Home Economia

Economia

Le aziende campane che sfidano la crisi.

 
Le eccellenze campane sfidano la crisi puntando sulla tecnologia
Riscossione certa, entrate in salita - Al servizio di enti e cittadini. E' questa la mission della SO.GE.R.T., una spa che dal 2001 svolge attività di riscossione, liquidazione ed accertamento delle entrate tributarie ed extratributarie dei venti enti locali che in tutta italia le hanno dato fiducia, proprio in un delicato momento storico di riduzione nei trasferimenti erariali ai Comuni. L'azienda di Grumo Nevano, spiega il presidente Felice Coppola (nella foto), riesce infatti ad accrescere le potenzialità degli enti in merito alle entrate, nel totale rispetto del contribuente. Iscritta all'albo MEF dei soggetti abilitati ad effettuare attività di liquidazione e di accertamento, la So.Ge.R.T. vanta del resto un capitale sociale adeguato alla normativa vigente, ed ha ogni requisito di capacità finanziaria, economica e tecnica, previsto dal D.M. 11\09\2000 per l'affidamento di servizi di primaria importanza. Non bastasse, spiega Coppola, l'azienda opera in Banca d'Italia come Tesoriere per enti e consorzi fin dal 1995, forte di riconoscimenti come la certificazione UNI EN ISO 9001:2008 e l'iscrizione allANACAP e all'A.T.I.P. (visita il portale dell'azienda www.sogertspa.it)

Ultimo aggiornamento (Giovedì 30 Gennaio 2014 14:16)

Leggi tutto...

 

IPHONE & JAILBREAK: LA STORIA CONTINUA!


di MARIANO GARGIULO - Ecco il nuovo tool usato dai pirati per bloccare e potenziare il proprio iPhone con nuove app. Scopriamo in cosa consiste.Nuovo iOs, nuovo jailbreak: gli utenti Apple sanno bene che la casa di Cupertino aggiorna i propri dispositivi con regolarità e, anche se provano a fermarli, dopo poco gli hacker trovano sempre il modo di installare l’App Store alternativo, Cydia, sui propri “iDevice”. L’ultimo programma adatto allo scopo è limera1n, creato dal famoso hacker GeoHot. Questo tool, sfruttando un bug nella bootroom, consente in pochi istanti di sbloccare iPhone, iPod Touch. La procedura è rapida e non richiede sforzi per il pirata, che riesce così a sbloccare e potenziare il proprio dispositivo con nuove app, senza spendere un centesimo. Il pirata si connette al sito del tool, www.limera1n.com. Clicca sul logo Windos per scaricare la versione specifica per gli OS Microsoft (è disponibile anche la release per Mac!). Al termine del download, avvia il file limera1n.exe come amministratore (tasto destro in Windows 7) e, a dispositivo acceso e connesso via USB, preme l’unico pulsante con la scritta make it ra1n.

Leggi tutto...

 

Cardito. Convegno dei commercialisti di Napoli a palazzo Mastrilli per discutere delle novità normative degli enti locali

Il giorno 25 ottobre 2013 si è tenuto, presso la sala convegni del Comune di Cardito, l’ormai  consueto convegno dei commercialisti di Napoli. L’evento organizzato dai Commercialisti carditesi  Andrea Russo e Rosario Del Piano, nella location di palazzo Mastrilli in piazza Garibaldi, ha visto la partecipazione sia delle alte cariche del Comune di Cardito, nella persona del sindaco Giuseppe Cirillo , che dell’ODCEC di Napoli rappresentato dal consigliere delegato alla commissione enti locali, Giovanni Granata, nonché da Bruno Miele, già vice presidente dell’ODCEC di Napoli. Dopo i saluti di rito si è entrati nel vivo dei lavori, con gli interventi della dott.ssa Daniela Caianiello, responsabile dei servizi finanziari del Comune di Cardito, che ha relazionato sulla delibera 23 della corte dei conti, e sulle altre novità sui bilanci dell’ente. Altro argomento trattato durante i lavori è stato quello delle problematiche relative alle società partecipate, su cui è intervenuto il dott. Bruno D’Agostino, dell’ANCREL. I lavori si sono conclusi con gli interventi dei “padroni di casa” Dott. Andrea Russo e Dott. Rosario Del Piano, che hanno illustrato le ultimissime novità in materia di tributi locali previste nella legge di stabilità.

Leggi tutto...

 

Campania, caos trasporti: treni in tilt causa blocco stazione per protesta. Passeggeri proseguono a piedi sui binari!

 

Mattinata di ordinaria follia per gli utenti di Ferrovie dello Stato in arrivo alla stazione di Napoli Centrale. Clicca qui o sulla foto per vedere il filmato.

 

di Armando Brianese - Mercoledì 7 marzo 2013. I treni in arrivo alla stazione di Napoli Centrale bloccati da una protesta, con i manifestanti che occupano i binari e non consentono il normale flusso in ingresso e in uscita della stazione. Motivo della protesta il mancato pagamento da parte della società ai dipendenti Eav successivamente erogato. Studenti e lavoratori obbligati a proseguire a piedi sui binari da Gianturco sino a Napoli Centrale. Momenti di tensione e preoccupazione tra gli utenti del servizio Ferrovie dello Stato che tra le mille difficoltà e in nettissimo ritardo sulla tabella di marcia, riescono ad arrivare "sulle proprie gambe" a destinazione. Treni fermi all'altezza della stazione di Gianturco alle 07:50 circa e porte aperte dopo circa mezz'ora. Migliaia di passeggeri costretti a percorrere il restante tratto sui binari, ad alcuni chilometri dalla stazione di Napoli Centrale. Il ritardo accumulato per questa clamorosa catena di disservizi ha raggiunto il minutaggio record di circa 70 minuti. Facile prevedere le conseguenze negative per l'ordinaria attività da svolgere per studenti e lavoratori. La situazione trasporti in Campania sfiora il "tragicomico".

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 13 Marzo 2013 18:31)

Leggi tutto...

 

Il Fair Play Finanziario: Il futuro delle società di calcio

Martedì 30 ottobre 2012, alle ore 11, si è svolto l’incontro organizzato dall’associazione Azzurra Lex e dall’ Unione Italiana Forense Napoli presso la Sala U.I.F. del Nuovo Palazzo di Giustizia al Centro Direzionale sul tema “Il Fair Play Finanziario - Il futuro delle società di calcio”

di Diana Santucci - Dopo i saluti del Dott. Bruno Piacci, Presidente Fondazione Avvocatura Napoletana, Avv. Francesco Caia, Presidente Consiglio Ordine Avvocati Napoli e Dott. Marino Iannone, Presidente U.I.F. Napoli e l’ introduzione dell’ Avv. Luca Longhi, Centro Studi Diritto Sportivo Azzurra Lex, circa il progetto, introdotto dal Comitato Esecutivo UEFA nel settembre 2009, mirante a far estinguere i debiti contratti dalle società calcistiche e ad indurle, nel lungo periodo, ad un auto-sostentamento finanziario. Il convegno si è aperto con la relazione dell’ Amministratore Delegato SS Calcio Napoli spa, Andrea Chiavelli, il quale, ricordando che «la nostra storia è cominciata in un altro tribunale, quello di Castelcapuano», ha elogiato il Napoli: “Altri club hanno seguito la nostra strada sotto l’aspetto finanziario. Per loro il fair play potrebbe essere stato un obbligo, per noi è stato un comportamento naturale perché abbiamo ritenuto che occorresse gestire con criteri aziendali una società calcistica: il nostro obiettivo è generare valore e non provocare la sua elusione. Siamo uno dei club che meglio riesce a coniugare i risultati sportivi con bilanci sani”. In tal modo è possibile intraprendere un processo strategico, capace di produrre vantaggi: “Siamo partiti senza calciatori e palloni, le stagioni in serie C1 e serie B sono state un grande vantaggio perché ci hanno consentito di formarci e l’ autoformazione ci ha concesso il saper pianificare, puntando alla stabilità, continuità e sostenibilità, sia economica che finanziaria, del progetto.”

Leggi tutto...

 

Innovazione e ambiente La rivincita di Caserta. Prove di rinascita grazie alle piccole aziende

di GIOVANNI RUGGIERO - La legalità è fatta di gesti concreti, più che di proclami e buoni intendimen­ti. La legalità, nonostante tutto, (e per tutto si può intendere camorra) è anche u­na goccia d’acqua, imbottigliata a Riardo, dove la natura è lussureggiante, per essere bevuta a New York, oppure un banalissimo pezzo di polistirolo, sagomato ad arte, per finire nel cruscotto dell’intramontabile Al­fa Romeo Giulietta. Succede a Caserta, in Terra di Lavoro e di miracoli anche di pic­coli e medi imprenditori che, come in una favola, fanno economia e prosperano no­nostante l’orco si aggiri nel bosco. Terra dif­ficile, con la palla al piede, ma non soltan­to per i condizionamenti ambientali. Poli­tiche sciagurate hanno pesato molto di più. Francesco Izzo, docente di strategie del­l’impresa alla facoltà di Economia della Se­conda Università di Napoli che ha sede a Capua, spiega gli errori: «Almeno due. Da­gli anni 70 sono state favorite grandi indu­strie con investimenti statali. Hanno chiu­so tutte: la Siemens, la 3M, l’Italtel e tante altre.

Leggi tutto...

 

Napoli. Ratto è il nuovo Presidente di CTP

La nomina del commercialista frattese voluta dal Presidente della Provincia Luigi Cesaro

di Armando Brianese - Gaetano Ratto, commercialista ed esponente del Pdl di Frattamaggiore in passato candidato alle provinciali è il nuovo presidente del Cda di Ctp, società del trasporto pubblico della Provincia. La nomina è stata fatta dal Presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro, insieme a Ratto ci saranno nel Cda Renata Monda e Paola Costa. “La nomina del nuovo consiglio d`amministrazione della Ctp rientra appieno nelle misure di spending review in atto in Provincia - dice il presidente Cesaro - ed è propedeutica ad importanti misure innovative che ci apprestiamo ad assumere. Le nomine inoltre comportano consistenti risparmi di gestione. Il presidente percepirà un compenso inferiore del 10% rispetto al suo predecessore e le consigliere svolgeranno la propria attività a titolo assolutamente gratuito. Le società di trasporto del territorio – continua Cesaro - devono assolutamente adeguarsi alle direttive di contrazione dei costi e puntare ad una ottimizzazione dei servizi, che rispondano a concetti di razionalità territoriale”.

Leggi tutto...

 

CONVEGNO “A DIECI ANNI DALL’INTRODUZIONE DELL’EURO. QUALI CAMBIAMENTI IN ITALIA E IN EUROPA PER L’ ECONOMIA E LA POLITICA?”

Napoli - Il Comitato Associazioni Femminili Campane ha organizzato un convegno “A dieci anni dall’introduzione dell’euro.  Quali cambiamenti in Italia e in Europa per l’ economia e la politica?”. L’incontro si terra a Napoli stamane mercoledi 6 giugno presso i locali della  Marina Militare in via  C. Console  3 bis a partire dalle 17 e 30.  Il tema sarà introdotto da Cristina Franzino Cagnazzi e Anna Mastroberti Ciancio, Segretarie C.A.F.C. Relazioneranno, Maria  Brigida Del Monaco, Economista, Laura Capobianco, Storica, le conclusioni saranno affidate all’avvocato Anna  La Rana, Giurista. Seguirà un dibattito tra tutti gli intervenuti.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 06 Giugno 2012 06:53)

Leggi tutto...

 

In Campania l'addizionale Irpef più alta

Record in 84 comuni. L'addizionale regionale vola al 2.03 per cento a causa del deficit sanitario

di Maurizio Cerbone

La Campania è al vertice delle statistiche nazionali per quanto riguarda l'ammontare dell’addizionale regionale che vola al 2.03 per cento a causa degli automatismi fiscali previsti dal piano di rientro dal deficit sanitario. Un debito strutturale che si attesta a dieci miliardi di euro. Sono gli abitanti della Campania dunque, con una cifra media calcolata a 711 euro, i cittadini maggiormente colpiti dalle aliquote Irpef aggiornate dal governo Monti dopo gli aumenti del governo Berlusconi. Regione più tartassata, seguita a distanza da Lazio, Sicilia ed Emilia Romagna a quota 606 euro. Irpef regionale più alta d’Italia. Ma non basta, perché la legge prevede anche l’addizionale comunale. Ebbene, in questo caso l’aliquota massima è fissata a 0.80 per cento e ad attuarla sfruttando questa opportunità sono ben 84 Comuni della nostra regione.  Dati diffusi ieri e confermati, in Campania, dagli esperti della Regione e delle amministrazioni locali. Ottantaquattro Comuni. Un record, di cui ventiquattro in provincia di Napoli, otto in Irpinia, sedici nel Sannio, diciassette in provincia di Salerno e diciannove in Terra di lavoro.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 31 Maggio 2012 20:25)

Leggi tutto...

 

In Campania verranno soppressi 105 treni. Scoppia la protesta dei sindacati

Benevento acquisirà il triste primato regionale di capoluogo più isolato

di Armando Brianese

La FILT CGIL, la FIT CISL, la UGL.T. e la UilTrasporti hanno lanciato l'allarme per la futura soppressione di un totale di 105 treni solo in Campania. In particolare, Benevento risulterà ancora più isolata se, come paventato, si andrà alla soppressione di 13 corse per la tratta Benevento - Avellino; 3 corse per Benevento - Roma; 1 corsa Caserta - Benevento; 2 corse Benevento - Campobasso e 5 corse Salerno - Benevento. La protesta dei sindacati ha preso corpo in una nota formale indirizzata al Presidente della Giunta Regionale della Campania, nonché all'assessore regionale ai trasporti ed al lavoro, ai Presidenti delle Province, ai sindaci, all'Amministratore Delegato Gruppo F.S. e all'Amministratore Delegato e al Direttore del Trasporto Regionale di Trenitalia. “Dal 16 aprile - è scritto nella nota - saranno soppressi 105 treni del Trasporto regionale di Trenitalia in Campania, in particolare 16 corse che collegano Salerno con Nocera Inferiore; 20 corse tra Salerno e Mercato S. Severino; 31 corse tratta metropolitana Napoli – Gianturco - Campi Flegrei - Pozzuoli; 13 corse Benevento - Avellino; 3 corse Benevento - Roma; 2 corse Caserta - Roma; 1 corsa Buccino - Battipaglia; 1 corsa Eboli - Salerno; 2 corse Napoli - Campobasso; 1 corsa Battipaglia - Eboli; 2 corse Salerno - Caserta; 1 corsa Caserta - Benevento; 1 corsa Avellino - Salerno; 2 corse Benevento - Campobasso; 1 corsa Cancello - Salerno; 3 corse Roma - Campobasso; 5 corse Salerno - Benevento".

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Dicembre 2012 16:37)

Leggi tutto...

 

nano-tv