Home Cultura IMMAGINA UN MONDO A COLORI... CON "1 CAFFE' A PARIGI" DI ANNA FALCO

IMMAGINA UN MONDO A COLORI... CON "1 CAFFE' A PARIGI" DI ANNA FALCO

di Angela Enza Massaro - È stato presentato presso la Biblioteca Comunale di Caivano il libro di Anna Falco, poetessa, ghostwriter e scrittrice. Pubblicato con la casa editrice "Pubblicalibri", a Novembre 2013, Il libro sta già riscontrando un discreto interesse. Una trama insolita, con chiari riferimenti alla condizione sociale vigente nei nostri territori, con un linguaggio immediato, anche se non mancano numerose figure retoriche, tra cui metafore. Nel suo libro, l'autrice ha raggruppato otto amici sconosciuti tra di loro e li ha portati a prendere un caffè a Parigi, lontani da una realtàstressante ed opprimente, fatta di sistemi corrotti e degradati. Il suo intento è quello di voler raccontare il dramma dell'uomo moderno, in bilico tra i desideri di un ordine sociale e la semplice constatazione di una società declassata. Il titolo ha un significato suggestivo,“1 caffè a Parigi”, che ha suscitato la curiosità di vari cittadini e giornalisti del luogo, con domande sul tema "il viaggio mentale" ; un percorso che ognuno di noi può realizzare tutte le volte in cui desidera staccare la spina e assaporare mete nuove, seppur con la fantasia! Il senso di tutto questo è l'idea di andare a prendere una boccata d'aria nuova, fuori dalla nostra realtà fatta di discariche, gente incivile e cattiva amministrazione. "Il nostro problema è paragonabile ad un vaso di Pandora, per anni siamo andati avanti mettendo tutto dentro ed oggi è esploso" - afferma così Anna Falco - con chiari intenti di critica sociale. Non è un caso, infatti, che il libro sia rivolto anche a cariche istituzionali vigenti sui territori campani, attivi nella lotta contro i roghi tossici, a partire da Padre Maurizio Patriciello, una persona molto stimata dall'autrice poiché ha cercato di svegliare le masse dormienti, mobilitando tuttora interi paesi della Campania e aprendo in questo modo la questione sulla correlazione tra discariche e tumori.  "Il mio libro narra di posti immaginari, ma dovrebbero essere reali i fiori e i prati, i nostri figli non dovrebbero sognare di andarsene dal nostro paese, ma amarlo, perché è il posto più bello del mondo... Immagina un mondo a colori, questo è il tuo mondo: impara a proteggerlo e a rispettarlo, per il bene collettivo" - conclude così la Falco.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 14 Aprile 2014 14:07)

nano-tv