Home Eventi

Eventi

Museo Sansossiano di arte sacra di Frattamaggiore. Dalla croce al martirio: la testimonianza del diacono Sossio (aprile-maggio 2013)

Oggi 20 aprile un incontro nella sala consiliare del comune di Frattamaggiore
di Antonello Ricco - Il Museo Sansossiano di Frattamaggiore piccola ma operosa realtà che da oltre un quinquennio lavora per la migliore sistemazione e la più incisiva valorizzazione delle sue collezioni, aderisce alle celebrazioni costantiniane previste per il 2013 con il progetto Dalla croce al martirio: la testimonianza del diacono Sossio. Inserisce la sua iniziativa in una più ampia programmazione a base regionale, che, in un’ottica di rete, vede la collaborazione di dieci musei ecclesiastici campani, ognuno intento ad approfondire un tassello dell’ampia tematica costantiniana, ma partendo dal proprio territorio e dalle proprie collezioni, al fine di illustrare quelli che sono stati gli anni delle persecuzioni e poi della tolleranza in Campania, con tutti i risvolti sul piano politico, sociale, culturale e cultuale che ne sono derivati.

Ultimo aggiornamento (Sabato 20 Aprile 2013 07:54)

Leggi tutto...

 

I Giovani per un Mondo Unito presentano “L'uomo d'onore non paga il pizzo”

Interverranno l'autore Roberto Mazzarella e l'imprenditore pomiglianese Salvatore Cantone

Il prossimo venerdì 19 Aprile alle ore 18.30 presso la Sala Consiliare del comune di Sant’Anastasia si terrà la presentazione del libro “L’uomo d’onore non paga il pizzo” di Roberto Mazzarella. L'autore è nato a Ragusa nel 1953, ma vive da sempre a Palermo. Giornalista e scrittore, tra le sue precedenti opere “Arcipelago Palermo” edito dalla editrice di Roma Città Nuova, con prefazione del premio Pulitzer di giornalismo Alan Friedman, e “Con il cuore oltre l’oceano”, uno sguardo complessivo sulle comunità di siciliani sparse nel mondo. Ad organizzare l'evento, i Giovani per un mondo unito di Sant’Anastasia. La serata si salda ad altre iniziative che il movimento fondato da Chiara Lubich sta portando avanti, quali “Legal-ITA” dedicato appunto al tema della legalità che culminerà con un appuntamento per tutti i giovani italiani a Caserta per il prossimo Luglio, e lo United World Project che mette insieme i giovani che aderiscono al movimento da ogni parte del pianeta. Nella serata della presentazione, oltre all'autore, interverrà anche Salvatore Cantone, imprenditore di Pomigliano d’Arco fondatore dell’associazione antiracket e antiusura “Domenico Noviello”. Il titolo del libro fa riferimento ad uno degli slogan più noti - "NON PAGARE IL PIZZO E' UNA QUESTIONE DI ONORE" - che fanno parte della campagna contro il racket delle estorsioni adottata all'interno del progetto per la legalità e il consenso civile contro la mafia, promosso dalla Fondazione Progetto Legalità in memoria di Paolo Borsellino e di tutte le altre vittime della mafia. Il libro è una composizione plurale di storie tratte dalla "rivoluzione sociale" che, da tempo, ha preso corpo in Sicilia: dai ragazzi di Addiopizzo a tutti i piccoli e grandi imprenditori che hanno detto no alla mafia.

 

NAPOLI E LA “PEREGRINATIO” DI S. GIUSEPPE DA COPERTINO.

(Il Santo dei Voli in visita nel capoluogo partenopeo)

Di ROSALIA GIGLIANO

 

Ultimo aggiornamento (Lunedì 08 Luglio 2013 15:13)

Leggi tutto...

 

WWF: IL 23 MARZO E’ “L’ORA DELLA TERRA”

Napoli partecipa all'evento spegnendo le luci della città

Di ROSALIA GIGLIANO

"Earth hour 2013": è questo il titolo dell'iniziativa del WWF che si svolgerà questa sera. È un evento di portata mondiale: "l'ora della Terra", ovvero lo spegnimento delle luci per 1 ora.
Anche la città di Napoli aderirà a quest'iniziativa, spegnendo per 60 minuti, dalle ore 20.00 alle ore 21.00, le luci di Piazza del Plebiscito e del Museo di S. Martino. Lo scopo di questa campagna mondiale, partita nel 2004, è principalmente quello di "sensibilizzare la popolazione rispetto al tema del cambiamento climatico" e sulle sue conseguenze che si ripercuoteranno sulle generazioni future.
Dalla pagina Facebook del WWF si legge: "È un evento ovviamente simbolico, ma l'obiettivo è quello di far capire alla gente quanto è facile fare qualcosa per il pianeta".
Si tratta di dimostrare che ognuno di noi, nel proprio piccolo, può far qualcosa per la Terra...e così farà Napoli, nel piccolo della sua città, spegnerà per un'ora i suoi due monumenti più importanti.

 

Giornata della Legalità a Volla

Gli assessori Mauriello e Navarro organizzano l'evento con le scuole. Modera Angelica Romano

VOLLA – In occasione della Festa Regionale celebrata il 21 marzo in Campania in ricordo di tutte le vittime della mafia e di quelle sacrificatesi per il valore della legalità, si è tenuta nell'I.C. Giovanni Falcone di Volla la “Giornata della Legalità”. L'evento è patrocinato dal comune, ed è stato organizzato dagli assessori alla Pubblica Istruzione Simona Mauriello e alla Legalità Agostino Navarro. Moderatrice del dibattito, la dott.ssa Angelica Romano, presidente dell'associazione ARS ed esponente di spicco di Libera Campania. I lavori cominciano coi saluti istituzionali: prima la dirigente dell'ICS Falcone, la professoressa Maria Incarnato. Poi il sindaco Guadagno e gli assessori Mauriello e Navarro che hanno organizzato l'evento. Interviene poi la dottoressa Francesca Fischietti, che traccia una storia del Dipartimento Investigativo Antimafia al quale appartiene, ricordando ai ragazzi stipati sugli spalti della palestra della scuola che l'idea della DIA è stata fortemente voluta, appunto, da Giovanni Falcone. Il magistrato Giuseppe Visone ha chiarito ai ragazzi alcuni articoli della Costituzione, soffermandosi in particolare sui diritti delle donne e dei carcerati. L'intervento probabilmente più emozionante è stato quello di Lorenzo Clemente, marito di Silvia Ruotolo e presidente dell'Associazione Familiari Vittime Innocenti della Camorra. Ulteriori attori che si sono avvicendati sul palco, il Vice Questore di Polizia Pietro Marino, don Tonino Palmese di Libera, Luigi Cuomo di SOS Impresa, Il Comandante della stazione dei Carabinieri di Volla Salvatore Manna, il responsabile della Protezione Civile di Volla Vincenzo Viola. Al termine di quella che si è presentata come una vera e propria maratona, i ragazzi di tutte le scuole vollesi hanno presentato poesie, riflessioni, danze, scene e coreografie sul tema della legalità.

 

La garçonne, sabato grande serata con il Pink Life Party

 

 

di Armando Brianese - Grande evento questa sera a La garçonne, noto locale della movida napoletana sito a Vico Santa Maria a Cappella Vecchia 10, nei pressi di Piazza Dei Martiri. Anche questo sabato sono di scena il piano show di Enzo Evergreen Toscano ed il Dj Set di Checco Tè VS Umile Nicoletti. Una serata "speciale" nel segno della buona musica e del divertimento, da trascorrere tra amici e insieme ai propri cari, dove le sorprese non finiscono mai. La serata è in collaborazione con l’allegro staff al femminile (e non) della nuova rivista “Pink Life Magazine”. Ristorante a la carte on reserve H 21.30. After dinner from H 23.00. Ingresso riservato esclusivamente in lista.
Grande evento questa sera a La garçonne, noto locale della movida napoletana sito a Vico Santa Maria a Cappella Vecchia 10, nei pressi di Piazza Dei Martiri. Anche questo sabato sono di scena il piano show di Enzo Evergreen Toscano ed il Dj Set di Checco Tè VS Umile Nicoletti. Una serata "speciale" nel segno della buona musica e del divertimento, da trascorrere tra amici e insieme ai propri cari, dove le sorprese non finiscono mai. La serata è in collaborazione con l’allegro staff al femminile (e non) della nuova rivista “Pink Life Magazine”. Ristorante a la carte on reserve H 21.30. After dinner from H 23.00. Ingresso riservato esclusivamente in lista.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 22 Marzo 2013 17:53)

Leggi tutto...

 

Crescenzo Autieri porta in scena Napoli Shoah

Napoli Shoah", questo è il titolo dell'ultima commedia, in due atti, scritta e diretta dal maestro Crescenzo Autieri, che sarà portata in scena nelle serate di venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 Marzo all'Auditorium Caivano-Arte, dalla Scuola di Teatro "Dietro le Quinte", fondata dallo stesso Autieri. Si tratta di uno spettacolo ambientato a Napoli nell'anno 2020, dove viene messa in risalto una città abbandonata a sè stessa, nella sua miseria, nel suo degrado più grande, una Napoli senza speranza, lasciata nelle mani del governo cinese, che come ogni dittatura decide di indirizzare il malcontento popolare interno verso un nemico da odiare, un male da estirpare, il popolo napoletano. Inizia così il genocidio delle donne napoletane deportate in Cina e gli uomini lasciati morire a Napoli, lavorando venti ore al giorno nelle cave. Una commedia molto intensa, abbastanza triste, tragica, dove ancora una volta il popolo napoletano fatica a risalire la china, dove tutto è possibile e impossibile nello stesso tempo, dove il male e il bene hanno vita dalla stessa radice, dove alla fine la speranza è l'unica certezza del popolo napoletano.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 13 Marzo 2013 07:47)

Leggi tutto...

 

Vi presentiamo l’Oscar del cuore: David Gandy entra nel presepe napoletano 2013

In anteprima vi presentiamo la “scultura” realizzata come tributo per l’impegno nel sociale commissionata per David Gandy, dice Antonella Vaccaro, promotrice di questa iniziativa e che, insieme a Paola Antonini, è attiva da anni nel sociale, dedicandosi all’organizzazione di eventi a scopo benefico,tra cui , ultimo e non ultimo l‘evento in collaborazione con Oxfam Italia.Grazie alla maestria di Genny Di Virgilio, abile pastoraio di San Gregorio Armeno, nota nel mondo per le innumerevoli botteghe artigiane e l’arte presepiale, David, designato “personaggio ufficiale del presepe napoletano 2013“…eccolo qua! L’iniziativa prende forma.Il super modello britannico, definito così su tante riviste ottiene un super riconoscimento. Il mondo della moda non ruota solo intorno ad una passerella,dice Antonella Vaccaro, è fatto anche di persone che regalano tempo e cuore ad iniziative importanti.

Leggi tutto...

 

Presentata alla Regione la prima piattaforma di rivendicazioni unitaria dei movimenti femmili napoletani

Lavoro, Welfare, Violenza di Genere i punti del documento

Lo scorso 8 marzo, in occasione della giornata della donna, la CGIL Campania ha presentato una piattaforma di rivendicazioni centrata sui diritti delle donne e l'attuazione delle politiche di genere.
Si tratta del primo tentativo, a Napoli, di redazione unitaria di una piattaforma rivendicativa, rivolta alla Regione, frutto del negoziato tra la CGIL locale e le Associazioni femminili e femministe napoletane. All’incontro erano presenti diverse componenti dei movimenti che hanno contribuito alla stesura della piattaforma: l’UDI, Se Non Ora Quando, l’Associazione per la Casa delle Donne, le Donne di SEL e del PD, le rappresentanti dei centri antiviolenza.

La conferenza ha preso le mosse da un video sul recente incendio di Città della Scienza, seguito dall’intervento di alcune dipendenti della struttura. Il primo punto della piattaforma è centrato sul lavoro come “diritto negato”, naturalmente con speciale riguardo per la disoccupazione femminile. In Campania soltanto il 20,4% delle donne è occupato, a fronte della percentuale nazionale di per sé già preoccupante del 38%. Comunque, anche in caso di pari inquadramento, i redditi delle donne sono inferiori a quelli degli uomini del 25%. Forte insistenza poi si è data allo “smantellamento del welfare” al quale si è assistiti negli ultimi anni, con una decrescita inarrestabile degli investimenti nella sanità, nei servizi e nelle politiche di sostegno al reddito. Molti interventi hanno ribadito un vecchio “must” femminista, secondo cui il lavoro di cura non riceve alcun tipo di riconoscimento sociale né economico.

Il documento unitario propone una serie di azioni che auspicano di invertire questa tendenza: incentivi per le aziende che creano occupazione femminile, sblocco del turn-over nella pubblica amministrazione e in quei settori in cui l’occupazione femminile è più diffusa, flessibilità dell’età di ritiro dal lavoro, riconoscimento del lavoro di cura ai fini della maturazione del diritto alla pensione ampliamento dell’occupazione femminile attraverso lo sviluppo delle attività di bonifica del territorio e di tutela dell’ambiente, maggiori investimenti nei settori della ricerca, della formazione, della cultura.

Secondo punto della piattaforma, “il ripristino e il potenziamento delle strutture dei servizi, con asili nido, consultori e rifinanziamento del fondo per le non autosufficienze”. Si richiede alla Regione anche un’indennità di maternità a carico della fiscalità generale, e l’inserimento di ulteriori mediatori culturali per le donne migranti. Terzo punto, “finanziare e sostenere le politiche di prevenzione, sensibilizzazione e contrasto alla violenza di genere, con un nuovo piano per le case di accoglienza per le donne maltrattate e per i centri antiviolenza”. La piattaforma si fa anche promotrice di una legge regionale sulle coppie di fatto e omosessuali.

 

Il cuore innanzi a tutto...Premio a David Gandy

Quando moda, arte e solidarietà si incontrano spesso e volentieri prende vita una sinergia unica, entusiasmante, un modo originale per veicolare e promuovere valori oltre barriere e confini dell’indifferenza quotidiana. In quest’ottica nasce l’iniziativa di Antonella Vaccaro, responsabile amministrativa del Circolo Sportivo Villani di San Prisco (Caserta), che ha voluto omaggiare il supermodello britannico David Gandy, testimonial principe di numerose campagne pubblicitarie, per il suo forte impegno nel sociale. La Vaccaro non è nuova ad iniziative simili: “Da diversi anni ormai – spiega Antonella – mi occupo attivamente dell’organizzazione e della promozione di eventi di beneficenza assieme a Paola Antonini. Durante questi anni abbiamo goduto della collaborazione di diversi settori della società, ma soprattutto del mondo della moda, non ultima quella di Oxfam Italia.

Ultimo aggiornamento (Domenica 17 Febbraio 2013 17:47)

Leggi tutto...

 

nano-tv