Home Cultura

Cultura

Ma la vendemmia? .La storia e il lungo procedimento di preparazione

di Fortuna Quaranta -La natura cambia veste a cavallo del suo autunno. I figli prediletti stanno maturando aspettando di colorarsi alla luce del sole generoso. La sua essenza arriva da molto lontano, cullata da civiltà luminescenti, cresciuta tra mezzelune fertili e battezzata nella terra santa, a cavallo di purosangue o con i popoli del mare, tra l’Anatolia, la Magna Grecia, la Sardigna e i grandi mari liguri. E poi dappertutto, di solito con il saggio ulivo. La parola vino è antichissima e gli etimologici discutono se ne farla derivare da una radice del sanscrito “Venas” piacevole da cui “Venus” (Venere) oppure dall’antico ebraico “Lin”” che attraverso il greco “oinos” sarebbe arrivato ai latini. Nel mondo greco il vino era ritenuto un dono degli dei e tutti i miti sono concordi nell’attribuire a Dioniso, dio del vino, l’introduzione della cultura della vite tra gli uomini. La vite è una pianta antichissima e secondo la classificazione botanica appartiene alla famiglia delle Vitacce, anticamente chiamata Ampelidacee. La vendemmia, ai tempi dei nostri nonni e dei nostri bisnonni si faceva verso settembre - ottobre; all'alba si partiva con un carro trainato da un bue, un cavallo o un asino e si andava verso la vigna. Chi aveva più di una vigna cercava delle ragazze per tagliare l'uva. Un tempo la maggior parte dei contadini e delle contadine andavano a piedi eccetto chi guidava il carro con il tino. Sopra il carro c'erano gli attrezzi, il tino, le "bigonce" e i bambini che le mamme si portavano appresso.

Leggi tutto...

 

La leggenda di Castel dell' Ovo.

di Fortuna Quaranta - Il nome “Castel dell’Ovo” deriva da un’antica leggenda secondo la quale il poeta latino Virgilio, Quasi nume tutelare, protesse la città con la sua aura magica, tanto da esserne considerato il patrono prima di San Gennaro. Nel Medioevo, Virgilio,  era considerato anche un mago, nascose nelle segrete dell’edificio un uovo che mantenesse in piedi l’intera fortezza. La sua rottura avrebbe provocato non solo il crollo del castello, ma anche una serie di rovinose catastrofi alla città di Napoli.La leggenda circolava già dal 300 d.C.

Leggi tutto...

 

A Frattamaggiore uno dei premi della 43° Edizione Del Premio Internazionale Varenna "Pierantonio Cavalli"

Alla pittrice Rosa Fortunato il Premio speciale della Banca Popolare di Sondrio.

Ben 150 i quadri che hanno partecipato a questa edizione, provenienti da tutta Europa e non solo ( a dimostrazione di come la manifestazione   sia conosciuta), 15 i premi in palio.  La mostra è stata realizzata nella chiesa sconsacrata di Santa Marta, nella stupenda e pittoresca cittadina di Varenna (Lecco), arroccata sulle sponde del lago di Como, dal 15 agosto  al 9 settembre 2103, giorno della premiazione finale.  Tema di quest’anno : “Il Gioco” .  La pittrice Rosa Fortuanto ,  proveniente , appunto da Frattamaggiore , si è aggiudiacata uno dei premi più significativi,la prestigiosa coppa messa in palio dalla Banca Popolare di Sondrio,  con il suo quadro “Un  mondo di Giochi” , in cui i colori, le variazioni, le fantasie, la solarità, la giocosità, sono espressione di un mondo fantastico e libero. Questo  il commento al quadro della Fortunato: "Il mio gioco preferito? Anzi, i miei giochi preferiti: quelli per i quali i bambini si divertono con poco, fanno movimento e stimolano la fantasia: mosca-cieca, girotondo, corsa, cerchio, capriole, bamboline, ecc. ecc...Giochi che tengono impegnati dalla mattina alla sera, in una spensierata dimenticanza del tempo, della stanchezza e, magari, anche... della fame. Divertimento puro. Giochi che hanno il sapore della LIBERTA' ".

Leggi tutto...

 

NO AL FEMMINICIDIO ! LE PAROLE DELLA COORDINATRICE DI GIOVANE ITALIA SULL’ESEMPIO DEL “NO MORE”

di Fortuna Quaranta - 113 donne uccise in Italia nel giro di un anno , è una catastrofe che si deve prevenire . Proprio questo è il tema del quale abbiamo discusso con la Coordinatrice della Giovane Italia Sant’Antimo , Giuseppina Ferriero la quale ha promosso proprio una campagna contro il femminicidio , partendo da Sant’Antimo . “Sant’Antimo è un piccolo paese – ci spiega la Ferriero - ma è dalle piccole cose che si generano quelle grandi e noi giovani dobbiamo servire da esempio ai più grandi ed iniziare a preoccuparci del nostro futuro . In quanto Coordinatrice  della Giovane Italia Sant’Antimo sto mettendo su una squadra di giovani e valide donne che mi aiuteranno a portare a compimento gli obbiettivi che ci siamo prefissati . Oltre ad occuparci di quello che è un partito politico giovanile ci occuperemo di una questione che nell’ultimo anno è stata spesso al centro dei “ media “,la “Donna”. Promuoveremo campagne contro il femminicidio , lo stalking,  la violenza e  gli abusi che ormai sono all’ordine del giorno per le donne , infatti ,si pensi che solo in Italia ogni 3 giorni una donna muore per uno di questi motivi e noi  ”vogliamo dire Basta! ” così  come si chiamerà il nostro progetto. In questo progetto ci occuperemo di far capire alle donne che il pericolo è dietro l’angolo e come accorgersene in tempo , come fermare il mostro prima che sia troppo tardi . A volte ciò non avviene sia  per paura e  sia per evitare uno scandalo , per quieto vivere , non si parla e magari passano giorni , giorni troppo brevi e immersi nel terrore .
In Italia e nel mondo il femminicido e la violenza avvengono su donne di età compresa tra i 16 ai 44 ,donne giovanissime, bambine, ragazze ; e ciò che è più terribile è che questi “mostri” ti convincono a non parlare , ti manipolano  mentalmente, ti distruggono . Prenderemo ad esempio anche la campagna del “NO MORE” alla quale è stato favorevole anche il nostro Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano . Ci sarà una raccolta firme per dimostrare che siamo stanche ! . Siamo convinte che non basti una carta dei diritti , una legge , uno spettacolo o un documentario a fermare questa strage . Tuttavia vi sono movimenti come il nostro che credono in quello che potrà essere un paese , una regione e una nazione migliore e che il sacrificio di tante donne non è stato vano . Una cosa è certa , affinchè le vittime di violenza possano trovare coraggio e forza , è necessario tutelarle e rendere il problema all’ordine del giorno poiché non si sentano sole ad affrontare la realtà ! . Una via di uscita esiste , anche attraverso il nostro progetto. Credo che molte donne e giovani donne capiranno la loro condizione e riusciranno ad uscire dal baratro . Inoltre stiamo lavorando anche ad un progetto che assocerà donna e cancro , per sensibilizzare l’opinione pubblica e aiutare le donne affette da cancro al seno . Inoltre la sottoscritta  e il Coordinatore  Tommaso Petito vogliamo ricordare che Ottobre è appunto il mese della prevenzione al cancro al seno ed invitiamo tutte le donne e giovani donne a fare dei controlli , ad informarsi sull’argomento. Concludo col dire che le idee ci sono , non voglio svelare altro , la squadra è forte e in quanto donna mi sento di affrontare con tutte le mie forze quelli che saranno gli ostacoli per portare a termine il mio progetto “ .  Parole degne d’ammirazione quelle del consigliere del Direttivo Vincenzo Amore nei confronti di  Giusy Ferriero : “ Esprimo con soddisfazione la partecipazione di Giusy Ferriero al progetto Giovane Italia Sant’Antimo . Sono sicuro che , con la sua grinta e la sua volontà saprà rappresentare , insieme alle altre ragazze del partito , i diritti femminili . Ringrazio inoltre , i soci della Giovane Italia per la fiducia che hanno riposto in me . Ora non ci resta che iniziare il nostro cammino , prima tappa : Il Forum dei giovani di Sant’Antimo “ .

 

A spasso con la storia: IL CONCILIO DI TRENTO

di Fortuna Quaranta - Il Concilio di Trento è la risposta della Chiesa cattolica alla riforma protestante di Lutero.Con il termine contro-riforma si intende l’insieme delle scelte compiute dalla chiesa contro la riforma protestante.Viene convocato nel 1542 da Papa Paolo III a Trento,perché era una città indipendente da Roma ma appartenente all’Impero tedesco,per far capire che si vuole trovare un compromesso con i protestanti.
I vescovi protestanti però non partecipano al concilio perché non riconoscono l’autorità del Papa;così il concilio diventa un’occasione per riorganizzare la chiesa cattolica.Nel 1548 il concilio viene trasferito a Bologna a causa della peste,e viene sospeso a febbraio.Tra il 1551 e il 1552 viene spostato nuovamente a Trento,ma poi viene sospeso fino al 1562 a causa delle guerre politiche in Europa,al quale il Papa vuole partecipare.Riprende nel 1562 fino al 1563 a Trento.Nel concilio vengono prese decisioni dottrinarie e organizzative.Dottrinarie: Viene ribadito il valore dei sette sacramenti e l’inesistenza del sacerdozio universale,perché per diventare preti bisogna essere consacrati con l’ ”ordine”.

Leggi tutto...

 

NOLA. RINASCE LA GIOVANE ITALIA . E’ ANDREA MAURO IL NUOVO COORDINATORE

di Fortuna Quaranta - Si spande a macchia d’olio ed anche a Nola nasce o meglio rinasce la Giovane Italia , questa Organizzazione Nazionale , persegue tramite un apparato organizzativo i medesimi scopi del PDL , con particolare attenzione al mondo giovanile nell’ ambito della scuola , Università e lavoro . La Giovane Italia a Nola aveva come coordinatore Alberto Verani il quale prima delle elezioni politiche si schierò  a favore dell’ UDC  , che ha come riferimento l'On. Pasquale Sommese di Cimitile. Il giorno Venerdì  19 Luglio 2013 il Vice Coordinatore Nazionale  Giovane Italia , Armando Cesaro , nomina Andrea Mauro 22 anni , coordinatore della Giovane Italia a Nola .

Leggi tutto...

 

"ATTRAVERSO MARIA PER CONOSCERE GESU'": PONTICELLI IN FESTA

Questa sera, inizio dei festeggiamenti in onore di Maria SS. della Neve
di ROSALIA GIGLIANO

Leggi tutto...

 

Sant’ Antimo. Nasce la Giovane Italia, è Tommaso Petito il coordinatore cittadino

di Fortuna Quaranta -La Giovane Italia Coordinamento Sant’Antimo  esiste ufficialmente dal  4 Marzo 2013 in seguito alla nomina a Coordinatore di Tommaso Petito (nella ph. a sx), ricevuta dal Coordinatore Provinciale Federico Menna e dal Vice-coordinatore Nazionale Armando Cesaro (nella ph. a dx).  Ma come nasce questa associazione? Quali sono le motivazioni e gli obiettivi che essa consegue ? Tommaso Petito risponde : “ La Giovane Italia è nata dal tentativo di creare  nel territorio di Sant’Antimo , territorio in cui il PDL negli anni ha sempreriscosso largo consenso durante le elezioni amministrative , un movimento di giovani , legati appunto a questo territorio. Nel paese è già presente una realtà di giovani militanti della Sinistra , a parer mio molto attivi , e da qui nasce l’idea di creare un movimento giovanile opposto , basato su ideali e valori condivisi “ .   “ E’ inaccettabile- continua il Coordinatore Petito -  che in un paese dove il centrodestra ha sempre capeggiato , non ci siano giovani dello stesso orientamento pronti a dare anima e corpo per il bene del proprio paese e per un miglioramento del proprio territorio , tramite progetti , attività culturale , ricreative e sportive e proposte per la nostra amministrazione per la rappresentanza e tutela  dei ragazzi di Sant’Antimo” .

Leggi tutto...

 

Crema da sole, occhiali, acqua fresca: sotto l'ombrellone è sempre bello avere anche un buon libro da leggere

di Fortuna Quaranta - Una barca nel bosco, un romanzo di Paola Mastrocola.  Questo è un romanzo di Paola Mastrocola  pubblicato nel 2003. Quella di Gaspare Torrenti , è come la storia di molti ragazzi . Figlio di un pescatore aspira a diventare un grande latinista e da una piccola isola del Sud approda nella grande Torino. Un ragazzo di soli 13 anni che traduce con facilità il poeta latino Orazio e legge Verlaine , deve assolutamente frequentare un liceo classico. Prima delusione è il non trovare persone all’altezza delle sue aspettative : professori troppo impegnati nelle compresenze o compagni di classe più preoccupati dei loro abiti che dei voti scolastici. E’ un pesce fuor d’acqua Gaspare , una barca nel bosco. E’ come un animale che deve cercare di adattarsi dal momento che non ha scelta , non importa essere ma solo apparire ed apparire al meglio.

Leggi tutto...

 

Un'estate salutare! L'idratazione al primo posto e frutta e verdura a volontà.

di Fortuna Quaranta - Con il sopraggiungere della stagione estiva diventa sempre più importante curare l'alimentazione, per tutti , ma soprattutto per anziani e bambini. I consigli per una corretta alimentazione pongono come priorità l'idratazione. Seguendo pareri di esperti occorrerebbe bere due litri di acqua al giorno distribuiti in varie parti della giornata. É sempre preferibile limitare bevande zuccherate e gassate , poiché , tramite un processo, aumentano la diuresi e quindi portano alla disidratazione. A seguire abbiamo la frutta e la verdura che devono sempre essere presenti nel nostro menù. Questi alimenti contengono sali minerali, vitamine, antiossidanti ed acqua . Inoltre per la scarsa produttività digrossi quantitativi di insulina , la frutta è ottima per i due spuntini quotidiani . Un consiglio invece,  per quanto riguarda la verdura, è quello di preferire sempre ortaggi di stagione e da mangiare preferibilmente crudi in quanto compatibili con la capacità masticatoria della persona. In estate ,dunque , occorre mangiar leggero perché il nostro corpo necessita di una digestione elaborata e lunga.

Leggi tutto...

 

nano-tv