Home Cronaca

Cronaca

Crispano, 1 dipendente comunale su 2 è assente

Il Sindaco Esposito non può più stare fermo a guardare, è necessario porvi rimedio

 

di Biagio Mellone

Sono stati pubblicati sul sito del Comune di Crispano, i dati dei tassi di assenza e presenza, del mese di agosto, dei dipendenti comunali di sei settori amministrativi. I dati sono molto allarmanti. La percentuale di assenza medi è superiore al 60%. Sono stati presi sotto esame sei di tanti settori amministrativi del Comune di Crispano, il settore amministrativo e gestionale è quello con più assenti che addirittura supera l'82%, mentre quello più "virtuoso" se vogliamo, è quello della vigilanza comunale con un tasso di assenza poco inferiore al 50%. Sono dati allarmanti.

 

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:50)

Leggi tutto...

 

Bancomat a secco

“Le quattro giornate” degli sportelli napoletani.
di Valentina Ferrante
Il novembre dei napoletani si è presentato così: secco. Non si parla del clima, ma degli sportelli bancomat di alcune zone della città, in particolare quella del centro storico.
Il blocco dell’erogazione di banconote è stato provocato dal mancato rifornimento delle casse automatiche in conseguenza dello sciopero dei bancari dello scorso 31 ottobre, sciopero proclamato dal sindacato di categoria per sollecitare il rinnovo contrattuale. Com’ era prevedibile, il rifornimento non è avvenuto durante il ponte di Ognissanti, quattro giorni di vuoto che ha provocato non pochi disagi per moltissime persone. Le conseguenze? File lunghissime davanti agli sportelli e numerose telefonate di proteste denunciate soprattutto su alcune emittenti radio napoletane.
La situazione, comunque, dovrebbe normalizzarsi nel corso di queste giornate; ma ancora una aleggia nell’aria la polemica di un’ ennesima discriminazione territoriale, sembra infatti che i disagi si siano registrati maggiormente al sud della Sicilia e della Campania mentre al centro nord i bancomat hanno funzionato regolarmente; insomma per la trascorsa notte di Halloween molti napoletani hanno ricevuto “pochi dolcetti e tanti scherzetti”.
 

Afragola, arrestate tre donne e un uomo per usura

Sequestrati 14.000 euro in contanti, trenta assegni di svariate decine di migliaia di euro e la documentazione bancaria dei diversi conti correnti

 

di Biagio Mellone

Gli agenti del Commissariato di Polizia Afragola hanno effettuato un servizio straordinario di controllo assieme agli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Campania, alla squadra dei Vigili del Fuoco ed anche una pattuglia della Polizia Municipale di Afragola. Le operazioni hanno interessato il Parco Verde di Caivano. In un'abitazione di una famiglia legata ad una organizzazione criminale del posto, nel corso della perquisizione sono state trovate prove inconfutabili attestanti l'attività usuraria. In particolare sono stati trovati oltre dieci libri in cui erano riportate operazioni di prestito con applicazione di tassi d'interesse. A carico delle tre donne e dell'uomo residente nell'abitazione perquisita è scattata una denuncia per usura in concorso. Inoltre sono stati sequestrati 14.000 euro in contanti, trenta assegni di svariate decine di migliaia di euro, documentazione bancaria dei diversi conti correnti.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:49)

Leggi tutto...

 

"Puliamo il mondo" ritorna a Portici

Raccolti oltre 3 quintali di rifiuti nel porto del Granatello.
di Valentina Ferrante
Si sono nuovamente rimboccati le maniche i giovani della città più densamente abitata d’Europa, per una due giorni dedicata all’ambiente ed hanno ripulito il litorale ed i fondali del mare che bagna la cittadina dove soggiornò Leopardi. Pettorina, guanti gommati e tanta buona volontà per i porticesi che si sono dati da fare per ripulire l’arenile cittadino.
L’operazione dettata da Legambiente nell’ambito del progetto “Puliamo il mondo” ha iniziato la sua opera di ripristino con la pulizia della zona di spiaggia adiacente al Viale Camaggio, quella chiamata “Aurora” e si è poi conclusa la mattina del 28 ottobre scorso nel porto del Granatello.
I volontari erano tantissimi, tra cui anche tanti bambini delle scuole del territorio; nella zona sono stati raccolti molti rifiuti, ora adibita a cantiere aperto utilizzato per lo più come prendisole o come luogo di footing; sono stati riportati alla luce oltre tre quintali di rifiuti inabissati nel porto, addirittura sono stati riportati a galla: un motorino, un cavo in acciaio, numerose scatole di latta, reti abbandonate e batterie esauste. “E’ una vera e propria aggressione al mare, -ha denunciato l’assessore all’Ambiente Barile- ed è un fenomeno che non si arresta facilmente. Ogni anno recuperiamo ogni tipo di rifiuto speciale che distrugge e inquina le nostre povere acque”. Alla manifestazione erano presenti anche il primo cittadino Nicola Marrone, il Consigliere Franco Santomartino e Giovanni Rea.
Un momento educativo e formativo delle coscienze civiche quello proposto annualmente da Legambiente che quest’anno ha puntato al mare come bene comune e come ecosistema da salvaguardare e riqualificare.
 

La vendemmia di Pompei

“Villa dei Misteri” il vino di duemila anni fa.
di Valentina Ferrante
Stavolta da ammirare non c’erano solo gli scavi a Pompei, ma anche la tradizionale vendemmia; erano in centinaia alla manifestazione: italiani e stranieri che hanno assistito al Foro Boario al taglio delle uve pompeiane della qualità “piedirosso” e “sciascinoso” che consentirà la produzione del Villa dei Misteri, un vino dalle caratteristiche uniche, in quanto realizzato secondo le tecniche di viticoltura di circa duemila anni fa.
Al Foro Boario, i turisti hanno potuto ammirare anche la cella vinaria e un tipico modello di torchio dell’epoca. Gli studi sui vigneti sperimentali, nati nel 1994, erano partiti su una zona assai limitata degli scavi, grazie al lavoro del Laboratorio di Ricerche Applicate e alla collaborazione con l’azienda vitivinicola campana Mastroberardino. Ad oggi le coltivazioni interessano tutte le aree a vigneto delle Regiones I e II dell’antica Pompei. La Soprintendenza, come si legge in una nota, è orgogliosa di aver consolidato un’esperienza così unica dovuta soprattutto alla particolarità della sua collocazione, ricordando e dedicando questa giornata a colei che si è fatta pioniera di questa iniziativa, la dottoressa Annamaria Ciarallo, la quale per diversi anni ha diretto il Laboratorio di Ricerche Applicate della Soprintendenza. Grazie al suo impegno, allo studio e non per ultima la passione, questo progetto scientifico ha potuto prendere corpo, diventando anche elemento di valorizzazione degli scavi di Pompei.
 

Caso Melania Rea, l'autopsia è da rifare

Dubbi sull'orario della morte

 

di Biagio Mellone

Ci sono ancora novità riguardo l'omicidio della ventinovenne Melania Rea, un caso giudiziario che emergono sconvolgenti novità man mano che si scava a fondo. Infatti gli avvocati difensori di Salvatore Parolisi, accusato dell'omicidio della moglie, Gentile e Biscotti, affermano con assoluta certezza che secondo l'autopsia ufficiale non ci sono elementi certi per stabilire con precisione l'orario della morte di Melania, affermazioni che il medico legale Tagliabracci smentisce nella sua autopsia sul cadavere di Melania.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:48)

Leggi tutto...

 

Autorizzati i copisti negli scavi di Pompei

Gli ambulanti possono esercitare previa autorizzazione della Soprintendenza, e pagando una tassa giornaliera

POMPEI – Non è stata esente da polemiche la questione sorta negli ultimi giorni intorno alla presenza dei “copisti” all'interno degli Scavi di Pompei. La Soprintendenza ha infatti definitivamente autorizzato la possibilità di tenere banchetti ambulanti intorno ad alcuni siti preventivamente individuati, entro i quali questi privati effettuano le copie delle opere presenti negli Scavi, e che rivendono ai turisti. Questa attività di commercio all'interno degli Scavi era già stata normata dai tempi in cui era aperta al pubblico la casa dei Vettii, con poco meno di una decina di copisti disseminati negli scavi. Attualmente, specialmente dopo che le regole si sono fatte più stringenti, il numero è sceso a 3 ambulanti, distribuiti tra la Casa del Fauno e il Macellum. Con l'interessamento della Soprintendenza, infatti, e senza più l'ingresso selvaggio, i copisti che intendono commerciare negli scavi devono pagare una tassa giornaliera, e rispettare scrupolosamente la zona di assegnazione precedentemente negoziata, a pena del pagamento di una sanzione pecuniaria. Sembra dunque che la strategia attuata dall'istituzione sia stata quella “morbida”, abbiano pensato cioè di “assorbire” un'attività che era originata come ai limiti della legalità, senza bandirla del tutto. Non pochi, però, storcono il naso su questo atteggiamento che giudicherebbero permissivo.

 

Area TAV, scoperto un capannone con auto rubate

A finire in carcere un cittadino rom

 

di Biagio Mellone

E' stato ieri fermato a Caivano dai carabinieri della radiomobile di Casoria Fabio Ahmetovic, 20 anni, residente a Caivano nel campo nomadi in via delle Lanare. Il rom è stato sorpreso assieme a due complici riusciti a fuggire dai carabinieri all'interno di un'area abbandonata nelle vicinanze del cantiere della TAV mentre stavano smontando alcune autovetture: Nello specifico sono state ritrovate una Opel Insigna rubata il 17 settembre a un 41enne di Acerra, una Fiat Brava rubata il 17 settembre a un 46enne di Casalnuovo, una Fiat Brava rubata il 7 luglio a una 57enne di Maddaloni e una Ford Fiesta rubata il 22 marzo a un 42enne di Marigliano.

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 23:47)

Leggi tutto...

 

Polemica Italia – Giappone su Villa Augustea

Il malinteso sull'autorizzazione alle riprese per un documentario, che spetterebbe alla Soprintendenza

SOMMA VESUVIANA - Giornata di polemica tra la Soprintendenza e l'università giapponese di Tokio sul diritto di concedere riprese video nel sito archeologico della Villa Augustea di Starza della Regina. Nelle ultime ore, la Soprintendenza di Napoli ha chiesto ai nipponici un confronto sul veto che questi hanno opposto alla realizzazione del documentario, sottolineando che le autorizzazioni per documenti video, fotografici e qualunque altro formato audiovisivo spettano, appunto, alla Soprintendenza, non all'Università di Tokio che soprintende i lavori. Quest'ultima, su direzione del Prof. Masanori Aoyagi e su progetto del Prof. Antonio De Simone, cura anche il sito web e il blog degli scavi. Il malinteso è sorto dal momento che la richiesta di autorizzazione per le riprese del documentario scaturito da un progetto di Emanuele Coppola e diretto da Carlo Luglio, con la partecipazione di Vanessa Gravina, è stata inoltrata direttamente all'Università di Tokio, senza inserire tra i destinatari anche la Soprintendenza. I giapponesi hanno risposto, con ogni evidenza in buona fede, senza tenere conto del fatto che non erano titolati ad esprimere un parere contrario. Questo siparietto, per il momento bonario e – sembra – senza grossi strascichi, ha sicuramente prodotto un effetto di “risonanza campanilista” su un documentario che ha già avuto modo di fare parlare di sé prima ancora di essere girato.

 

"Dammi la tua pensione!"

Ecco come, in tre, aggredivano anziani all’uscita degli uffici postali.
di Valentina Ferrante
Sembra ormai, che nemmeno più la tenerezza e le difficoltà che trapelano negli occhi di vulnerabili anziani, riescano a fermare l’inarrestabile ondata di rapine ai danni di questi ultimi.
Ecco come una banda di rapinatori balordi, che in primavera tra Quarto, Volla e Arzano, ha messo a segno tre colpi,rubando proprio ad anziani soldi che erano andati a ritirare negli uffici postali; la dinamica è sempre la stessa: uno dei tre rapinatori aveva il compito si segnalare ai suoi compari all’esterno la vittima con più soldi, dopodiché questi si avvicinavano all’inerme anziano minacciandolo anche con la pistola.
I tre sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di rapine aggravate in concorso; secondo le indagini, i colpi avrebbero portato alla banda 6950 euro.
I tre sono stati in seguito rinchiusi nel carcere napoletano di Poggioreale.

Ultimo aggiornamento (Martedì 11 Febbraio 2014 16:11)

 

nano-tv