Home Cronaca

Cronaca

Degrado alla circumvesuviana di Ercolano

La denuncia da parte del consigliere comunale Aniello  Iacomino.
di Valentina Ferrante
Con una lettera inviata agli assessori regionali Pasquale Sommese e Sergio Vetrella, al Sindaco di Ercolano Vincenzo Strazzullo e ai componenti della giunta comunale Loredana Caso e Antonio Liberti, il consigliere comunale Aniello Iacomino ha denunciato lo stato di degrado e abbandono in cui versano i servizi igienici della stazione della Circumvesuviana di Ercolano.
Durissima presa di posizione quella del consigliere che sostiene: “La stazione è ormai diventata inaccessibile, se vogliamo considerare anche i muri imbrattati, spazzatura, furti e personaggi poco rassicuranti”. Questo è quanto si legge nella lettere inviata, e prosegue: “ Quello delle toilette della stazione è un problema che si trascina ormai da anni ed uno dei principali motivi per cui tantissimi viaggiatori si lamentano a buon diritto; persino la sala d’attesa è inutilizzabile e non possiamo  dimenticare che, soprattutto in questo periodo, la maggior parte dei fruitori della Circumvesuviana sono turisti, gravemente penalizzati. È questa l’immagine che vogliamo dare loro di Ercolano? Un biglietto da visita senz’altro negativo per una città che si definisce a Vocazione Turistica”.
Iacomino conclude il suo discorso, ricordando che già in passato aveva sollevato il problema della stazione, ma da due anni ancora nulla è cambiato e ironizza sull’operato dei colleghi sostenendo che forse, se non hanno ancora provveduto a risolvere la situazione, è perche probabilmente sono rapiti da pensieri e responsabilità ben più grandi.
 

Caivano, in manette i fratelli dell'ex capoclan 'o craparo

Le accuse sono di coltivazione e spaccio di cannabis

 

di Biagio Mellone

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Afragola, hanno arrestato i fratelli dell'ex capoclan 'o capraro, rispettivamente 51enne e 54enne, entrambi di Caivano per concorso in coltivazione e produzione di marijuana. Nei giorni scorsi, gli investigatori del Commissariato avevano ricevuto delle "soffiate" che in un terreno incolto della frazione Pascarola di Caivano c'era una piantagione di marijuana, dopo aver individuato il luogo, hanno aspettato che i coltivatori si facessero vivi.

 

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:41)

Leggi tutto...

 

Afragola, evade dai domiciliari e accoltella l'ex convivente.

La donna ricoverata d'urgenza all'Ospedale Cardarelli si trova tuttora in prognosi riservata

 

di Biagio Mellone

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Afragola, hanno condotto delle indagini su Umberto L., 31enne di Afragola, in seguito alla notifica di un'Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere per tentato omicidio pluriaggravato. Lo scorso 25 agosto, il 31enne, dopo aver violato ancora una volta gli arresti domiciliari ai quali era stato sottoposto in attesa della sentenza definitiva, si era recato presso l'abitazione della sua ex compagna e dopo essersi fatto aprire la porta, l'ha aggredita colpendola con un coltello procurando alla donna numerose ferite con la perforazione di un polmone.

 

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:40)

Leggi tutto...

 

Casalnuovo: Consigliere comunale barricato nel Municipio

Dura protesta del del capogruppo Udc Mozzillo. “Un tipo estemporaneo”, sostiene il sindaco Peluso

CASALNUOVO – Da ieri mattina il consigliere comunale Carmine Mozzillo, capogruppo dell'Udc, si è barricato in comune, iniziando in contemporanea uno sciopero della fame e della sete. La protesta è iniziata dopo che il consigliere Mozzillo si è visto respingere la richiesta degli atti ufficiali riguardanti le opere da realizzare nell'ambito del Piu Europa. Ore concitate nella mattina di ieri, quando il Mozzillo ha avuto un dirompente alterco verbale con l'ingegnere capo dell'ufficio tecnico, Giuseppe Savoia. Pungente ironia del sindaco Antonio Peluso, dall'ormai lontano 1997 Primo Cittadino di Casalnuovo, che riferisce che “Mozzillo è un tipo estemporaneo”. L'uomo ha dichiarato che proseguirà nell'occupazione finchè l'amministrazione del Comune non costituirà una commissione consiliare dedita alla trasparenza ed al controllo. Sono in molti a ricordare, qui a Casalnuovo, lo scandalo dei palazzi abusivi del 2007: 74 edifici realizzati senza licenza ed almeno altri 300 sequestrati per irregolarità minori. Si trattò infatti, per dimensioni ed entità del danno di uno dei peggiori scandali edilizi dal dopoguerra. Hanno passato la notte con il consigliere i vigili urbani, che si sono avvicendati nella sorveglianza per salvaguardarne l'incolumità. Con lui, questa mattina, anche il consigliere d'opposizione Biagio Antignani, che ha espresso in un comunicato stampa solidarietà e vicinanza a Mozzillo. Numerosi, d'altra parte, i consiglieri di maggioranza che da ieri stanno tentando di convincere il consigliere a rinegoziare la sua strenua protesta.

 

Scoperto un “Cavallo di ritorno”: arrestati a Volla due malviventi

Di Pasquale Auriemma
Un inseguimento iniziato a Sant’Anastasia e concluso a Volla, avvenuto nella giornata di Martedì 26, ha fortemente spaventato la popolazione, coinvolgendo auto e passanti nel corso dell’intero tragitto. I Carabinieri, sventato un tentativo di “Cavallo di ritorno”, hanno inseguito due malviventi per 3 Km circa. L’inseguimento si è concluso all’imbocco autostradale di Volla, dopo una serie di tamponamenti, tra cui quello con una monovolume, un’utilitaria e infine contro l’auto dei carabinieri. I due malfattori sono scesi incolumi dal loro veicolo e sono stati arrestati nell’immediato. Resta il bilancio dei feriti durante la “corsa al ladro”: ben sette i feriti, tra i quali una bambina e tre carabinieri le cui condizioni sono migliorate nel corso della giornata.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 12 Settembre 2013 20:26)

 

CASO CHIESA CIMITERO PONTICELLI: LA PAROLA AL PRESIDENTE DI COMMISSIONE LOMBARDI

Ci spiega la situazione drastica delle aree cimiteriali e ribatte alle critiche
di ROSALIA GIGLIANO

Leggi tutto...

 

Acerra: dopo sette lunghi anni nessuna risposta

L'inceneritore di Acerra non va a regime e i cittadini sono stufi

 

di Biagio Mellone

Sono trascorsi sette anni dalla manifestazione contro l'inceneritore di Acerra, ricordiamo sicuramente quel giorno dove bambini, anziani, intere famiglie non riuscirono a raggiungere il Pantano, dove si doveva "ad ogni costo" avviare i lavori. Ci furono anche cariche delle forze dell'ordine, feriti, arresti.
Dopo sette anni, infatti, l'inceneritore di Acerra, il cui valore per legge è stato fissato in 350 milioni di euro, inaugurato nel 2009 senza che fossero state osservate le prescrizioni VIA, non solo non ha risolto l'emergenza rifiuti in Campania, ma tra manutenzioni ordinarie e straordinarie continua a funzionare a singhiozzo.

 

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:39)

Leggi tutto...

 

PONTICELLI: AL VIA LA PULIZIA DELLA DISCARICA DI VIA PETRI

I mezzi dell'ASIA all'opera: è solo un'operazione di facciata?
di ROSALIA  GIGLIANO

Leggi tutto...

 

Capasso comunica la squadra di Governo

Polemiche su una presunta parentopoli da parte del consigliere di opposizione Ragosta

OTTAVIANO – Avendo guadagnato la maggioranza assoluta al primo turno, Luca Capasso è diventato con largo consenso sindaco di Ottaviano, senza bisogno di ballottaggio. Il primo consiglio comunale, come da prassi, ha posto i tasselli per il funzionamento della squadra di governo. E' stato eletto il Presidente del Consiglio, Biagio Simonetti, e la Vice Presidente Olimpia Cozzolino, il consigliere più votato, entrambi con tutti i 12 voti dei consiglieri di maggioranza. Dopo il giuramento, il sindaco ha comunicato la squadra di governo, che sarà composta dagli assessori Virginia Nappo, vicesindaco con delega al bilancio, Aniello Giugliano con delega al commercio, Aniello Saviano assessore al turismo, allo spettacolo e all’innovazione tecnologica, Ciro Sesto alle politiche sociali, Marilina Perna alla cultura e alla pubblica istruzione. Segue un intervento polemico del consigliere di opposizione Emanuele Ragosta, che ha denunciato la parentela degli assessori Perna e Giugliano con il sindaco. Una curiosità: il primo intervento del sindaco è stata una comunicazione di servizio: bisognava spostare un'autovettura che impediva l'accesso al Municipio. Un'ovazione da parte dei molti cittadini presenti ha accolto l'annuncio del sindaco dello sblocco di 3 milioni di euro di fondi regionali per completare i lavori di via Cesare Ottaviano Augusto.

 

PONTICELLI: ANCORA CHIUSA, DOPO 2 ANNI, LA CHIESA DEL CIMITERO DI VIA ARGINE

Il consigliere Maglione, della commissione competente, ci spiega il perchè
di ROSALIA GIGLIANO

Leggi tutto...

 

nano-tv