Home Eventi Casavatore e Arzano, tanti appuntamenti in vista

Casavatore e Arzano, tanti appuntamenti in vista

Cineforum, iniziative politiche, presentazioni di libri, corteo anticamorra: tra il 19 e il 21 marzo, agenda piena per i due Comuni

arzano_anticamorraDi Angelo Vozzella - Agenda ricca per Casavatore e Arzano tra il 19 e il 21 marzo: appuntamenti politici e culturali. Intorno al 21 marzo, si mobilitano le forze anticamorra del territorio: mercoledì 19 marzo alle ore 18,30 a Casavatore, presso il teatro De Curtis, ci sarà la visione del film “biutiful cauntri” con la partecipazione al dibattito di Raffaele Del giudice, attuale presidente dell’Asia e da tempo impegnato sulle tematiche delle ecomafie; Roberto Mancini, sostituto commissario PS “S. Lorenzo” di Roma, e la dott.ssa Tiziana Liccardo, Progetto Creatività, che modererà gli interventi. “Mai più terra dei fuochi, mai più politica dei fumi” è questo lo slogan dell’iniziativa promossa dal Comune di Casavatore, cui collaboreranno anche Legambiente e l’associazione culturale Il Girone degli Attori.  Per valorizzare ancor di più la propria terra, saranno a disposizione dei partecipanti assaggi di prodotti locali. Sempre a Casavatore, il giorno dopo, 20 marzo, sarà la volta dell’ennesimo “AppuntaMenti con il Libro”, per la rassegna culturale organizzata dall’associazione Clarae Musae con Legambiente di Casavatore. Alle ore 17 presso la biblioteca di Casavatore sarà presentata “Ifigenia siamo noi”, antologia poetica al femminile. Ad Arzano, sempre il 20 marzo, alle ore 19, si terrà la presentazione cittadina del Comitato in sostegno del Progetto L’Altra Europa per Tzipras presso la Casarella in Via Luigi Rocco. Il 21 marzo, infine ma di certo l’iniziativa più importante di questo breve calendario, Arzano vedrà sfilare scuole, associazioni e cittadini contro la camorra, nella data nazionale contro le mafie e per il ricordo delle vittime innocenti di camorra. L’ultima vittima è proprio arzanese, Vincenzo Ferrante. Il corteo, che partirà alle 10 da Via Napoli, si fermerà proprio sul luogo del massacro, in Via Luigi Rocco. Il corteo è stato indetto esclusivamente dalle associazioni del territorio e non da altri Enti (specifichiamo su richiesta degli organizzatori, per smentire un’informazione errata uscita su un giornale regionale, ndr).

nano-tv