Home Cronaca

Cronaca

La follia dopo la partita

Due tifosi accoltellati dopo il big match.
di Valentina Ferrante
La sfida non si è vista solo sul campo, ma anche riflessa sugli spalti, col tifo della Curva Sud in contrapposizione a quello degli oltre 12mila tifosi azzurri arrivati a Milano. I due volti del Meazza di ieri sera, da una parte quello dei diavoli rossoneri e dall’altro i tifosi azzurri della città partenopea. Sembra che la presenza massiccia e vigorosa dei napoletani abbia infastidito, come da trazione ormai, i milanisti, portando a qualche momento di tensione fuori dallo stadio prima della partita.
I cancelli dello stadio erano stati aperti alle 18:45 in occasione del posticipo, due ore prima del fischio d’inizio. Si sono formate poi lunghe code tra i cancelli d’ingresso 5 e 6, riservati agli ospiti, a causa dei meticolosi e quasi maniacali controlli delle forze dell’ordine che perquisivano uno ad uno i tifosi in trasferta, un’operazione ritenuta necessaria vista la particolare atmosfera ad alta tensione che ha quasi sempre caratterizzato le partite tra i due club, ricordiamo infatti l’episodio del 14 aprile scorso, quando furono lanciati sassi contro il pullman dei tifosi azzurri, richiedendo necessario l’intervento dei poliziotti che divisero le due frange di facinorosi con i gas lacrimogeni.
La tensione è però continuata anche dopo il match, poco prima della mezzanotte infatti, la polizia ha ricevuto una richiesta di intervento per l’accoltellamento di due tifosi in Via Novara, a pochi chilometri dal Meazza; alla fine però, le vittime ferite entrambe superficialmente alle gambe, hanno rifiutato le cure mediche.
 

Sulla statale Afragola-Cardito,sparano con kalashnikov ad una guardia giurata

La polizia sta dando la caccia ai rapinatori, mentre il ferito è in gravissime condizioni

 

di Biagio Mellone

Una guardia giurata ha tentato di inseguire in motocicletta i rapinatori che avevano appena fatto un colpo mentre scappavano in auto, da un finestrino spunta all'improvviso un kalashnikov AK47. Così la guardia giurata è stata ferita gravemente durante una rapina nel Napoletano. L'uomo, del quale non è stata ancora resa nota l'identità, ma sappiamo che è un dipendente della società DSA, si trovava con un collega in sella ad una moto sulla strada statale Afragola-Cardito quando è stato speronato da una Fiat Stilo.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:45)

Leggi tutto...

 

Riapre al pubblico Villa Tortora Brayda

Il taglio del nastro sabato 21 settembre, in presenza del Sindaco Esposito

SANT'ANASTASIA – Villa Tortora Brayda sarà di nuovo aperta al pubblico, dopo alcuni anni di lavori di riqualificazione, il prossimo sabato 21 settembre. L' inaugurazione ufficiale avverrà alle 10.30, in presenza del sindaco, con l'accompagnamento musicale della Salernostreet parade. La realizzazione della villa comunale sull'area (circa 46.000 mq) di cui fanno parte un terreno agricolo, un parco ornamentale con annesso fabbricato e un parco alberato di notevole fattura, risale a un progetto già deliberato all'inizio degli anni '80, ma arenatosi negli anni per un contenzioso sul valore della proprietà con la cooperativa IDAS che l'aveva rilevata dai fratelli Brayda, e per l'annosa presenza di alcuni coloni che abitano il piano terra del fabbricato. Nel dicembre 2002, a conclusione di una transazione con la cooperativa IDAS, il comune entra definitivamente in possesso del complesso Tortora-Brayda, destinato dagli strumenti urbanistici a parco pubblico. Il Forum dei Giovani di Sant'Anastasia ha promosso, nei giorni scorsi, una pulizia straordinaria del parco che aprirà al pubblico il 21 settembre. L’iniziativa, piuttosto tempestiva e quasi in sostituzione di un servizio che sarebbe stato di competenza della nettezza urbana, ha trovato l'entusiasta adesione dell’Amministrazione, che ha provveduto a procurare un numero sufficiente di kit per la pulizia attraverso Legambiente. Nel corso degli ultimi anni il parco è stato interessato da lavori di riqualificazione dell’ingresso, di manutenzione del verde e dei fiori, installazione dei nuovi elementi di gioco per bambini, tabelle illustrative del parco e dei percorsi, tra cui quello dedicato al fitness. Il taglio del nastro è previsto intorno alle ore 10,40 in presenza del parroco di S. M. La Nova, don Ciccio D’Ascoli e del Priore del Santuario di M. Arco, padre Rosario Licciardelli, delle Autorità e Forze dell’Ordine, nonché degli assessori e dei consiglieri comunali di maggioranza, dei dirigenti e degli allievi delle scuole del territorio. Un nuovo contenzioso è sorto su quello che nel 2008 era stato previsto come un piccolo complesso ricettivo, lungo il confine con via Romani, per la distribuzione, come recita il bando di gara, di alimenti e bevande. Il complesso, dato in locazione alla ditta Sandi-Leonessa, secondo alcuni cittadini avrebbe assunto dimensioni improprie, incongrue rispetto all'uso che era stato previsto dal bando.

 

"Striscia" salva le tartarughe

A Ercolano, sequestrate 167 tartarughe di una specie protetta.
di Valentina Ferrante
Dopo la segnalazione di una troupe della trasmissione televisiva “Striscia la Notizia”, la polizia ha sequestrato ad Ercolano ben centosessantasette tartarughe in un’abitazione privata. Denunciato il proprietario. In un appartamento vicino sono stati ritrovati, oltre alle piccole tartarughe, anche una decina di cardellini rinchiusi in anguste gabbie. Alle operazioni di indagini ha partecipato anche l’ EITAL (Ente Italiano Tutela Animali), coordinato da Antonio Colonna, uno dei più grandi esperti italiani in tema di zoo mafia.
Il colpevole, un giovane, è stato sorpreso dai poliziotti mentre cercava di vendere illegalmente alcune tartarughe, rinvenendo all’interno della sua auto due contenitori di polistirolo chiusi, insieme ad un’altra scatola anch’essa chiusa; all’interno esemplari di tartarughe di terra in evidente stato di sofferenza, ognuna di esse era stata avvolta con del nastro da imballaggio che lasciava scoperto solo un piccolissimo spazio all’altezza della testina.
Durante la perquisizione dell’appartamento del giovane, sono state ritrovate sul balcone di questo, altri sessanta esemplari di piccole tartarughe di terra e in un altro contenitore altre tre tartarughe adulte. Come se non bastasse ad aggravare la situazione del ragazzo, nel bagno della sua abitazione è stata rinvenuta una pianta di marijuana alta 180 cm messa in un vaso comune.
 

San Giorgio, non si ferma all'alt e investe un poliziotto

L’agente ferito è riuscito a trascrivere la targa del mezzo, arrestato 22enne.
di Valentina Ferrante
L’episodio è accaduto a San Giorgio a Cremano, precisamente in via Buongiovanni. Durante un posto di blocco, gli agenti avevano intimato a due giovani alla guida di uno scooter di fermarsi, dopo aver inizialmente rallentato e accostato al limite della carreggiata, i due hanno improvvisamente accelerato investendo uno dei due agenti, ma il poliziotto rimasto ferito a terra, è riuscito a trascrivere il numero di targa dello scooter. Le indagini sono subito partite permettendo di risalire al proprietario del mezzo, un 22enne di Pollena Trocchia Luigi Formicola. Gli agenti si sono immediatamente recati sotto casa del ragazzo e hanno trovato lo scooter parcheggiato all’ingresso del palazzo. A quel punto il ragazzo è stato subito portato in commissariato, ma ecco il colpo di scena: prima di seguire i poliziotti, avrebbe sfilato dalla cintura dei pantaloni una pistola calibro 7.65 (con sei cartucce) lanciandola sotto il divano, un gesto che però non è sfuggito agli agenti. Arrestato, il giovane Formicola è accusato dei reati di detenzione e porto abusivo di arma da fuoco illegale, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, nonché guida senza patente.
 

Manifestazione teatrale dei ragazzi diversamente abili di Volla

Di Pasquale Auriemma
Si è tenuto nel teatro dell’ I.C. “V. De Sica” martedì 11 Giugno, verso le ore 19.00, lo spettacolo teatrale messo in scena dai ragazzi diversamente abili del Centro Sociale “P. Cennamo” di Volla. La rappresentazione, intitolata “Io desidero…emozioni in musica, danza e parole”, è stata un momento di totale abbandono al divertimento e alla gioia sia per i ragazzi, che si sono esibiti con canti, balli e recite, sia per il pubblico. Il merito della riuscita giornata festiva va tutto ai ragazzi che frequentano il Centro sociale impegnandosi in numerosissime attività, ma anche agli operatori che li seguono con dedizione e passione e a coloro che continuano a proporre progetti di tipo sociale, utili a chi è meno fortunato. "Il centro diurno- ha commentato l’assessore e vicesindaco Simona Mauriello- ha visto quest’anno l’avvio di numerose attività innovative quali il laboratorio di ceramica e la musicoterapia; il laboratorio di teatro fisico- ha continuato l’Assessore - si serve delle tecniche proprie delle relazioni nelle dinamiche di gruppo e della narrazione, e genera situazioni di gratificazione e di emozione positiva promuovendo la qualità della vita". La festa ha avuto l’apice del divertimento con la rappresentazione del  famoso musical "Grease”  e subito dopo con la proiezione di un video proponente le immagini più significative del percorso di preparazione della giornata e non solo. La bella serata si è conclusa con dei testi composti dagli stessi ragazzi del Centro e con la toccante poesia di Maria Rosaria Malapena dedicata a Simona Mauriello. Agli scroscianti applausi  ha fatto seguito la mostra di composizioni in ceramica, creazioni dei tuttofare ragazzi di Volla.

Ultimo aggiornamento (Martedì 03 Dicembre 2013 13:28)

 

Vetrano spacca il PD di Cardito

Ha affermato esplicitamente il consigliere comunale Aldo Vetrano che gli assessori Irene Schiavo e Fabio Orabona non lo rappresentano più, aprendo una crisi politica nel PD; il consigliere si fa portavoce anche del malcontento degli iscritti del partito capeggiati al coordinatore Giuseppe Cirillo il quale mira alla carica di sindaco di Cardito alle prossime elezioni.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:44)

Leggi tutto...

 

FRATTAMAGGIORE: IL TRIBUNALE CHIUDE. PECCATO CHE NESSUNO SE NE SIA RESO CONTO

di Rocco Sessa - Ieri hanno adagiato una corona funebre dinanzi al portone d’ingresso del tribunale di Ariano Irpino. L’hanno deposta gli avvocati in segno di lutto, dopo l’amara e triste soppressione del presidio di legalità. Il tribunale chiude, la giustizia muore, si legge sul nastro.  Lo stesso giorno la stessa sorte è toccata a decine di sedi distaccate, tra queste quella di Frattamaggiore. In questo caso la morte è avvenuta in silenzio tra l’indifferenza dei cittadini e lo stordimento degli avvocati ma  senza nessuno al capezzale. I cittadini frattesi non hanno ancora metabolizzato la perdita se ne accorgeranno da lunedì prossimo percorrendo via Padre Mario Vergara. Il cancello chiuso  e il manifesto che annuncia il fallimento di tutte le trattative.

Ultimo aggiornamento (Domenica 15 Settembre 2013 08:34)

Leggi tutto...

 

Accoltellato un nord africano ad Acerra.

La vittima voleva solo lavare il parabrezza di una vettura

 

di Biagio Mellone

Un aggressione ingiustificata finita a colpi di coltellate da parte di un automobilista di Napoli che dopo una lite, tramutatasi poi in tragedia ad Acerra, ha visto due persone accoltellate da un autotrasportatore. Questo gesto di follia è avvenuto in pieno centro a Piazza Sannazaro. Semaforo rosso, un'auto si ferma viene un lavavetri africano che si avvicina sperando di guadagnare qualche soldo, prova a lavare il parabrezza della vettura, ma è a quel punto che l'automobilista scoppia dalla rabbia, esce dall'auto, estrae un coltello che aveva in tasca e colpisce al collo il lavavetri 37enne. Poi come se nulla fosse allo scattare del verde si dilegua facendo perdere le proprie tracce. L'uomo subito soccorso da un'ambulanza è per fortuna fuori pericolo.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:43)

Leggi tutto...

 

Afragola, rubano un grosso quantitativo di rame.

E' avvenuto la scorsa notte nella stazione ferroviaria di Afragola

 

di Biagio Mellone

Nella scorsa notte lungo la tratta dell'Alta Velocità, in località Afragola, è stato rubano lungo una tratta ferroviaria, un ingente quantitativo di cavi di rame, circa 4000 metri, utilizzato per l'alimentazione elettrica dei treni. Le autorità già impegnate in analoghe attività di indagine in relazione al moltiplicarsi di questi episodi che arrecano danni economici alle ferrovie dello stato nonché ritardi dei convogli, in seguito ad una complicata attività investigativa, alle prime luci dell'alba di ieri mattina le autorità hanno fatto irruzione in un campo nomadi abusivo ubicato in via Brecce; nel corso dell'operazione hanno rinvenuto nascosto dietro grossi arbusti il materiale rubato, che poi è stato riconosciuto dai tecnici della FS.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:43)

Leggi tutto...

 

nano-tv