Rocco Sessa - Matteo Renzi, come aveva promesso, visita la Terra dei Fuochi, il segretario del Pd si è recato al sito di stoccaggio delle ecoballe di Taverna del Re, a Casal di Principe, dai familiari di don Peppe Diana e a San Cipriano d’Aversa alla Nco di Peppe Pagano. Alla madre di don Diana, Iolanda, e ai fratelli Marisa ed Emilio, Renzi , ha chiesto notizie sul prete ucciso dalla camorra nel 1994. Il segretario si è poi spostato nella Diocesi di Aversa, per un incontro con il vescovo Spinillo e don Patriciello. Dopo l’incontro in Diocesi niente dichiarazione ai giornalisti solo un salto al bar della piazza del Vescovato per un caffè che ha voluto pagare di tasca sua e poi via in macchina. Don Maurizio però sull’incontro ha qualcosa da dire, “Mi pare bello che un segretario appena eletto decida di venire in un territorio così difficile Noi abitanti delle Terre dei Fuochi. Tuttavia fischieremo Matteo Renzi se non migliorerà le nostre condizioni”. In serata lo stesso Matteo Renzi, su twitter, scrive per commentare la sua visita nella 'terra dei fuochi': "Ho mantenuto l'impegno di andare nella terra dei fuochi. In silenzio e senza dichiarazioni. Grazie a chi ci ha accolto con passione".

Leggi tutto...

 

Napoli, Benitez:" Contro il Cagliari partita difficile. Mercato? Voglio giocatori di qualità"

di Francesco Casalino - Rafa Benitez, tecnico del Napoli, ha presentato Cagliari - Napoli in conferenza stampa a Castelvolturno. Queste le sue dichiarazioni: "Il prossimo anno sarà ancora meglio, sono stati cinque mesi positivi. Tutti gli allenatori si aspettano un regalo nel mercato, ma non è un mercato facile quello di gennaio. Stiamo lavorando, se arriva qualcuno bene se no rimaniamo cosi e lavoriamo di più. Dove migliorare? Noi sappiamo che dobbiamo migliorare la fase difensiva come squadra, questa settimana ci siamo allenati bene con l'atteggiamento è stato giusto. Ho fiducia. In Italia si può vincere subendo più gol subiti? L'equilibrio è importante per una squadra è la chiave, non subire gol è importantissimo, ma non si può cambiare tutto. Noi all'inizio abbiamo fatto bene la fase difensiva adesso abbiamo avuto qualche problema proviamo a sistemare e arrivare a fine stagione con meno gol subiti.Scelte per Cagliari - La squadra si è allenata bene, tutti stanno bene.

Leggi tutto...

 

Calciomercato, Napoli: N'Koulou e Vermaelen gli obiettivi in difesa. De Laurentiis ha un sogno in attacco

di Francesco Casalino - Tra meno di due settimane il mercato invernale denominato “mercato di riparazione” sarà ufficialmente aperto. Il Napoli è sempre alla ricerca dei rinforzi giusti per consegnare a Benitez una squadra sempre più competitiva per gennaio. In queste ultimi giorni, il club azzurro ha intensificato i contatti con vari calciatori che potrebbero presto vestire l’azzurro. In cima alla lista di Benitez in difesa c’è il nome di Skrtel, ma il difensore slovacco non si muoverà da Liverpool fino a giugno. Proprio come Agger, difensore sempre del Liverpool. Il club inglese non è disposto ad accettare un'offerta di prestito dal Napoli. La prima ipotesi, quindi,  è Nicolas Alexis Julio N’Koulou: difensore del Marsiglia, sul camerunese però c’è forte la concorrenza del Bayern Monaco.  Nel reparto difensivo Bigon monitorare sempre le situazioni di Thomas Vermaelen dell’Arsenal e Musacchio del Villareal. Sugli esterni di difesa, il Napoli è pronto a chiedere quando vuole la trattativa per portare sotto l’ombra del Vesuvio Luca Antonelli del Genoa. Ma come riportato dal Corriere dello Sport odierno, De Laurentiis sogna un vero top player sull’out sinistro: Kolarov. La trattativa per portare il terzino serbo a Napoli è molto complicata ma non impossibile.Il Manchester City potrebbe farlo partire solo se De Laurentiis metterà sul piatto ben 10 milioni di euro.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 20 Dicembre 2013 12:13)

Leggi tutto...

 

TRASPORTI: TOPO E CAPUTO (PD), TAGLI INGIUSTIFICATI ALLA TRATTA NAPOLI - ROMA. VETRELLA DIA RISPOSTE RISOLUTIVE.

Le fermate cassate riguardano le stazioni di Frattamaggiore, Stant’Antimo e Casoria. I consiglieri del Pd presentano una interrogazione all’assessore Vetrella.

“Per i lavoratori pendolari che tutte le mattine devono raggiungere Roma, oltre ai gravissimi disagi e al sovraffollamento si aggiungono anche tagli ingiustificati alle corse. L’assessore Vetrella dia risposte risolutive”. Lo hanno dichiarato Raffaele Topo Capogruppo Pd in Consiglio regionale e Nicola Caputo Consigliere regionale del Pd e Presidente della Commissione Trasparenza. “Nonostante il già esiguo numero delle corse e le condizioni di estremo affollamento dei vagoni, Trenitalia dal 15 dicembre ha deciso un ulteriore taglio sulla tratta Napoli Roma. Di questo collegamento si servono quotidianamente migliaia di passeggeri in gran parte lavoratori pendolari”. “L’esasperazione per la difficile situazione è stata aggravata dalla notizia di ulteriori tagli alle corse da parte di Trenitalia che ha indotto qualche giorno fa i passeggeri pendolari a scegliere forme di protesta estreme come il blocco delle stazioni di Aversa e Villa Literno (il blocco si è svolto l il giorno 11 c.m) si lamenta tra l’altro l’assenza, di una fermata a Cancello ed Arnone cosa che causa ulteriori gravi disagi ad un numero rilevante di passeggeri.

Leggi tutto...

 

A Cardito va in scena il Presepe vivente

Il presepe vivente si inserisce nel calendario di eventi natalizi preparato dal Comune di Cardito. Iniziative che sono partite lo scorso 8 dicembre e si terranno fino al 5 gennaio
Oggi, giovedì 19 Dicembre, a Cardito, piazza Giovanni XXIII, si trasformerà in un paesaggio d’altri tempi. La scuola “Don Bosco” diretta dalla dott.ssa Lina Cantone, ha organizzato, con il patrocinio del Comune, il Presepe Vivente. L’intera piazza sarà allestita con scenografie ispirate al ‘700 napoletano, i pastori svolgeranno i mestieri di una volta: dalle lavandaie alle maccaturare, dall’impagliasedie allo stagnaro. L’obiettivo infatti, è anche quello di riscoprire le tradizioni di una volta, quelle che appartengono al nostro territorio. Quest’evento nasce proprio dall’esigenza di aprire la scuola al territorio e festeggiare con l’intera cittadinanza. Alle 16 infatti,sarà aperto il Presepe, mentre alle 17 partirà un corteo di 200 angioletti che percorrerà le strade della città: partendo dalla scuola Don Bosco attraverserà via Taverna, proseguendo per via Nuova Belvedere, viale Kennedy, via Raffaello, per poi ritornare a scuola. Inoltre le musiche del trio “Le note di Napoli” renderanno l’atmosfera ancora più suggestiva. I protagonisti assoluti saranno i 500 bambini che animeranno il Presepe, “è da più di un mese che abbiamo cominciato le prove – raccontano le maestre - e l’emozione più bella è quella che regalano i loro occhi meravigliati”.

Leggi tutto...

 

Marano. Ampliamento del cimitero, Palladino: La città deve sapere.

«Siamo riusciti ad ottenere un'assemblea pubblica con la partecipazione dell'amministratore giudiziario per fare chiarezza sui lavori al cimitero. L'informazione corretta è un dovere di ogni amministrazione verso i cittadini e non transigeremo». Così Michele Palladino, capogruppo di Idv, ed i consiglieri Tagliaferri e Coppola si esprimono all'indomani del sopralluogo sul cantiere di ampliamento del cimitero civico. Finalmente, lunedì scorso, il sopralluogo si è svolto ed è servito a fare chiarezza su molti aspetti finora oscuri. Sopralluogo oggetto di numerose polemiche e per il quale in questi mesi si sono alternate richieste d'accesso e di controllo da parte dei consiglieri d'opposizione inizialmente quasi sempre dimenticate. Un'ultima richiesta di incontro, protocollata da Michele Palladino al sindaco Liccardo, ha avuto esito positivo e alcuni consiglieri d'opposizione hanno potuto supervisionare i lavori al cimitero con Lucio Spanò, l'amministratore giudiziario della Mastrominico, azienda affidataria dei lavori d'ampliamento cimiteriali ma finita nel mirino della magistratura nel 2011. L'incontro, in presenza del Rup, ing. Davide Ferriello e di alcuni responsabili dell'area cantierale, è stato decisivo alla luce di molti dubbi che si erano fatti strada ultimamente. “Dubbi legittimi – commenta il capogruppo Idv Michele Palladino - sul corretto espletamento dei lavori, sulla tutela dei soldi versati dai cittadini per l'acquisto dei loculi, ma soprattutto sulla mancata linea informativa che l'amministrazione comunale non ha prontamente concesso ai cittadini, come loro diritto, ingenerando confusione totale. L'incontro ha fatto chiarezza su molti aspetti”.

Leggi tutto...

 

CALCIO FEMMINILE, CHE PASSIONE!

di MARIANO GARGIULO - Lasciamo da parte i vecchi e datati stereotipi del calcio come sport esclusivamente maschile. Il calcio, da qualche anno, ha attecchito anche nel gentil sesso. Un bell’esempio è quello dato dalla squadra di calcio a 5 femminile di Aversa. La squadra, che si chiama proprio “A.S.D Aversa Calcio a 5 Femminile”, è davvero molto seguita, basta vedere il numero di tifosi e fan sugli spalti, almeno cento. Attenzione però a non pensare che sono meno dure nei contrasti o meno competitive, anzi, durante le partite ci mettono anima e corpo, non risparmiandosi spallate e falli. La squadra di calcio femminile normanna, può vantare una vera fuoriclasse come Sara Zapparrata, con la media di 2 goal a partita, ed è anche grazie al suo impegno e, ovviamente, al lavoro di tutto il team che, attualmente, sono prime in classifica nel campionato di serie C.

Leggi tutto...

 

Sorteggio Europa League, il Napoli becca lo Swansea. Alla Juventus una squadra turca

di Francesco Casalino - Ciro Ferrara, ambasciatore della Finale d'Europa League 2014 che si giocherà a  Torino, a Nyon ha sorteggiato l’avversaria del Napoli per i sedicesimi di finale di Europa League. L'ex giocatore di Napoli e e Juventus ha sorteggiato lo Swansea, club che milita nella Premier League. L’andata del match si disputerà il 20 febbraio, mentre il ritorno una settimana dopo. Gli azzurri giocheranno l'andata in trasferta. In caso di passaggio di turno, la squadra di Benitez agli ottavi di finale potrebbe affrontare la vincente tra la sfida Porto e Eintracht Frankfurt. Il Napoli non era l'unica squadra italiana, alla Juventus è capitato il Trabzonspor.

Leggi tutto...

 

Napoli - Inter 4 - 2, Benitez umilia Mazzarri. Le pagelle: Top Mertens, flop Inler

di Francesco Casalino - Primo tempo ricco di emozioni al San Paolo, anche per il gran ritorno (fischiato) di Walter Mazzarri. Dopo un inizio di studio tra le due squadre, al nono minuto il Napoli passa in vantaggio grazie a Gonzalo Higuain, che con un tiro a volo di sinistro batte Handanovic. Il gol nasce da un rinvio di testa di Nagatomo. Al 15esimo l’Inter prova subito a pareggiare con un tiro di Nagatomo, ma Rafael non si fa sorprendere. Al 21esimo ci prova Guarin dalla lunga distanza, ma il tiro sorvola la porta difesa dal portiere azzurro. Al 23esimo Lorenzo Insigne servito da Gonzalo Higuain coglie la traversa con un tiro molto potente. Al 29esimo l’Inter va vicinissima al pareggio, su una punizione di Taider: Rogrido Palacio su una dormita della difesa azzurra calcia la palla, a tu per tu con Rafael, alta. Al 35esimo pareggio dell’Inter :gol di Cambiasso, il centrocampista argentino sfrutta una distrazione dell’intero reparto difensivo del Napoli e di sinistro batte Rafael.Al 39esimo, il Napoli ritorna in vantaggio grazie ad un gol di Mertens, il belga servito da Dzemaili trafigge con un bel tiro da fuori all’area di rigore dei nerazzurri.

Leggi tutto...

 

nano-tv