Home Eventi

Eventi

Celebrazione in memoria di Lino Romano e dibattito “ La nostra terra è per la vita”

Celebrazione in memoria di Lino Romano e dibattito “ La nostra terra è
per la vita”
Il Presidio Territoriale Afragola-Casoria di Libera Associazioni, Nomi e Numeri Contro
le mafie comunica che, in ricordo di Lino Romano, Venerdi 14 Dicembre alle ore 18
e 30 nella Parrocchia di San Biagio a Cardito, ci sarà una celebrazione eucaristica
presieduta da S.E. Mons. Angelo Spinillo. A seguito della messa ci sarà l’incontrodibattito
“La nostra terra è per la vita” dove sarà possibile ascoltare due
testimonianze di economia sociale sui beni confiscati alla criminalità organizzata.
Economia sociale, nel senso di pensare ad un mercato che non lasci indietro le
persone con problematicità ma al contrario ad un mercato che dia opportunità. Fare
attività sociale sui beni confiscati alla camorra rende tali attività ancora più decisive
per i nostri territori. E’ l’emblema di un cambio di paradigma che può avvenire. Da
terreni di morte a terreni di vita, di diritti.
Giuliano Ciano, della fattoria sociale “Fuori di zucca” e Simmaco Perillo della
Cooperativa sociale “Al di là dei sogni” ci racconteranno cosa significa essere
cooperative sociali e cosa significa operare in beni abbandonati o confiscati alla
camorra. Esempi di riscatto per i nostri territori troppo spesso provati da morti
assurde. In memoria di Lino Romano non possiamo far altro che impegnarci affinché
i nostri territori possano finalmente riscattarsi da ogni pratica camorrista.
Presidio Afragola-Casoria
Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Con

Il Presidio Territoriale Afragola-Casoria di Libera Associazioni, Nomi e Numeri Controle mafie comunica che, in ricordo di Lino Romano, Venerdi 14 Dicembre alle ore 18e 30 nella Parrocchia di "San Biagio" a Cardito, ci sarà una celebrazione eucaristicapresieduta da S.E. Mons. Angelo Spinillo. A seguito della messa ci sarà l’incontrodibattito “La nostra terra è per la vita” dove sarà possibile ascoltare duetestimonianze di economia sociale sui beni confiscati alla criminalità organizzata.Economia sociale, nel senso di pensare ad un mercato che non lasci indietro lepersone con problematicità ma al contrario ad un mercato che dia opportunità. Fareattività sociale sui beni confiscati alla camorra rende tali attività ancora più decisiveper i nostri territori. E’ l’emblema di un cambio di paradigma che può avvenire. Daterreni di morte a terreni di vita, di diritti.Giuliano Ciano, della fattoria sociale “Fuori di zucca” e Simmaco Perillo della Cooperativa sociale “Al di là dei sogni” ci racconteranno cosa significa esserecooperative sociali e cosa significa operare in beni abbandonati o confiscati allacamorra. Esempi di riscatto per i nostri territori troppo spesso provati da mortiassurde. In memoria di Lino Romano non possiamo far altro che impegnarci affinchéi nostri territori possano finalmente riscattarsi da ogni pratica camorrista.

 

Presidio Afragola-Casoria

Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie

Ultimo aggiornamento (Martedì 11 Dicembre 2012 20:03)

Leggi tutto...

 

Marcianise, Fareambiente partecipa alla Fiera “Sapori Nostrani e Prodotti Artistici Locali”.

Dopo il successo ottenuto nelle iniziative intraprese in precedenza, continua  la stretta sinergia tra i laboratori cittadini di FareAmbiente Marcianise, coordinato da Pasquale Colella, e di FareAmbiente Casapesenna, guidato da Leonardo Piccolo, che  porta gli attivisti a partecipare alla manifestazione natalizia marcianisana “ Sapori Nostrani e Prodotti Artistici Locali”, giunta alla sua decima edizione grazie al continuo impegno profuso dagli organizzatori dell’Ascom  e della locale Pro Loco. I volontari del Movimento Ecologista saranno impegnati a sensibilizzare i partecipanti all’evento su argomenti di enorme rilevanza ambientali, quali la raccolta degli oli esausti, il compostaggio e le energie rinnovabili. Verranno proposti al pubblico i prodotti biologici delle Cooperative Sociali “ La Voce del Silenzio” e “ Casa Lorena”. Saranno esposte le originali opere lignee di Peppe Amato, un emergente ma bravissimo artista. Ai visitatori dello stand ambientalista saranno proposti questionari in tema ambientale e sarà, inoltre, possibile, richiedere approfonditi chiarimenti sia in merito alle energie alternative che alla raccolta degli oli esausti. Ai  cittadini che ne faranno richiesta, fino ed esaurimento scorte, verrà distribuito gratuitamente un  contenitore per la raccolta degli oli domestici. Gli attivisti ed i simpatizzanti del movimento ecologista parteciperanno, inoltre,  alla Fiaccolata in Memoria delle Vittime della Terra dei Veleni che partirà  da Piazza Buccini dopo la messa delle 18:00. Si precisa che gli attivisti di FareAmbiente, per ovvi motivi,  sfileranno senza fiaccole.

Ultimo aggiornamento (Sabato 08 Dicembre 2012 07:36)

Leggi tutto...

 

Afragola, Il Circolo degli universitari organizza una mostra per un giovane talento del territorio

L'evento è previsto dall'8 Dicembre al 6 Gennaio presso la sede dell'associazione

Si terrà dal 8 dicembre al 6 gennaio al Circolo degli Universitari di Afragola la mostra di Ricci Salvatore, giovane talento del nostro territorio. La mostra si terrà presso il centro socio culturale e sportivo di via Berlinguer ad Afragola, l’ingresso alla mostra è libero dalle 9 alle 20. Ricci  nasce a Napoli, vive da sempre ad Afragola senza mai compiere veri e propri studi d’arte. Finito il liceo scientifico approda all’Accademia di Belle Arti di Napoli guidato dal suo maestro Salvatore Provino, a sua volta allievo di Renato Guttuso, avvia la sua ricerca verso la materia e il colore.
Per Ricci nelle sue opere “i soggetti rappresentati non sono che un pretesto per parlare delle mille sfaccettature del colore”. Per Salvatore Iavarone presidente del Circolo degli Universitari “siamo felici di presentare in città ancora un giovane talento del territorio, questo è lo scopo che ci siamo posti come associazione, questo è il percorso che stiamo continuando a portare avanti”.

Leggi tutto...

 

VILLA BUONANNO, CERCOLA. PREMIO NAZIONALE “ALFONSO GATTO”, GIUNTO ALLA SUA VI EDIZIONE.

VILLA BUONANNO, CERCOLA. PREMIO NAZIONALE “ALFONSO GATTO”, GIUNTO ALLA SUA VI EDIZIONE.
La poetessa Tina Piccolo “ In una società come la nostra, dove il consumismo è il punto di partenza, io dico che bisogna partire dalla cultura, dall’arte che educa la personalità. Niente di più bello”.
Sabato 1 dicembre 2012, presso villa Buonanno, a Cercola, si è svolto il Premio Nazionale “Alfonso Gatto”, giunto alla sua VI edizione. Un premio divenuto ormai famoso, che nasce dalla collaborazione del Salotto culturale “Tina Piccolo” e del centro culturale  “La Contea”. Quest’anno il tema è stato Amore e Solidarietà. Una manifestazione straordinaria e ricca di emozioni che si è distinta per declamazioni toccanti di poesie, recitate con voga, intervallate da numerose premiazioni di personaggi simbolo dei vari settori dello scibile umano (arte, poesia, musica, pittura, giornalismo, politica). Una serata entusiasmante ed indimenticabile nello stesso tempo. L’evento è stato presentato da Gabriele Blair che ha alle spalle un curriculum di tutto rispetto da “Vivere” su canale 5 alla “Squadra” su Raitre, premiato da Saverio e Imma Gatto. All’inizio della serata, Blair chiama a sé i coniugi Gatto, rivolgendo loro alcune domande e calamitando l’interesse del pubblico.  Chiede  il presentatore:  “Come nasce questo premio”?. “Questo premio nasce da un amore immenso che ha un genitore verso un figlio. Un figlio dipartito due anni fa e, così, ho deciso di costituire questa associazione, segno della presenza di mio figlio in mezzo a noi.” Questa la toccante ed emozionate risposta di Saverio Gatto. Ancora, incalza il presentatore Blair: “Quale consiglio darebbe ai giovani di oggi?” “Consiglio ai giovani di riflettere molto. La nostra associazione nasce al di là di avere un’unità di intenti di genitori che hanno perso i figli ma l’obbiettivo è  anche realizzare una certa prevenzione.  Invito i giovani a stare lontano dalle cose effimere della vita, in quanto i pericoli sono in agguato e l’esempio di mio figlio deve fungere da monito”. Stella e faro di cultura, la spumeggiante Tina Piccolo che, come di consueto, ha allietato la serata nel declamare una delle sue tanto apprezzate poesie. Con fare combattivo e piglio energico afferra il microfono ed esclama: “ In una società come la nostra, dove il consumismo è il punto di partenza, io dico che bisogna partire dalla cultura, dall’arte che educa la personalità. Niente di più bello”.  Poi la parola passa all’onorevole Luciano Schifone (PDL), anche lui premiato,  che si abbandona ad alcune riflessioni sul tema dei giovani. “Questo premio nasce dall’amore dei genitori verso i figli. Avere un figlio stroncato in giovanissima età è un dolore enorme. La capacità dei coniugi Gatto è consistita nel trasformare questo immenso dolore in qualcosa di bello, duraturo. La bellezza della poesia sta nell’unire questi sentimenti. Dunque, l’idea è stata calzante e vincente. Io dico ai giovani di non abbattersi mai, in un momento difficile come questo, i giovani devono conservare le proprie passioni e i propri ideali. Prima o  poi si vedrà il sole che sorge”. A decretare i vincitori è stata una giuria qualificata tra cui: il giornalista Pietro Nardiello, il Presidente dell’Accademia Int. Vesuviana e editore Cav. Gianni Manuale, il Presidente del salotto Tina Piccolo, Eugenio Cuniato, il giornalista Giuseppe Nappa, conduttore della famosa rubrica di approfondimento sul mondo dello spettacolo, arte e cultura “Occhio all’artista” e coordinatore stampa per l’evento. Giuria presieduta  dalla nota poetessa Tina Piccolo. Madrina della serata la bravissima Anna Calemme che ha deliziato il pubblico recitando e cantando. C’è stato anche un comitato d’onore tra cui la giornalista Emilia Sensale, Cav. Mimmo Cannone, Presidente dell’Accademia Federico II, l’On. Luciano Schifone, il giornalista Fabio De Rosa, il maestro d’arte Massimo Pacilio che anche in questo caso ha donato alcune sue opere. Molte le assegnazioni di premi a vari personaggi che si sono distinti per meriti culturali nell’ambito dei vari settori: la piccola Rossella di “Un posto al sole”, la bravissima cantante Giovanna De Sio che , per l’occasione, ha interpretato due brani classici napoletani, la pittrice Annamaria forte, l’avvocato e scrittore Antonio Masullo, di cui a breve uscirà un grande capolavoro scritto con la poetessa Tina Piccolo “ Il diario di Alma con le ali della mia poesia”, l’associazione di volontariato “L’arcobaleno della vita”, presieduta da Imma Pastena,la modella Titti Monaco, la Vesuvius di Brusciano e l’Associazione di Raffaele Viviani, il fotografo Carlo Iovine e l’operatore-video Davide Guida e la   sottoscritta Sara Mottola, ricevendo come attestato una bellissima pergamena dalla stessa ambasciatrice della poesia italiana nel mondo, Tina Piccolo. Mi sono emozionata nel ringraziarla vivamente, con tutto il cuore e con tutta  l’anima, dinanzi ad un pubblico di persone, in nome della redazione napolinord.it, Nano tv e Vox news.it.
di Sara Mottola - La poetessa Tina Piccolo “ In una società come la nostra, dove il consumismo è il punto di partenza, io dico che bisogna partire dalla cultura, dall’arte che educa la personalità. Niente di più bello”.
Sabato 1 dicembre 2012, presso villa Buonanno, a Cercola, si è svolto il Premio Nazionale “Alfonso Gatto”, giunto alla sua VI edizione. Un premio divenuto ormai famoso, che nasce dalla collaborazione del Salotto culturale “Tina Piccolo” e del centro culturale  “La Contea”. Quest’anno il tema è stato Amore e Solidarietà. Una manifestazione straordinaria e ricca di emozioni che si è distinta per declamazioni toccanti di poesie, recitate con voga, intervallate da numerose premiazioni di personaggi simbolo dei vari settori dello scibile umano (arte, poesia, musica, pittura, giornalismo, politica). Una serata entusiasmante ed indimenticabile nello stesso tempo. L’evento è stato presentato da Gabriele Blair che ha alle spalle un curriculum di tutto rispetto da “Vivere” su canale 5 alla “Squadra” su Raitre, premiato da Saverio e Imma Gatto. All’inizio della serata, Blair chiama a sé i coniugi Gatto, rivolgendo loro alcune domande e calamitando l’interesse del pubblico.  Chiede  il presentatore:  “Come nasce questo premio”?. “Questo premio nasce da un amore immenso che ha un genitore verso un figlio. Un figlio dipartito due anni fa e, così, ho deciso di costituire questa associazione, segno della presenza di mio figlio in mezzo a noi.” Questa la toccante ed emozionate risposta di Saverio Gatto. Ancora, incalza il presentatore Blair: “Quale consiglio darebbe ai giovani di oggi?” “Consiglio ai giovani di riflettere molto.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 06 Dicembre 2012 21:09)

Leggi tutto...

 

Castellammare, al via la Terza Mostra Presepiale

Castellammare, "parte" la Terza Mostra Presepiale
L'evento è previsto dal 7 dicembre al 6 gennaio 2012
di Armando Brianese - A Castellammare di Stabia è già intensa l'atmosfera delle feste di Natale. Per il terzo anno consecutivo, infatti, l'"Associazione Stabiese dell'Arte e del Presepe, organizza la Mostra Presepiale, nel segno della tradizione e della cultura religiosa e artistica napoletane. L'esposizione propone 36 opere, 30 realizzati da artisti stabiesi, con il buon proposito di "estendere" la partecipazione anche ai non residenti. Sede dell'evento artistico è la cappella di palazzo Sant'Anna, situata nel centro storico della città.
L'Associazione artistica stabiese, a meno di 2 anni dalla sua fondazione, conta 51 iscritti. Sono presenti artisti, giovani, professionisti, impiegati, pensionati, appassionati e artigiani. Punto di forza è - quindi - la presenza di una moltitudine sociale, un gruppo eterogeneo che fa dell'alto livello artistico la caratteristica dei soci, tra i quali sono presenti Antonio Caruso, Antonio De Martino, Franco Liguori, Vincenzo Cavallaro e Luigi Vanni, impegnati anche nell'allestimento delle strutture espositive.
L'evento darà ampia possibilità di partecipazione. L'inaugurazione, infatti è prevista per il 7 dicembre, mentre la chiusura è in programma per il 6 gennaio 2013.
Gli orari d'apertura saranno:
Dal lunedì al venerdì - 17,00 - 22,00
Sabato e festivi - dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 22,00
Dal 22/12 al 01/01/2013 dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 22,00.

L'esposizione sarà aperta dal 7 dicembre al 6 gennaio 2012 in un richiamo di arte e cultura religiosa

 

di Armando Brianese - A Castellammare di Stabia è già intensa l'atmosfera delle feste di Natale. Per il terzo anno consecutivo, infatti, l'"Associazione Stabiese dell'Arte e del Presepe", organizza la Mostra Presepiale, nel segno della tradizione e della cultura religiosa e artistica napoletane. L'esposizione propone 36 opere, 30 realizzati da artisti stabiesi, con il buon proposito di "estendere" la partecipazione anche ai non residenti. Sede dell'evento artistico è la cappella di palazzo Sant'Anna, situata nel centro storico della città.L'Associazione artistica stabiese, a poco di più di un anno e mezzo dalla sua fondazione, conta 51 iscritti. Sono presenti artisti, giovani, professionisti, impiegati, pensionati, appassionati e artigiani. Punto di forza è - quindi - la presenza di una moltitudine sociale, un gruppo eterogeneo che fa dell'alto livello artistico la caratteristica dei soci, tra i quali sono presenti Antonio Caruso, Antonio De Martino, Franco Liguori, Vincenzo Cavallaro e Luigi Vanni, impegnati anche nell'allestimento delle strutture espositive.L'evento darà ampia possibilità di partecipazione. L'inaugurazione, infatti è prevista per il 7 dicembre, mentre la chiusura è in programma per il 6 gennaio 2013.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 13 Dicembre 2012 17:56)

Leggi tutto...

 

Afragola, Il Circolo degli Universitari lancia una mostra fotografica sulla storia cittadina

MOSTRA FOTOGRAFICA
Il tempo passa, le abitudini cambiano, la società si evolve e si porta dietro la sua lunga scia di nuove usi e nuovi costumi. Non tutto cambia però, perché il “nuovo” acquista peso e valore solo se sa integrarsi e relazionarsi al meglio a quella parte di “vecchio” che ancora ci serve e ancora ci può dare parecchio. È questa l’importanza della tradizione, parola chiave su cui si fonda la storia di un paese ( è così per Afragola, come per ogni altro luogo del mondo) e che assume ancora maggior valore quando si rapporta alla fede. E cosa c’è di meglio che raccordare vecchio e nuovo attraverso la fotografia? Con la particolarità che qui non è tanto in ballo la fotografia intesa come ricordo, come prova del passato, quanto piuttosto la fotografia come strumento digitale (e quindi contemporaneo) in grado di prendere il presente e di riportarlo nel passato, a testimoniare, simbolicamente, la capacità di un simbolo come Sant’Antonio di “attraversare” il tempo. Il tempo passa, insomma, ma Sant’Antonio resta. E oltre il tempo, per fortuna, c’è la fotografia.
Questo lo spirito della mostra fotografica promossa dal Circolo degli Universitari, presieduto da Salvatore Iavarone.
La Mostra dal Titolo “S.Antonio oltre il tempo, la fotografia” è curata dal fotografo Fortunato Celentino e sarà inaugurata Sabato 1 Dicembre alle 19.30 nel chiostro della Basilica di S.Antonio.
La mostra sarà aperta fino a domenica 9 dicembre, dal lunedì al sabato dalle 17,00 alle 19,30 e la domenica dalle 09,30 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,00 con ingresso gratuito.

La rassegna vuole essere un percorso di rivisitazione della storia cittadina, nel segno della tradizione e della religione. Appuntamento presso il chiostro della Basilica di S. Antonio.

Il tempo passa, le abitudini cambiano, la società si evolve e si porta dietro la sua lunga scia di nuove usi e nuovi costumi. Non tutto cambia però, perché il “nuovo” acquista peso e valore solo se sa integrarsi e relazionarsi al meglio a quella parte di “vecchio” che ancora ci serve e ancora ci può dare parecchio. È questa l’importanza della tradizione, parola chiave su cui si fonda la storia di un paese (è così per Afragola, come per ogni altro luogo del mondo) e che assume ancora maggior valore quando si rapporta alla fede. E cosa c’è di meglio che raccordare vecchio e nuovo attraverso la fotografia? Con la particolarità che qui non è tanto in ballo la fotografia intesa come ricordo, come prova del passato, quanto piuttosto la fotografia come strumento digitale (e quindi contemporaneo) in grado di prendere il presente e di riportarlo nel passato, a testimoniare, simbolicamente, la capacità di un simbolo come Sant’Antonio di “attraversare” il tempo. Il tempo passa, insomma, ma Sant’Antonio resta. E oltre il tempo, per fortuna, c’è la fotografia. Questo lo spirito della mostra fotografica promossa dal Circolo degli Universitari, presieduto da Salvatore Iavarone.La Mostra dal Titolo “S.Antonio oltre il tempo, la fotografia” è curata dal fotografo Fortunato Celentino e sarà inaugurata Sabato 1 Dicembre alle 19.30 nel chiostro della Basilica di S.Antonio.La mostra sarà aperta fino a domenica 9 dicembre, dal lunedì al sabato dalle 17,00 alle 19,30 e la domenica dalle 09,30 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,00 con ingresso gratuito.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 30 Novembre 2012 12:30)

Leggi tutto...

 

Università di Salerno. L'OCPG a Cava de'Tirreni per “I percorsi della creatività”

Parte l'iniziativa dell'Osservatorio Culture e Politiche Giovanili dell'Università di Salerno

Da mercoledì 28 a venerdì 30 novembre 2012 a Cava de'Tirreni (SA) si terrà l'evento "I percorsi della creatività"  organizzato dal Settore Politiche giovanili del Comune di Cava de' Tirreni in collaborazione con l'Ufficio Informagiovani, il Forum dei giovani, il Club universitario cavese e l'Osservatorio Culture Giovanili (OCPG), nell'ambito del progetto regionale Azione C 2009, denominato "Progettiamo".

Sarà una tre giorni dedicata alla valorizzazione e diffusione del talento giovanile e alla riflessione sulla creatività e sugli interventi di supporto all'innovazione artistica. L'esposizione sarà dedicata alle opere realizzate da giovani creativi cavesi e i vinili della mostra "45ART - l'arte a 45 giri" degli artisti del territorio regionale partecipanti al progetto "Chiamata alle arti".

Il 30 novembre alle ore 18.00, presso il C.U.C. (Club Universitario Cavese) l'evento si concluderà con un convegno per riflettere sul tema della creatività come strumento per la nascita di start up e di opportunità lavorative ma anche come riconoscimento di diritti e spazio della partecipazione, sul legame tra creatività, cultura e territorio e sui percorsi di supporto della creatività giovanile.

Al convegno interverranno per i saluti istituzionali Giovanni Baldi - Consigliere Regionale; Antonio Iannone - Presidente Provincia di Salerno; Marco Galdi - Sindaco di Cava de' Tirreni; Clelia Ferrara - Consigliere delegato alle Politiche Giovanili Comune Cava de'Tirreni.  I relatori saranno: Stefania Leone - Coord. Osservatorio Comunicazione Partecipazione Culture Giovanili; Angela Delli Paoli -Responsabile Area Metodologica OCPG; Maurizio D'Antonio - Presidente Cava Sviluppo; Emiliano Sergio - Presidente del Forum dei Giovani di Cava de' Tirreni. Modera Carmen Cicalese - Incaricato uff. Informagiovani Comune di Cava de'Tirreni. La parte finale della serata sarà dedicata all'esibizione musicale della rock band giovanile Cosmorama.

Leggi tutto...

 

“Prospettive di riforma della Giustizia Penale Minorile”

di Diana Santucci - Il 28 novembre a Napoli presso il Palazzo di Giustizia (Sala Arengario), a partire dalle 11.30, appuntamento con un convegno di studio promosso dal Dipartimento di Scienze Penalistiche, Criminologiche e Penitenziarie della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli, dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Napoli, dalla Camera Penale di Napoli e dall'Unione Giovani Penalisti, dal titolo: “Prospettive di riforma della Giustizia Penale Minorile”. Dopo i saluti di Francesco Caia, Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati, Lucio de Giovanni, Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli, Sergio Moccia, Direttore di Dipartimento di Scienze Penalistiche della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli, Domenico Ciruzzi, Presidente della Camera Penale di Napoli, Margherita Dini Ciacci, Presidente Unicef Campania e Gennaro Demetrio Paipais, Presidente dell'Unione Giovani Penalisti, sono previsti gli interventi di Gustavo Sergio, Presidente del Tribunale per i Minorenni, Roberto Gentile, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, Arturo Frojo, Consigliere dell'Ordine degli Avvocati di Napoli, Clelia Iasevoli, Docente di Legislazione Penale Minorile presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Federico II, e da Giuseppe Riccio, Emeritus dell'Università degli Studi di Napoli Federico II.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 26 Novembre 2012 21:25)

Leggi tutto...

 

Casapesenna, successo alla manifestazione ecologista di FareAmbiente

Dopo il successo ottenuto con la  Giornata dell’Albero, tenutasi il 21 Novembre presso il Dipartimento di Scienze Politiche “Jean Monnet” di Caserta, i volontari dell’associazione ambientalista FareAmbiente, su iniziativa del laboratorio di Casapesenna e del suo coordinatore, Leonardo Piccolo,  hanno organizzato  nel Santuario “Mia Madonna e Mia Salvezza” di Casapesenna la benedizione degli alberi offerti dalla Regione Campania settore foreste  destinati alla piantumazione nelle scuole della Provincia di Caserta per la Festa dell’Albero.
Tale iniziativa, celebrata occasionalmente per la prima volta in Italia nel 1898, su iniziativa dell’allora Ministero dell’Agricoltura e Foreste, dal 1951 in poi,  si svolge ogni anno nella giornata del 21 novembre. Patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, l’evento ha la finalità di sensibilizzare l’opinione pubblica in merito all’importanza dal punto di vista ambientale del patrimonio arboreo e boschivo.
“Sono ormai tre anni che veniamo in questo santuario dedicato alla Vergine Maria - afferma Piccolo - per far benedire gli alberi che successivamente verranno messi a dimora nelle scuole di Casapesenna e della provincia di Caserta”.
La manifestazione è iniziata con la celebrazione della Santa Messa, con l’offertorio commentato dai giovani del sodalizio che hanno portato all’altare i  frutti degli alberi offerti dai vari laboratori FareAmbiente della provincia.
Di seguito le giovani Lucia, Nancy, Iole e Mina, alunne del Prof. Leonardo Zagaria cui vanno i nostri ringraziamenti,  hanno recitato  le loro poesie sugli alberi.
L’evento  è stato reso, inoltre, ancor di più significativo  dalla partecipazione dell’associazione Pro handicap di Bacoli.
Il sacerdote  celebrante, don Franco Leone, non a caso  ha voluto unire le due associazioni in una unica grande giornata in cui la chiesa cattolica celebra Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo ricordandoci, nella sua omelia, dell’importanza che anche la Chiesa ed il suo Pontefice, Benedetto XVI, hanno attribuito alla tutela dell’ambiente.
“Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce t’insegneranno le cose che nessun maestro ti dirà”.
Affermazione tuttora valida , acuta ed estremamente attuale, nonostante la  nostra cultura ipertecnologica ci faccia supporre di aver acquisito una conoscenza pressoché totale di quanto ci circonda. Al termine della celebrazione nel piazzale del Santuario, presso lo stand allestito per l’occasione, si è dato luogo alla benedizione degli alberelli da portare nelle scuole. Presenti alla manifestazione oltre ai responsabili regionali e provinciali Avv. Francesco Della Corte e Dott. Gennaro Caserta molti responsabili dei laboratori della provincia.
Pasquale Colella per Marcianise, Vincenzo Lucente per Frignano, Angela Ferrara per San Tammaro, Lia De Vincenzo  Aversa, Vincenzo Sglavo per Teverola ed altri ancora, ai quali sono andati i ringraziamenti di tutti gli attivisti di Casapesenna per la gentile collaborazione e partecipazione.

Ultimo aggiornamento (Martedì 27 Novembre 2012 05:21)

Leggi tutto...

 

«Il Ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo: il quadro normativo e la casistica giurisprudenziale»

di Diana Santucci - Martedì 20 novembre 2012 alle ore 14.30 si è tenuto l’incontro organizzato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Napoli, presso la sala Arengario nel Nuovo Palazzo di Giustizia, Centro Direzionale di Napoli, sul tema: «Il Ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo: il quadro normativo e la casistica giurisprudenziale». Nella prima fase del dibattito, la Dott.ssa Claudia Picciotti, Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli, ha esposto un excursus storico sulla normativa in materia: con l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona (1°dicembre 2009) l’Unione Europea aderisce alla Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, cioè un trattato internazionale che istituisce la Corte e ne regola il funzionamento, inoltre contiene un catalogo di diritti e libertà che gli Stati hanno assunto l’obbligo di rispettare. La Corte europea dei Diritti dell’Uomo è un tribunale internazionale con sede a Strasburgo e si compone di un numero di giudici pari a quello degli Stati membri del Consiglio d’Europa che hanno ratificato la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali.

Ultimo aggiornamento (Domenica 25 Novembre 2012 09:21)

Leggi tutto...

 

nano-tv