Home Ambiente

Ambiente

Sempre più cani gatti e cavalli in terapia dallo psicologo

Aumenta il numero di animali anche domestici assistiti dagli specialisti: ci sono i sociopatici, quelli con le crisi d’ansia per la separazione dei padroni e chi è terrorizzato dai rumori. La cura? Medicine omeopatiche e rieducazione

di Roberta Valeriani

Siamo stati lasciati? Il lavoro ci annoia e uscire con gli amici non ha più il sapore di una volta? Allora ci rifugiamo in Fido, Fufi, Rocky, li subissiamo di coccole e attenzioni, li vestiamo alla moda, li omologhiamo al nostro stile di vita, e finiamo per caricarli di un eccessivo peso affettivo e di troppe responsabilità, affibbiando loro un ruolo che non gli appartiene. Il risultato è che i nostri amici a quattro zampe diventano vere e proprie spugne, assorbendo stress e fobie che sono più le nostre. Non c’è da stupirsi, quindi, se cresce il numero degli esemplari che finiscono dallo psicologo, o meglio dal comportamentista, che li sottopone a veri e propri cicli di terapia. Ogni seduta costa dai 30 ai 100 euro, se si escludono poi i trattamenti con medicinali omeopatici, come i fiori di Bach o Australiani che aiutano a controllare i disturbi emozionali. Sì, perché cani e gatti, possono essere impauriti, gelosi, aggressivi, depressi, solitari, agitati e insicuri. Oppure reagire in maniera esagerata a stimoli esterni, influenzati da situazioni di stress emotivo e ambientale. Ma possono anche risentire di carenze affettive o sviluppare vere e proprie fobie. Per questo in analisi vanno insieme ai proprietari, ai quali lo psicologo canino fornisce tutti gli strumenti efficaci per reimpostare una serena convivenza con il proprio cane.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 15 Aprile 2011 13:59)

Leggi tutto...

 

In arrivo le scarpe biodegradabili. Dopo l’ uso possono essere piantate

Contengono semi che germogliano

di Roberta Valeriani

Per chi si affeziona troppo alle proprie scarpe da tennis e soffre all’idea di separarsene, sono in arrivo quelle che si possono piantare in giardino, e da cui cresce una vera e propria pianta. A realizzare le ‘sneakers’ completamente biodegradabili è la Oat, un’azienda olandese, che entro poche settimane le metterà in vendita sul suo sito. La ricerca sulle scarpe più ‘verdi’ del mondo è durata due anni, e per la loro realizzazione si utilizzano canapa, sughero, cotone ‘bio’, plastiche biodegradabili e sbiancanti non clorurati, e sono realizzate completamente in Europa per minimizzare le emissioni dovute ai trasporti.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 17 Marzo 2011 12:37)

Leggi tutto...

 

Astronomia: arrivano particelle solari

Nasa: L’eruzione solare! Sulla Terra arriva l’aurora boreale e c’è attesa per spettacolari aurore polari

di Roberta Valeriani

Durante le prime ore di domenica 1 agosto, il Sole ha emesso diverse tonnellate di plasma nello spazio circostante. Il plasma viene considerato il “quarto stato” della materia: non solido, liquido, aeriforme, ma “ionizzato” quando una notevole quantità di elettroni viene strappata dagli atomi cui normalmente appartengono. L’eruzione solare, tecnicamente una espulsione di massa coronale, è stata fotografata dal Solar Dynamics Observatory (SDO) della Nasa, una sonda lanciata lo scorso febbraio, nell’ambito del programma lanciato dalla Nasa Living With a Star (LWS), per studiare il Sole e approfondire gli effetti dell’attività solare e la sua influenza qui sulla Terra. Grazie alle proprie strumentazioni, la sonda è in grado di fotografare il Sole ad alta definizione, offrendo maggiori dettagli per lo studio della superficie solare. Il materiale espulso dal Sole sotto forma di plasma è principalmente costituito da protoni ed elettroni e viene trascinato dal campo magnetico della corona solare, la parte più esterna dell’atmosfera della stella che si estende per centinaia di migliaia di chilometri. La nube fuoriuscita dalla superficie solare domenica 1 agosto, martedì 3 agosto ha raggiunto la Terra.

Ultimo aggiornamento (Martedì 15 Marzo 2011 14:57)

Leggi tutto...

 

Ue: al bando 6 sostanze pericolose

Si trovano in prodotti di uso comune: vestiti, detergenti, giocattoli e libri

di Armando Brianese

Non mi vesto, non mi lavo, non gioco e non leggo più! Non è un capriccio da bambini. Dannose per la salute e l’ambiente, presenti in vestiti, giocattoli e vernici, ma anche nei libri, saranno messe al bando nell’Ue nel giro di 3-5 anni sei sostanze pericolose per la salute di tutti, piccoli e non.. Il provvedimento è il diretto risultato dell’entrata in vigore del regolamento europeo per la registrazione, valutazione e autorizzazione delle sostanze chimiche, il meglio conosciuto Reach. La decisione di vietare l’uso di Musk Xylene, MDA, HBCDD, DEHP, BBP, DBP ne è uno dei primi effetti difatti il nuovo regolamento europeo per le sostanze chimiche ha stabilito che sono cancerogene e tossiche. La loro messa al bando avrà un impatto su vari settori: cosmetica, edilizia, auto, tessile e cuoio. Sono le prime di una lunga serie.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 06 Aprile 2012 09:01)

Leggi tutto...

 

Italia-Germania: rafforzata l’‘alleanza’ ambiente. Sul clima L’Italia chiede una valutazione sull’aumento impegni

Italia-Germania: incontro bilaterale Prestigiacomo -Roettgen

di Roberta Valeriani

Alleanza Italia-Germania per l’ambiente. In tal senso è stata “rafforzata la convergenza su politiche europee, cambiamenti climatici, rinnovabili, rifiuti”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo dopo l’incontro con il ministro dell’Ambiente tedesco Norbert Roettgen svoltosi a Berlino. “Riteniamo opportuno - ha spiegato Prestigiacomo - che la Commissione Europea operi in ambito ambientale all’interno di un Piano Strategico i cui principali elementi sono stati indicati nel Consiglio Ambiente del 20 dicembre 2010”. In particolare, ha sottolineato il ministro, “si dovrà puntare su una maggiore integrazione dell’ambiente nelle politiche di settore (agricoltura, pesca, trasporti, energia, industria), sullo sviluppo dell’economia verde e disarticolando il binomio crescita economica -degrado ambientale; puntare sulla promozione di eco -innovazione, ricerca, competitività; porre maggiore attenzione all’ambiente urbano e alla lotta all’ inquinamento”.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 17 Gennaio 2011 10:12)

Leggi tutto...

 

E’ stata trovata la riserva d'acqua piu’ grande dell’universo

di Carmela Fiorentino

Secondo una scoperta pubblicata sulla rivista Astrophysical Journal Letters un quasar, oggetto cosmico primitivo simile ad una stella, ha una quantita’ di acqua pari a 140 milioni di miliardi quella contenuta dagli oceani nel nostro pianeta. Si trova 12 miliardi di anni luce dalla Terra ed e’ anche la piu’ distante mai osservata. La scoperta e’ pervenuta grazie ad un gruppo di astronomi del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa e del California Institute of Technology (Caltech).

Matt Bradford del Jpl ha detto “L'ambiente che circonda questo quasar è davvero unico per l'enorme quantità d'acqua che produce, e' un'ulteriore dimostrazione di come l'acqua pervada l'intero universo e di come sia stata presente anche nelle fasi iniziali della sua formazione".

Ultimo aggiornamento (Lunedì 04 Giugno 2012 13:58)

Leggi tutto...

 

“La diossina ritorna protagonista”.

di Mariaclaudia Catalano

Dopo un lungo periodo d’assenza ritorna protagonista sugli schermi televisivi la diossina per il “caso” scoppiato in Germania. Questo composto organico, che consta di quattro atomi di carbonio e due d’ossigeno, è noto alla cronaca da sempre a causa dei numerosi “scandali”, ma è stata, di recente, a lungo “star” dei tg e talk show televisivi di maggior audience. In molti rimembreranno “il caso mozzarelle di bufala”,conseguente al serio problema del non corretto smaltimento dei rifiuti in Campania, che suscitò un mare infinito di polemiche e allarmismi, caduto poi nel dimenticatoio dopo il polverone mediatico.

Leggi tutto...

 

Uno strano connubio. Ambientalisti e sostenitori del nucleare "Uniti contro il vento".

di Roberta Valeriani
Stranamente da mesi associazioni ambientaliste e sostenitori del nucleare si trovano a combattere una comune battaglia contro i cosiddetti parchi eolici. Come mai avviene questo? Ci sono motivi reali o si tratta solo di moderni Don Chisciotte che partono lancia in resta contro i mulini che producono energia elettrica o, sia pure per opposte ragioni, i primi, gli ambientalisti, per motivi paesaggistici; i secondi, i sostenitori del nucleare, per motivi di natura tecnica ed economica? Comunque entrambi, sia pure da diversi punti di vista, sono divenuti, a sentir loro i paladini, strenuamente si oppongono a quello che sostengono essere un costoso danno per l’ambiente.  Certo come avviene sempre, soprattutto agli esordi, anche l’impatto di queste tecnologie ha creato dei problemi, a cui comunque si cerca di ovviare con adeguati provvedimenti.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 07 Gennaio 2011 19:12)

Leggi tutto...

 

Tra i tanti tarocchi e’ arrivata anche l’ora del pesce

di Carmela Fiorentino

 

Il pesce straniero taroccato intacca non soltanto l’economia, infatti secondo Rasff, l’agenzia di sicurezza alimentare dell’Unione Europea (Rapid alert system for Food and Feed), il quadro degli ultimi tempi non e’ affatto buono. Dalla relazione risulta il ritrovamento di batteri nei molluschi italiani, cadmio in calamari congelati dalla Spagna, salmonella brunei in cocktail di gamberi congelato proveniente dal Bangladesh e confezionato in Italia, infestazione da larve di nematodi in nasello congelato dalla Spagna, mercurio in filetti congelati di squalo blu e pesce spada sotto vuoto dalla Spagna. Una marea di sporcizia che viene fatta passare per prelibatezza ogni giorno e che ci fanno pagare come fosse pesce dorato.

Ad allertare gli esperti sarebbe il pesce che arriva dal Vietnam visto che trattano il loro pesce con degli antibiotici cosa qui in Italia assolutamente vietata e rischiosa.
Il rischio pero’ non sta soltanto nell’importazione ma nell’utilizzo di additivi chimici che vengono passati sul pesce per renderlo piu’ lucente e apparentemente viene fatto passare per fresco.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 04 Giugno 2012 13:43)

Leggi tutto...

 

Terrorismo dell'atomo. "Allarme: Siamo tutti radioattivi"

di Roberta Valeriani
Se si chiedesse ad un talebano ecoambientalista cosa sia un becquerel (simbolo Bq), l'eventualità più probabile, qualora non lo prendesse come un insulto, sarebbe quella di un "alloccamento" muto e silenzioso, cercando un appiglio nel tentativo di capire a cosa alluda la dizione. Esagerazioni? Qualcosa del genere è già avvenuto a Genova in un confronto tra i fautori della ripartenza del nucleare e "i meglio e i più" della controparte. Un esponente, di uno di questi sodalizi, dopo un imbarazzato, e anche un po' aggressivo "Ma cosa dice professore" rivolto al professore Marino Mazzini, Full Professor of Nuclear Safety Departement of Mechanical Nuclear and Production Engineering University of Pisa, che lo gelò con un compassionevole sguardo più dissuasivo di qualsiasi argomentazione, tentò una strumentale disquisizione sui rischi di proliferazione.

Ultimo aggiornamento (Domenica 28 Novembre 2010 21:47)

Leggi tutto...

 

nano-tv